DATI

CAPITALE: Mogadiscio
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
2 316 895
LINGUE: Somalo (ufficiale), Arabo (ufficiale), Italiano, Inglese
ETNIE: Somali 85%, Bantu ed altre 15%
AREA TOTALE:
 3637 657 kmq
CONTINENTE: Africa

1. Lo stato dell’Africa più mancante continua ad essere alle prese con il problema della stabilità. Più di 20 anni dopo l’inizio della guerra civile, regnano ancora la violenza e l’anarchia. I diversi tentativi di riportare la legge e l’ordine sono falliti – il governo federale “transitorio”  (TFG) non ha ancora il controllo della maggior parte del paese e  della città di Mogadiscio. I clan più forti finora hanno messo a repentaglio i tentativi di governare il sud piuttosto che rafforzarlo. Le fazioni fondamentaliste come Al Shaabab controllano gran parte del territorio arrivando persino a spingere il TFG fuori dalla sua roccaforte. Prega che tutti i Somali supportino il governo  e che la sua autorità venga stabilita per tutto il paese. Prega che i futuri governanti possano imparare dal passato, governando la nazione per il bene del popolo, rispettando i diritti umani e garantendo una vera libertà di religione.
2. Il ruolo dell’Islam è preoccupante. Gli islamisti radicali contribuiscono ai problemi odierni, infatti molti jihadisti irrompono in Somalia, vogliosi di combattere contro il governo. Le corti islamiche hanno ristabilito l’ordine nelle loro sfere di influenza, ma attraverso i modi più spietati, hanno  imposto la shari’a su tutto. Prega che i piani degli islamisti vengano ostacolati e che venga impedita una nuova tirrania religiosa.
3. La salute economica, sociale e fisica della nazione è terribile, il risultato di anni di guerra e abbandono. Più di 750.000 persone sono profughi, e 500.000 muoiono a causa dei combattimenti. La guerra e le agitazioni popolari e una forma particolarmente rigida dell’Islam  rendono molto difficoltosi gli aiuti al paese provenienti dall’esterno. Prega per:
a) Ordine e stabilità. Il caos ha creato un posto sicuro in Etiopia per contrabbandieri, banditi, pirati e terroristi, facendo aumentare i problemi; un’ interpretazione così pericolosa e oppressiva dell’Islam impedisce che la gente venga aiutata ed assistita.
b) Le strutture di peccato fanno sì che persistano gravi errori. La maggior parte delle donne subiscono la mutilazione dei loro genitali, molte vengono violentate, divorziano e vengono abbandonate dai loro mariti e molti bambini vengono portati via dalla Somalia per essere sfruttati o abbandonati.
c) Esigenze mediche. La Somalia ha il più basso bilancio sanitario tra tutte le nazioni, e il più alto tasso di mortalità infantile – circa il 12% di tutti i bambini muoiono da neonati. Le carestie provocate dalla siccità e dalla guerra fanno sì che un gran numero di persone dipenda dagli aiuti alimentari.
d) Saggia amministrazione degli aiuti. L’accesso agli aiuti è difficile e le opportunità limitate, inoltre si manifestano violente reazioni nei confronti degli aiuti “Cristiani”. Prega per protezione e un ministerio efficace per coloro che aiutano, molti dei quali sono Cristiani.
4. Il Somaliland e il Puntland. Il Somaliland situato nel nordovest del paese, si è dichiarato repubblica indipendente nel 1991. In grande contrasto con il caos che c’è nel sud del paese, è rimasto stabile, come uno  stato separato, in gran parte grazie ai clan lasciati intatti dal governo britannico e ad una  infrastruttura più forte . Il Puntland è a nord est del paese è si è auto governato dal 1998, soffrendo solo pochi scontri civili. Queste due regioni, molto più stabili e  sicure hanno il potenziale di aiutare a ristabilire la parte meridionale della Somalia. Prega che la pace che c’è nel Somaliland pervaderà il sud, e che questa pace possa creare un’ apertura per il Vangelo.
5. L’opera delle missioni, sempre a rischio e circondata da restrizioni, è stata costretta a cessare nel 1972 quando la loro istituzione è stata nazionalizzata dal regime marxista. Il lavoro di diverse missioni tra 1897 e il 1974 ha visto diverse centinaia di persone andare al Signore. Prega affinché ci siano servitori  tra i Somali e che siano devoti e pronti nel momento in cui porte ora  chiuse saranno riaperte.
6. La Chiesa Somala è stata costretta alla clandestinità nel 1991 quando il regime dittatoriale di Mohamed Siyad Barre è caduto in seguito ad una sommossa popolare. La maggior parte delle centinaia di credenti somali si sono dati alla clandestinità, si sono rifugiati all’estero fuggendo dall’anarchia. Ci sono forse circa 4.000 cristiani somali in Somalia e il doppio nella diaspora. Alcuni si incontrano segretamente, ma altri seguono Cristo essendo  stati isolati. Prega per protezione, per l’ opportunità di comunione fraterna e il discepolato. Mentre si intensifica la persecuzione mirata ai credenti aumenta anche, il coraggio della chiesa. Infatti, un numero crescente di persone sta pagando con la propria vita  il fatto di essere credenti. Prega affinché i Cristiani siano perseveranti nelle situazioni più difficili. Prega che aumentino le famiglie cristiane somale  perché la maggior parte dei cristiani sono uomini.
7. Il pregiudizio negativo contro il Cristianesimo deve essere superato se la comunità Cristiana vuole fare un più grande passo in avanti. Questo problema include:
a) False nozioni del Cristianesimo. Prega che l’associazione Cristianesimo – Decadenza occidentale venga sfatata, come venga interrotto il colonialismo europeo e l’interferenza etiope.
b) Dimostrazioni pratiche dell’amore di Cristo attraverso ministeri d’aiuto e di misericordia devono essere fatte nel modo giusto. Prega che i rifugiati e chi riceve l’aiuto dai Cristiani vengano colpiti e rispondano positivamente.
c) Il pastoralismo nomade e le strutture saldamente legate ai clan della società somala vengono percepite come incompatibili con il Cristianesimo; almeno il 60-70% dei Somali sono semi-nomadi e il 95% sono legati in clan.
8. La diaspora somala conta circa sei milioni di persone. Etiopia (4,2 milioni),Yemen (900.000), Kenya (500.000) e Gibuti (300.000)  ospitano il numero più grande. Una gran parte dei rifugiati vengono spesso emarginati nei paesi ospitanti.  Inoltre 1,4 milioni sono dislocati all’interno della Somalia. Diverse agenzie missionarie cercano di raggiungere i somali in vari paesi. Prega che queste missioni possano avere un forte impatto sui somali e che possano essere fondate chiese somale vitali, infatti al di fuori della Somalia c’è una maggiore ricettività.
9. Ministeri cristiani speciali:
a) La Bibbia in lingua Somala è stata pubblicata per la prima volta nel 1977; una revisione recente è in vendita attualmente negli Stati Uniti e in Kenya. La distribuzione può avvenire solo al di fuori della Somalia. Prega per una vasta distribuzione delle Scritture.
b) La traduzione della Bibbia per i Maay somali (clan Rahanwein ),il cui idioma  è un po’ diverso, è in corso.
c) La radio Cristiana è uno strumento evangelistico e pre- evangelistico vitale per raggiungere i Somali dall’esterno del paese. Prega per l’opera di  Somali Voice of New Life (CNC-SIM),Voice of the Path of Peace e le trasmissioni radiofoniche di FEBA, TWR, IBRA e di Adventist World Radio. È una lotta continua mantenere questo servizio, e una sfida farlo crescere.
d) Altre tipologie di materiale Cristiano per i Somali includono risorse audio da parte del GRN e della Bible Voice, siti come Ministeri Cristiani Somali e corsi biblici per corrispondenza (CNC).


(da Operation World, Jason Mandryk, 2010)                                                         Traduzione di Dario Caracciolo

1. La Chiesa somala sta muovendo i primi passi durante un periodo di grande tribolazione. I cristiani somali anche se  disprezzati, martoriati e fortemente perseguitati, stanno crescendo nella fede e nella visione. Anche se sono un peso per il loro paese, vanno avanti con determinazione e non stanno diminuendo. Anche se  coloro che sono al potere insistono ancor più energicamente nel dire che tutti i somali rimangono musulmani, ammettono anche che i Somali non sono più tutti musulmani.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Musulmani 99,67
Cristiani 0,33
Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Ortodossa etiope n.d. 10.400 36.000
Altre denominazioni [6] 14 2.277 4.833
Totale cristiane [8] 14 12.677 30.833
Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA