DATI

CAPITALE: Lusaka
GOVERNO: 
Repubblica
POPOLAZIONE:
15 933 883
LINGUE: Inglese, il chichewa, il bemba, il lnda, il tonga, il lozi, il luvale e il kikaonde dei Kaonde
ETNIE: Neri bantu, 97%. Il 90% di essi appartiene ai nove principali gruppi etnolinguistici: Bemba, Nyanja-Chewa, Tonga, Tumbuka, Lunda, Luvale, Kaonde, Nkoya e Lozi.
AREA TOTALE:
752 612 kmq
CONTINENTE: Africa

1. La dichiarazione dello Zambia come nazione cristiana nel 1991 è stata incoraggiante, ma si è fatto molto poco. L’ex presidente Chiluba, un credente dichiarato, è stato accusato (e approvato alla corte) di appropriazione indebita e il suo successore Mwanawasa, che ha attivamente estirpato questa corruzione, è morto improvvisamente e inaspettatamente. Sebbene lo Zambia rimanga un’isola di stabilità e pace circondata da paesi scossi da guerra e conflitto, la trasformazione nazionale biblica è assente. Pregate che la dedizione dello Zambia a Cristo sia un riflesso della dedizione dei suoi leader e dei suoi cristiani affinché si veda una terra benedetta che onora Dio.
2. La povertà e le sue molte cause devono essere affrontate in modo saggio ma aggressivo. Pensate che: più dell’86% della popolazione è sotto il livello di povertà; l’agricoltura e l’estrazione del rame, che danno lavoro alla maggioranza della popolazione, dipendono dal meteo e dai mercati imprevedibili. Tra il 33% e il 50% i bambini sono malnutriti, il 40% della popolazione non ha accesso ad acqua pulita o servizi igienici adeguati. L’analfabetizzazione nelle aree rurali è al 90%. La crescita economica del momento non riesce a compensare l’alto tasso di nascite o la prevalenza dell’AIDS. Tutte queste sfide sono affrontate da tante agenzie missionarie che lavorano nello sviluppo, nell’assistenza sanitaria, nell’educazione, nella formazione professionale, microfinanza e in altre aree. Pregate per una saggia strategia politica, per un prestito responsabile da parte dello stato, per un investimento sostenibile a lungo termine e un ministero che spinga la nazione verso un più grande sviluppo. Pregate per un giusto bilanciamento tra assistenza esterna e soluzioni interne.
3. La “fuga” di molte delle migliori e più luminose menti dell’Africa verso le nazioni più ricche ha un impatto profondo nello Zambia. Mentre dottori, avvocati, imprenditori, professionisti e pastori di questo paese si spostano in Sud Africa, Europa o Nord America, la loro nazione ha bisogno proprio di quelle capacità e risorse che loro hanno da offrire. Pregate affinché siano convinti a ritornare per essere una benedizione e i missionari ideali per il proprio paese.
4. La crescita tra i protestanti e le chiese indipendenti è incoraggiante. Le crescenti chiese pentecostali sono eguagliate da una rinnovata crescita evangelica nelle principali chiese come la United Church. Ci sono però ancora dei pericoli:
a) Superficialità e mancanza di comprensione biblica e di insegnamento. Troppo pochi conoscono la Parola di Dio o come vivere una vita cristiana. C’è un gran bisogno di buoni insegnanti e pastori addestrati.
b) Schemi e forme importate di adorazione causano una sconnessione tra la cultura africana e il Vangelo, ma il sincretismo con le credenze e le pratiche indigene che non sono bibliche non sta crescendo. La crescita di veri africani ma anche di vere espressioni bibliche dello stile di vita cristiano, della teologia e modelli da seguire per l’adorazione è essenziale; lodate Dio che tutto questo sta già accadendo.
5. Le chiese variano considerevolmente per quanto riguarda la qualità spirituale e il vigore. Pregate per:
a) Le molte floride congregazioni evangeliche nel nord-ovest. Questa area ha un’alta concentrazione di credenti evangelici, per la maggior parte come risultato del ministero dei Fratelli/CMML, SIM e dei Battisti. C’è ancora bisogno di profondità spirituale ed insegnamento, ma l’entusiasmo per il ministero e la missione è alto.
b) Il fedele lavoro dei Fratelli in Cristo e delle Chiese di Cristo tra il popolo tonga nel sud; l’assistenza sanitaria e la formazione pastorale sono molto importanti in questa area.
c) La Chiesa Riformata tra il popolo nyanja nell’est del paese, che è evangelica dal punto di vista teologico, numerosa e in crescita.
d) Il popolo lozi e le popolazioni del sud-ovest e i bemba e i popoli del nord, che tradizionalmente  hanno poche congregazioni evangeliche. Molti sono diventati cristiani nominali o si sono gettati nelle chiese indigene settarie o sincretistiche. Pregate affinché vengano fondate delle chiese in queste aree spiritualmente bisognose. HeartCry, Africa Outreach Ministries e i Battisti stanno fondando delle chiese tra queste popolazioni e tra le popolazioni che parlano il dialetto bemba nel nord, dove c’è una sorprendente crescita di congregazioni evangeliche.
6. La Evangelical Fellowship dello Zambia (EFZ) è un network di più di 200 denominazioni, chiese, missioni e organizzazioni paraecclesiali ed anche un importante punto di comunione e sforzi cooperativi. Ha lanciato iniziative per affrontare le sfide dell’AIDS, della povertà e della sicurezza alimentare a lungo termine, e lavora affinché le chiese abbiano sempre più una visione olistica. Pregate che l’EFZ possa essere consacrata ed efficace in questa opera cruciale.
7. Lo Zambia è la meta principale o la via di passaggio per molta gente. L’instabilità nelle nazioni che circondano lo Zambia ha portato centinaia di migliaia di rifugiati a fuggire nello Zambia, specialmente dallo Zimbabwe. Inoltre lo Zambia è vulnerabile per i trafficanti di bambini e prostitute. Grazie a Dio recentemente è passata una legge che criminalizza il traffico umano; pregate per una sua effettiva attuazione. Pregate anche che lo Zambia possa essere un luogo dove molti stranieri trovino soccorso e scoprano il Dio vivente.
8. La crisi portata dall’AIDS colpisce drasticamente i servizi sanitari, l’economia (molti professionisti muoiono a causa della malattia), l’opera pastorale delle chiese (più di 100.000 morti legate all’AIDS ogni anno), e la vita famigliare. Pregate in modo particolare per:
a) Coloro che lavorano per ridurre l’AIDS. Tutte le principali denominazioni hanno adottato politiche concrete per combatterne la diffusione e per assistere coloro che sono infetti. Molti hanno dei ministeri specifici rivolti unicamente ai problemi legati all’AIDS come il Jesus Cares Ministries,Advocates for Change e il SU’s Aid per programmi sull’AIDS.
b) Gli atteggiamenti verso l’AIDS sono cambiati. Molti dei marchi, delle superstizioni e delle sbagliate informazioni sono stati rimpiazzati da atti di compassione. Il grado di infezione è stato ridotto dal 20% al 15% in 10 anni, con una più grande riduzione in specifici gruppi della popolazione.
c) I militari, la polizia e i lavoratori dell’estrazione del rame hanno tra i più grandi tassi di infezione. Questi gruppi tendono a frequentare prostitute attraverso le quali viene trasmesso e che sono il gruppo più colpito di tutti.
d) Bambini. Lo Zambia ha 710.000 orfani, per la maggior parte a causa dell’AIDS; circa il 20% di questi bambini sta soffrendo la perdita dei loro genitori. Oltre 900.000 vivono per strada. Circa il 75% delle famiglie si occupa di un parente orfano a causa dell’AIDS.
9. La formazione di leader è un bisogno urgente e il lavoro delle chiese sostenute è in crescita. Questa è una priorità in una terra dove  il nominalismo e il sincretismo sono molto comuni. La EFZ ha sponsorizzato il Theological College of Central Africa in Ndola – il primo istituto evangelico riconosciuto nel Centro Africa. Ci sono molti college e scuole bibliche, rappresentate da tutte le maggiori denominazioni. Pregate per leader qualificati spiritualmente e dal punto di vista educativo attraverso queste istituzioni. TEE è largamente usato e sta crescendo in opportunità, scala e efficacia. Sono essenziali l’addestramento al lavoro e moduli di studio per coloro che sono stati ordinati e per i laici, specialmente da quando la maggior parte della fondazione di chiese è svolta da lavoratori laici.
10. I giovani. SU ha un impatto significativo nelle scuole medie, con gruppi attivi e numerosi nella maggior parte di esse. Molti missionari e credenti dello Zambia insegnano le Scritture nelle scuole statali. ZAFES (IFES) ha quattro staff e gruppi in ogni istituto post diploma in Zambia. Il ministero di CEF porta migliaia di bambini a Cristo ogni anno.
11. Missioni. C’è una porta aperta per il ministero, sebbene pochi siano stati evangelizzati.
a) Ricevere. L’enfasi è giustamente posta sulla collaborazione con gli abitanti dello Zambia, addestrandoli ad essere leader e pronti al servizio e sviluppando ministeri olistici che siano sostenibili e utili. I più grandi sono: CB/CMML, SIM, IMB, LM.
b) Mandare.
L’interesse della chiesa dello Zambia nei confronti della missione è cresciuto negli ultimi 10 anni, in gran parte grazie al centro GLO e ProChristo/OM. Centinaia ora servono in modo interculturale nello stesso Zambia e nelle nazioni vicine, la maggior parte di queste è poco evangelizzata ed anche più bisognosa di assistenza. La Chiesa dei Fratelli e CMML da soli hanno inviato 150 operai nello Zambia, nella regione ed anche in India e Regno Unito. Pregate che questi primi frutti siano segnali di una più grande messe.
12. I meno raggiunti – ci sono ancora gruppi non evangelizzati e poche persone che hanno ricevuto il Vangelo rispetto alla maggioranza.
a) I molti piccoli gruppi di persone nel sud-ovest sono raggiunti in minima parte – i subiya, i quattro gruppi khoisan, e altri.
b) Le città satellite di Lusaka, il Copperbelt e Kabwe sono spiritualmente bisognose. Molte sono squallidi raggruppamenti di baracche, piene di povertà, AIDS e poca speranza. Pregate per l’opera di Dorothea Mission, World Outreach Team Action e altri nell’evangelizzazione di queste aree.
c) La comunità indiana gujarati è sia induista che musulmana, ma pochi sono cristiani. Il SIM sud africano, le Assemblee Pentecostali di Dio e i missionari asiatici dalla Tanzania lavorano tra loro.
13. Altre fedi rappresentano una sfida per il cristianesimo biblico. Queste includono:
a) La stregoneria, basata sull’animismo, che influenza le vite e i punti di vista di molti cristiani. Raramente è espressa come una religione separata ma spesso coincide ed inquina il credo cristiano. Le superstizioni popolari e le pratiche occulte intralciano la crescita spirituale, portano a compromessi i credenti e lasciano la porta aperta al nemico che porta il male nella vita delle persone. Pregate che i cristiani possano rompere tutti i vincoli con gli spiriti e vivere vite pure e sante che dipendono soltanto da Dio per avere benedizioni e forza spirituale.
b) L’islam sta puntando in modo deciso lo Zambia, specialmente la zona orientale e sta crescendo due volte più velocemente del cristianesimo in questo paese. I musulmani traggono vantaggio dalla libertà di religione per diffondere l’islam, e fanno libero uso dei fondi che provengono dalle nazioni musulmane che possiedono giacimenti petroliferi per attirare i cristiani. La costruzione di moschee, la libera educazione e il materiale di incitamento sono mezzi efficaci in un paese così povero. Pregate che i musulmani possano essere potentemente raggiunti col Vangelo. Pochi credenti sono equipaggiati per questo scopo.
c) I testimoni di Geova sono già numerosi e attivi nel raggiungere le persone, specialmente nella parte orientale del paese. La loro letteratura inonda il paese, mentre i ministeri cristiani non possono permettersi di stampare e distribuire la verità.
14. Specifici ministeri cristiani:
a) Traduzione e distribuzione della Bibbia
. La Società Biblica ha un ruolo chiave in diversi progetti di traduzione. Pregate per saggezza affinché sappiano in quale lingua deve essere tradotta più urgentemente la Bibbia.
b) Letteratura cristiana. La quantità, l’assortimento e l’applicabilità locale della letteratura disponibile sono limitati. La mancanza di apprendimento e conoscenza biblica fa sì che l’alfabetizzazione e il materiale cristiano per i pastori e i laici sia cruciale per la fede in Zambia.
c) Il Pastor’s Book Set Programme (SIM/EFZ) ha provveduto una serie di studio d’aiuto, incluso il Commentario Biblico Africano, a circa 7.000 pastori. Ogni serie ha il valore di circa 1.000 dollari ed è una grande benedizione per quei pastori che non riescono a permettersi studi così preziosi e strumenti di insegnamento e predicazione.
d) I ministeri di radio e Tv cristiane si sono ampliate rapidamente. C’è una vasta disponibilità di programmi radio e televisivi, ma pochi sono davvero di aiuto per il contesto di vita reale della popolazione media. Ci sono troppi programmi occidentali inconcludenti le cui tecniche di rappresentazione sono copiate dai predicatori locali.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2010)                                            Traduzione di Dario Caracciolo

1. Il cristianesimo continua ad essere largamente accettato, anche dalle istituzioni pubbliche e dai media. I cristiani influenti come i presidenti del passato hanno incrementato ulteriormente il profilo evangelico del cristianesimo. C’è libertà di religione per tutti e l’opportunità di ministero che i credenti hanno nelle molte sfide che lo Zambia affronta apre le porte all’opera cristiana. Gli evangelici erano il 3,8% nel 1960, l’8% nel 1980 e il 25,7% nel 2010.

2. Stanno nascendo nuovi ministeri olistici, iniziati sia dall’interno che dall’esterno del paese. I bisogni umanitari in Zambia sono enormi – lo Zambia è tra le ultime 17 nazioni al mondo per l’UN Human  Development Index – ma stanno nascendo dei progetti creativi di base e organizzazioni per venire incontro a questi bisogni. Lodate Dio per le persone ambiziose e piene di fede che stanno lavorando per una trasformazione sia su piccola che su grande scala.

Dati sulle Religioni

 

(che si autodefiniscono cristiane)

 

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA