DATI

CAPITALE: Hanoi
GOVERNO:
Stato comunista marxista-leninista
POPOLAZIONE:
92.477.857
LINGUE: Vietnamita (ufficiale), Inglese
ETNIE: Kinh (Viet) 85,7%, Tay 1,9%, Thai 1,8%, Muong 1,5%, Khmer 1,5%, Mong 1,2%, Nung 1,1%, altre 5,3%
AREA TOTALE:
331.210 kmq
CONTINENTE: Asia

1. Siccome il Vietnam è una delle poche nazioni comuniste del 21° secolo, affronta nuove minacce. La repressione della libertà di ogni tipo continua, ma allo stesso tempo sono in aumento mali sociali. Tossicodipendenza, AIDS, prostituzione e sfruttamento dei bambini sono tutti troppo comuni. Il Paese ha visto una grande violenza. Divisioni e diffidenza sono stati degli strumenti efficaci nelle mani del nemico nelle ultime generazioni. Pregate che l’oscurità ideologica e morale su questa Nazione possa essere bandita dalla luce del Vangelo.
2. La devozione spirituale più profonda in Vietnam non è al comunismo o all’amalgama di buddismo, taoismo e confucianesimo tradizionalmente praticato dai Vietnamiti; sono la venerazione e l’adorazione degli antenati a costituire la maggior parte delle pratiche religiose. La loro influenza è di solito sottovalutata. I cristiani si trovano ad affrontare difficili problemi nel trattare biblicamente tali questioni. Pregate che il Vangelo possa essere saggiamente contestualizzato e possano essere spezzati i legami generazionali che sono in conflitto con Cristo.
3. Siccome la crescita economica continua, il Paese si sta aprendo sempre di più. La maggior parte della popolazione è nata dopo la Guerra del Vietnam ed è più interessata ai guadagni ed al mondo esterno anziché alla propaganda comunista. Si stanno dimostrando sensibili al Vangelo per ragioni più e meno buone. Allo stesso tempo, la ritrovata prosperità ha aperto la porta al dilagante materialismo ed altre ideologie competitive. Pregate che la Verità possa essere chiaramente ed efficacemente proclamata fra le crescenti masse di giovani professionisti.
4. Tutto il libero lavoro missionario protestante cessò nel 1975. CMA aveva lavorato per 64 anni (per 50 anni come l’unica missione protestante). Altre missioni arrivarono negli anni ’50, in particolare WEC, IMB, e UWM. Nel 1974 c’erano 280 missionari nel Vietnam del Sud da circa 20 organizzazioni. Quegli anni di semina stanno portando oggi abbondanti frutti. L’attuale sviluppo economico offre opportunità a uomini d’affari cristiani e agli insegnanti di inglese. Organizzazioni cristiane ONG che offrono validi programmi di aiuto sono sempre più invitati a lavorare là. Letteralmente centinaia di organizzazioni sia dall’Asia sia dall’Occidente rivendicano oggi un qualche tipo di lavoro in Vietnam. Molte di queste organizzazioni hanno scelto di lavorare insieme associandosi. Pregate che il Vietnam possa avere una completa apertura verso gli operai cristiani e si possa vedere una risposta da parte di operai dedicati e preparati.
5. La storia del cristianesimo in Vietnam è stata caratterizzata da sofferenza e persecuzione ma anche da grande fede e perseveranza. La situazione dal 2005 ha visto alcuni rilevanti miglioramenti, sebbene maltrattamenti dal Governo, falsità, discriminazione e completa persecuzione continuino oggi a colpire cattolici e protestanti. Lode a Dio, perché in tutto questo la chiesa ha perseverato ed è cresciuta. Pregate per:
a) I fratelli in prigione per la loro fede. Ci sono ancora in prigione centinaia di cristiani, quasi tutti dalle zone montane, incluso alcune guide cristiane. Sono stati imprigionati con processi falsi per attività antigovernative. La maggior parte ha sopportato la prigionia in condizioni spaventose. Pregate per loro – molti prigionieri sono venuti alla fede attraverso tale testimonianza. Pregate affinché i bisogni delle famiglie dei prigionieri possano essere soddisfatti.
b) La registrazione delle chiese. Oltre ai due gruppi EVCN e a sette ulteriori denominazioni è stata riconosciuta la registrazione ufficiale – un requisito governativo per operare in Vietnam – sebbene la maggior parte rimanga non registrata. Per la chiesa la registrazione rimane una questione difficile che crea divisioni. Le chiese registrate sono sotto il fuoco della pressione governativa che ha lo scopo di indurle al compromesso ed all’osservanza di rigidi regolamenti. Le chiese non registrate sono maltrattate dalla polizia, sciogliendo anche le riunioni, arrestando e interrogando i responsabili. Ci sono tensioni fra i leader della chiesa di entrambi i gruppi. L’evangelizzazione all’aperto ed il ministero itinerante sono proibiti e c’è la restrizione dei contatti con cristiani stranieri. Ma il coraggio e la tenacia di questi credenti sotto pressione raramente viene meno e la crescita continua. Pregate per una soluzione che meglio unifichi ed edifichi la chiesa in Vietnam.
c) Luoghi di incontro. Gli spazi adatti per gli incontri di chiesa sono difficili da trovare. Perfino le chiese registrate hanno difficoltà ad ottenere i permessi per costruire. Le chiese non registrate ugualmente hanno difficoltà a trovare luoghi per grandi incontri di celebrazione. Nel passato, il Governo ha sequestrato molte proprietà della chiesa. L’EVCN sta ancora contestando la confisca di più di 25 proprietà.
d) Le chiese di minoranza etnica, incluso gli Hmong e i Montagnard Ede, Jarai, Koho, Mnong, Stieng ed altri. Essi hanno sofferto in particolare una violenta persecuzione, specialmente nel passato – chiese rase al suolo, congregazioni disperse, cristiani uccisi. Tuttora sono riportati ancora movimenti di persone che si convertono a Cristo. Un’adeguata fratellanza è difficile da mantenere dove gli incontri sono illegali e le Scritture sono in poche lingue. Tutto ciò ha portato a scismi e a false dottrine in alcune zone.
6. La rapida crescita degli evangelici – crescita di nove volte dal 1975 al 2010 – è motivo di lode, ma crea alcune sfide. Alcune di queste minacciano di compromettere e minare molto di quello che è stato realizzato. Pregate per:
a) Unità. Mentre in un senso, la persecuzione ha unito insieme i cristiani, la situazione piuttosto caotica serve anche per dividere. Il movimento delle chiese in casa ha almeno 70 differenti correnti. I primi gruppi delle chiese in casa nascono dall’ ECVN(S), il più grande gruppo protestante, storicamente collegato con il CMA. Il Governo mette spesso questi gruppi l’uno contro l’altro. Pregate per la fondamentale unità della chiesa e che il nemico non possa mettere disaccordo fra i credenti.
b) L’influenza degli espatriati. Un piccolo numero di denominazioni e ministeri stranieri, desiderosi di associarsi con gli operai del campo del Signore in Vietnam, stanno effettivamente comprando l’affiliazione delle Congregazioni Vietnamite. Ciò permette l’ingresso di divisioni importate, motivazioni materialistiche e dipendenza. È in netto contrasto con le espressioni autonome ed indigene della fede cristiana che sono state normative fino a poco tempo fa. Il desiderio di poter proclamare numeri di grande “crescita” da parte di gruppi di espatriati è tanto problematico quanto la volontà dei nazionali di vendere la loro affiliazione a molteplici compratori. Pregate perché da parte di tutti siano praticate integrità e responsabilità. Pregate che i programmi non biblici siano bloccati e che la Gloria di Dio sia sovrana.
7. L’aumento di leader e la formazione teologica sono i bisogni più urgenti della chiesa vietnamita. Come i numeri crescono così aumenta il potenziale per falsi insegnamenti ed errori. Le opportunità per la formazione sono grandemente restrittive e frammentarie. I cattolici hanno riaperto alcuni seminari, tutti controllati dal Governo. L’unico Istituto di Formazione Protestante legale funziona esclusivamente per l’ECVN. Ad alcune chiese registrate è permesso di preparare i loro pastori analizzando caso per caso. Ci sono programmi di studio informali e scuole bibliche non ufficiali ad Hanoi, Ho Chi Minh City, Danang ed altrove, ma un percorso di studi regolare sarebbe un dono dal Cielo. Gli espatriati spesso entrano di nascosto nel Paese per fare seminari di leadership e formazione, ma il basso profilo di questi corsi limita i risultati. Oltre alla teologia, la formazione in altre competenze di leadership come l’amministrazione, le finanze, la contabilità e formazione professionale sono cruciali. Molti pastori sono già responsabili di molteplici congregazioni e non hanno né tempo né soldi per la formazione a pieno tempo. Pregate per mezzi creativi, sostenibili ed efficaci per potenziare una nuova generazione di leader cristiani.
8. La diaspora vietnamita è di due specie: quelli che sono fuggiti dai comunisti, in gran parte negli anni ’70, e quelli più recentemente che sono andati all’estero come lavoratori ospiti in altri paesi asiatici. Più di tre milioni vivono in varie parti del mondo, dove è possibile svolgere il ministero. Centinaia di migliaia (inclusi molti provenienti dai gruppi etnici di minoranza) lavorano all’estero come lavoratori stagionali ed hanno ascoltato il Vangelo in Malesia, Corea del Sud ed altri punti di transito, spesso attraverso l’opera evangelistica di vietnamiti che vivono all’estero. Molti vietnamiti d’oltreoceano stanno ritornando in patria con un peso spirituale per il loro paese, pregate che come risultato possa fiorire un fruttuoso e concreto ministero.
9. Pregate per quelli meno raggiunti col Vangelo. L’attuale crescita della chiesa non è uniformemente distribuita – i due terzi degli evangelici provengono da gruppi di minoranza etnica che comprendono al massimo il 13% della complessiva popolazione. Molti altri gruppi rimangono scarsamente toccati dal Vangelo, ma in più di 12 gruppi sono state stabilite delle chiese negli ultimi 10 anni dove in precedenza non c’era alcun credente. Questi comprendono:
a) I vietnamiti del Nord. A causa della più lunga presenza comunista, essi sono meno evangelizzati dei loro fratelli del Sud, ma Dio è all’opera, e c’è una veloce crescita della chiesa nel Nord.
b) I musulmani Cham e i buddisti Khmer del Delta Mekong – solo un gruppetto ha creduto. C’è stata una più grande risposta fra queste popolazioni nella confinante Cambogia, ma ci sono stati dei piccoli inizi anche in Vietnam.
c) Le popolazioni appartenenti alla minoranza del Nord. La maggior parte è animista o buddista, e fra questi non ci sono credenti conosciuti. La Radio Cristiana è un ministero chiave ma solo alcune stazioni hanno programmi nelle lingue locali. La maggioranza delle popolazioni recentemente raggiunte si trova nella regione montuosa a nord ovest.
d) I religiosi Cao Dai e Hoa Hao si sono fortemente opposti al comunismo. Insieme possono raggiungere i sei milioni, ma non stanno crescendo. Pregate che i cristiani possano familiarizzare con queste uniche credenze e culture per raggiungere i Cao Dai e gli Hoa Hao con il Vangelo.
e) I membri del partito comunista, gli ufficiali governativi ed il personale militare. Questi sono i tre pilastri della società vietnamita, ma tra questi i cristiani sono scarsamente rappresentati.
10. La letteratura cristiana e i media:
a) La traduzione della Bibbia è un impegno continuo. Molte minoranze etniche non hanno la Parola nelle loro lingue – in 37 tra queste c’è bisogno di una traduzione definitiva. Una Bibbia in vietnamita in lingua corrente fu pubblicata nel 2008. Pregate per risorse e traduttori, per il completamento del grande compito di tradurre la Bibbia nelle varie lingue.
b) Bibbie vietnamite sono state finalmente stampate legalmente e localmente negli anni ’90. Dal 1990, le Società Bibliche hanno collaborato con le chiese vietnamite per stampare 700.000 Bibbie e due milioni di Nuovi Testamenti, ma rimane ancora un grande bisogno. Centinaia di migliaia di porzioni della Scrittura e trattati Biblici sono anche stati stampati. Lode a Dio per la recente autorizzazione governativa per la stampa di Bibbie in quattro lingue delle minoranze.
c) I media audio visivi cristiani. Il film JESUS è disponibile in 16 lingue. GRN ha preparato registrazioni in più di 65 lingue del Vietnam. Pregate per gli attori e per queste registrazioni affinché possano circolare in tutto il Paese.
d) I programmi radio cristiani di FEBC sono stati rilevanti nei loro obiettivi e nei loro effetti. Il loro ministero è stato il catalizzatore per imponenti movimenti di massa fra gli Hmong ed altri gruppi del Nord. Fondamentale per evangelizzare i gruppi più isolati e per discepolare i credenti, i programmi cristiani sono largamente ascoltati nonostante le difficoltà ed i tentativi del Governo di bloccare il segnale. Ciò vale anche per i programmi FEBC in 23 differenti lingue del Vietnam e per i programmi TWR nel Nord.


(da Operation World, Jason Mandryk, 2010)                                                          Traduzione di Nunzia Caione

1. Dagli anni di persecuzione sta emergendo una crescente chiesa che testimonia. Fra i cattolici e i protestanti, con nuovi e vecchi modi di esprimersi, si sta verificando in diversi posti un significativo movimento verso Dio, sia nelle chiese registrate sia in quelle che non lo sono e fra i differenti gruppi della popolazione. Molti vietnamiti all’estero si stanno convertendo e portano il Vangelo in Vietnam quando vi ritornano. Ci sono tre gruppi principali dove si rileva la crescita della chiesa.
a) Fra le tribù montane del centro e del sud del Vietnam. Dio sia lodato per la protezione e la crescita – secondo alcune stime in soli più di trenta anni l’incremento è stato pari a nove volte! Ciò è accaduto nonostante la crudele persecuzione da parte del governo.
b) Fra gli Hmong ed altre minoranze del nord. Gli anni ’90 hanno visto crescere la chiesa rapidamente fra gli Hmong, da nessun credente nel 1988 a stime di più di 400.000 solo dopo due decadi, anche grazie all’aiuto delle trasmissioni radiofoniche di FEBC. Il movimento delle chiese in casa si è diffuso fra le popolazioni del Vietnam del Nord.
c) Fra la stessa etnia vietnamita (Kinh). Sebbene in modo molto più modesto fra questo gruppo si sta verificando una chiara crescita della chiesa nella riconosciuta e ufficiale Chiesa Evangelica del Vietnam [che attualmente è formata da due separate organizzazioni, una nel Nord EVCN(N) e una nel Sud EVCN(S)], in altre, più piccole denominazioni, però registrate, ed anche nella rete delle chiese non registrate. Nel 2009 nella città di Ho Chi Minh ad un raduno per il culto di Natale, parteciparono 40.000 persone.
2. Crescenti quantità di Bibbie in lingua vietnamita e nelle principali lingue tribali sono stampate e distribuite con il permesso del Governo. C’è ancora un grande bisogno in seguito alla rapida crescita della chiesa e c’è carenza di Bibbie nelle principali lingue vietnamite. Molti libri cristiani e materiali di studio sono stati recentemente pubblicati dalle stesse case editrici del Governo.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 9,43
Non religiosi 23,30
Musulmani 0,08
Buddisti 52,48
Indù 0,07
Etnietradizionali 7,85
Cinesi 1,00
Bahaisti 0,39
Altri 5,40
Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 2.615 4.444.805 6.845.000
EVCN (2) 928 219.937 695.000
Chiese Hmong 1.450 103.704 280.000
Movimento di chiese nelle case 1.600 100.000 250.000
Missione cristiana VN 1.141 57.057 190.000
Comunione cristiana 139 11.111 30.000
Avventista del 7*giorno 24 13.000 21.710
Battista di Vietnam(BCV) 450 6.993 20.000
Mennonita di Vietnam 133 6.000 15.600
Presbiteriana 103 9.000 12.600
Altre denominazioni [37] 2.666 149.768 289.714
Affiliati doppi -250.000
Totale Cristiane [125] 11.249 5.121.375 8.3999.624

Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA