DATI

CAPITALE: Podgorica
GOVERNO:
Repubblica parlamentare
POPOLAZIONE:
621 810
LINGUE: Montenegrino e serbo, albanese, bosniaco, croato
ETNIE: Montenegrini 44,69, Serbi 29,02, Bosgnacchi 8,65, Albanesi 4,91, Musulmani 3,31, Rom 1,01, Croati 0,97, Altri 7,44
AREA TOTALE: 13 812 kmq
CONTINENTE: Europa

1. L’indipendenza nel Montenegro ha portato ottimismo e speranza. Il Montenegro è un piccolo Stato con un grande potenziale.  Se non ci saranno ostilità tra le comunità etnico/religiose, che è la piaga dei Balcani, allora si potrà guardare avanti. Inoltre, lo sviluppo economico (derivante dall’industria turistica che guarda all’obiettivo di entrare nell’UE), non porta pace né salvezza e diminuisce i valori onesti della società e potrebbe portare la Nazione a diventare il bersaglio di azioni disoneste. Pregate perché il Montenegro diventi una Nazione giusta, in pace,  libera dalla corruzione e fondata sull’armonia etnica. Pregate che il popolo cerchi la verità in mezzo alla loro amata Nazione.
2. La Chiesa Ortodossa è caratterizzata da un dramma di rivendicazioni e di reciproca anestetizzazione che ha del fiabesco. La Chiesa Ortodossa Montenegrina sta cercando di affermare se stessa al posto della Chiesa Ortodossa Serba. Prima del 20°secolo la Chiesa Ortodossa del Montenegro esisteva come gruppo acefalo (senza capo). Pregate che invece di presunti diritti e proprietà, i capi dell’ortodossia mostrino alla popolazione credente, che per lo più è nominale, una conduzione fondata su princìpi veramente cristiani. Pregate che arrivi nuova vita spirituale alla comunità ortodossa (75 % della popolazione totale).
3. La Comunità Evangelica è piccola ma increscita. Pentecostali, Battisti e Brethren sono chiese in crescita. Gli Evangelici sono cresciuti di 5 volte dal 2000 al 2005, ma sono ancora solo lo 0.03% della popolazione. Le Congregazioni evangeliche hanno la visione  per la condivisione del Vangelo. Pregate per la crescita della Chiesa. Pregate per una testimonianza genuina, per combattere i contrasti, per  l’unità tra le denominazioni e per ministeri efficaci.
4. La maggior parte delle etnie minoritarie ha un debole impatto con la Buona Novella. Pregate per un avvicinamento sensibile e amorevole tra:
a) Bosniaci: che sono più dell’ 11% della popolazione, ma principalmente musulmani. La loro estrema ostilità verso i cristiani è giustificata a causa delle atrocità perpetrate nei loro confronti durante la guerra dei Balcani degli anni 90.
b) Albanesi: tra loro non ci sono evangelici o gruppi di credenti.
c) Rumeni: sono ufficialmente lo 0.5% della popolazione, ma forse anche di più. Come in altri paesi balcanici sono i più poveri, disprezzati ma i più aperti al Vangelo rispetto ad altri maggiori gruppi etnici.
5. Le Missioni Estere solo ora stanno scoprendo il Montenegro, ci sono pionieri tra i Battisti, i Pentecostali finlandesi, e altri gruppi. Pregate per una reciproca, fruttifera ed edificante collaborazione tra i gruppi locali e i collaboratori stranieri.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2010)                                                            Traduzione di Laura Lucchi

La maggior parte della popolazione professa la religione cristiano-ortodossa, la maggioranza dei cui fedeli si riconosce nella Chiesa ortodossa serba, rappresentata dal metropolita del Montenegro e del Litorale, ma una minoranza segue la dissidente Chiesa ortodossa montenegrina. Alle istituzioni religiose sono garantiti tutti i diritti ed esse sono separate dallo Stato. Vi sono inoltre una considerevole minoranza di musulmani sunniti e una piccola comunità cattolica.

Dati sulle Religioni

(che si autodefiniscono cristiane)

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA