DATI

CAPITALE: Lilongwe
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
16 310 431
LINGUE: Inglese (ufficiale), Chichewa (comune), Chinyanja, Chiyao, Chitumbuka, Chilomwe, Chinkhonde, Chingoni, Chisena, Chitonga, Chinyakyusa, Chilambya
ETNIE: Chewa 32,6%, Lomwe 17,6%, Yao 13,5%, Ngoni 11,5%, Tumbuka 8,8%, Nyanja 5,8%, Sena 3,6%, Tonga 2,1%, Ngonde 1,0%, altre 3,5%
AREA TOTALE:
 301.340 kmq
CONTINENTE: Africa

1. L’aspetto del Malawi muterà seriamente in futuro per la combinazione di povertà, crescita demografica e aumentata pressione nelle terre rurali. Il forte debito nazionale, l’AIDS e la disoccupazione, sommati ai fattori sopra citati,  portano a decisioni che richiedono saggezza, pianificazione a lungo termine e politiche del governo proattive. La morsa della povertà impedisce lo sviluppo non solo in senso finanziario, ma anche nel campo dell’educazione, della prevenzione all’AIDS, della vita famigliare e persino di un ministero efficace e organizzato. Pregate perché i leader del Malawi, molti dei quali sono solo membri di chiesa, agiscano con saggezza, umiltà  e facciano progetti a lungo termine basati su principi biblici.
2. L’avanzare dell’Islam è una questione importante in Malawi. Più dell’80% degli YAO sono musulmani e costituiscono il blocco più numeroso nel Paese e il Corano è stato tradotto in Chichewa. Il movimento coranico (Sukuti) sta tentando di sostituire il gruppo prevalente di tradizione islamica Qaddiriya con una versione più scritturale del loro credo. Inoltre, il Malawi riceve un grande flusso di fondi per mezzo dell’Agenzia Musulmana Africana, la quale sta estendendo l’influenza dell’Islam attraverso la scuola primaria, la scolarizzazione per studenti del settore del terziario così che possano andare  in nazioni musulmane, la distribuzione di aiuti anche di natura medica, la perforazione di pozzi per la ricerca d’acqua, la  costruzione di moschee, e altro, sebbene  il loro impatto religioso sia ancora molto limitato. Pregate che i cristiani siano vigilanti ed equipaggiati per affrontare questa situazione. Pregate anche che i cristiani portino una testimonianza vera e amorevole ai musulmani in tutto il Malawi.
3. L’AIDS è un flagello terribile. L’aspettativa di vita della popolazione si è ridotta a 43 anni, più di un milione di persone è infetto dal virus HIV. L’AIDS è la prima causa di morte della popolazione di età compresa tra 15 e 24 anni; in questo gruppo le femmine sono il doppio dei maschi e ci sono almeno 500.000 orfani a causa dell’AIDS. Pregate per il programma: “ Perché aspettare” che nella lotta contro AIDS/HIV, educa insegnanti e altri alla benedizione dell’astinenza sessuale prima del matrimonio. Anche se i trattamenti medici contro il retro virus dell’AIDS sono disponibili ed efficaci, la piaga sociale rimane. Pregate perché la chiesa sia meglio equipaggiata, faccia prevenzione per combattere l’AIDS con ministeri efficaci. In questo senso gruppi come SU e SCOM/IFES  stanno lavorando tra studenti e professori.
4. La Chiesa Presbiteriana dell’Africa Centrale (CCAP) è la denominazione più importante, il frutto della visione dell’esploratore del  19° secolo David Livingstone. É un’unione di chiese fondata dalla Chiesa Olandese Riformata del Sudafrica, della Chiesa di Scozia e della Chiesa Libera di Scozia. Pregate perché la rinascita del nominalismo e dell’influenza della religione tradizionale  sono all’ordine del giorno, anche se ci sono  ancora molti leader e congregazioni evangeliche forti. Pregate per l’unità delle diverse denominazioni e per quelle  che hanno conservato una fede genuina tra le fila del CCAP.
5. I problemi maggiori da affrontare dalle chiese sono:
a) Mantenere un ministerio efficace in mezzo alla povertà più profonda e di fronte all’aumento  del problema dell’AIDS.
b) Un’educazione teologica efficace ed appropriata. Ci sono 17 Scuole Bibliche Protestanti e 4 Seminari Cattolici. Pregate perché la Facoltà di Teologia di Zomba assuma una posizione più fortemente evangelica. Pregate per coloro che sono chiamati al ministerio. Pregate per la creazione di nuovi programmi di formazione pastorale tra le chiese Pentecostali e Carismatiche in rapido sviluppo.
c) Formazione dei pastori e collaboratori poiché il modello tradizionale di educazione teologica non può produrre leader velocemente e soddisfare le esigenze di una chiesa in rapida crescita. Le chiese rurali povere ne hanno più bisogno, poche di queste possono permettersi di formare e sostenere “operai per la messe”. I corsi TEE sono gestiti a Zomba dal TEEM (TEE del Malawi). La formazione per pastori in servizio è disponibile con vari mezzi.
d) Dotazione finanziaria per gli studenti di teologia e pastori in addestramento, dato che la povertà è il primo fattore che impedisce l’educazione teologica. Pregate perché le dotazioni siano supportate da finanziamenti e associazioni. Pregate anche per nuovi modi di ammaestramento che possano accogliere pastori anche molto poveri.
e) Unità. Pregate per una maggiore cooperazione tra l’Associazione Evangelica del Malawi (EAM), il principale Concilio Cristiano (CCM) e le Chiese Carismatiche.
6. Fioriscono i ministeri studenteschi (Life Ministries/CCCI, SCOM/IFES, SU, Chi Alpha) con più di 500 gruppi studenteschi SCOM che coinvolgono 30.000 giovani. CCCI si muove nei campus studenteschi per collaborare con le Chiese nel discepolato e l’ammaestramento evangelico. Gli studenti sono aperti spiritualmente ma non solo per il Vangelo. Pregate per un impatto duraturo del ministerio tra gli studenti, per il discepolato, che sia lungo a sufficienza da formare e che con ciò venga trasformata l’intera Nazione.
7. I meno evangelizzati. Pregate che sia i malawiani che i credenti espatriati possano condividere in modo efficace l’amore di Cristo con:
a) Gli YAWO, sono principalmente musulmani e rappresentano la sfida missionaria più grande nel Malawi. Ultimamente sono stati fatti tentativi da gruppi di varie missioni evangeliche: SIM, Brethren in Christ, AOG, Frontiers, Australian and South African Baptists, FEBA, CAPRO, Deeper Life e altri, ma pochi di loro sono venuti a Cristo. La traduzione della Bibbia e le trasmissioni radiofoniche sono molto sviluppate e una Chiesa Yawo sta cominciando a vivere!
b) Le varie tribù praticano ancora la religione tradizionale Tutte queste tribù hanno al loro interno alcuni cristiani,  anche se sono la minoranza più piccola. Esse includono i Southern Nyanja (11.6% della popolazione), i Kokola (1.7%), Nyungwe (0.1%) e altri gruppi più esigui.
c) Le genti asiatiche inclusi Gujarati , Kachi e Tamil. Sono stati fatti solo dei tentativi sporadici per evangelizzare queste persone che sono principalmente indù e musulmane.
8. I missionari espatriati sostengono principalmente le denominazioni e le agenzie già esistenti con l’addestramento e le istituzioni cristiane. Pregate perché ci sia una collaborazione vera tra stranieri e malawiani che porti  a ministeri fruttiferi. Le maggiori agenzie sono: SIM, IMB,NGK, Liebenzell Mission, PAOC.
9. Ministeri di aiuto cristiani, pregate per:
a) La traduzione della Bibbia. Il completamento dell’intera Bibbia è l’obiettivo più importante. La Bibbia in lingua yawo è stata conclusa nel 2011, ma ancora molti linguaggi minori sono senza un Nuovo Testamento e necessitano di traduzioni.
b) La Società Biblica. C’è una forte richiesta di materiale scritto per uso locale e per le comunità dei rifugiati, ma i fondi sono limitati. Molti cristiani delle campagne non possiedono una Bibbia e la  loro maggiore risorsa biblica è quella radiofonica. La Scrittura e l’insegnamento esistono già in  26 linguaggi curati della Società Biblica, GWN e TWR.
c) Letteratura: è molto ricercata ma costosa. Pregate per un supporto adeguato e di qualità del materiale letterario per la chiesa povera in crescita. La maggior parte dei volumi di libri cristiani disponibili è in inglese e di seconda mano, oltre ad alcuni materiali pubblicati localmente.
d) Radio cristiana. La radio nazionale trasmette regolarmente programmi cristiani. Il canale locale All Nation Radio copre  la metà dei distretti del Paese. TWR trasmette ora 24/7 da Lilongwe con altre sei stazioni cristiane locali private, inclusa African Bible College e FEBA.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2010)                                Traduzione di Laura Lucchi

1. Nonostante la crescita demografica, l’AIDS e l’arrivo di molti immigrati dai paesi limitrofi, il Malawi resta una terra di pace e stabilità in una regione piagata da guerre e da violente lotte civili e politiche, questo riflette la natura pacifica e principalmente rurale della popolazione. La democrazia è multipartitica e gode di un ottimo stato, anche perché il Presidente è preparato in materia di economia e ha una posizione anti-corruzione. Ringraziamo Dio per la pace che dona ai suoi ministri cristiani e che per la sua grazia continui  lo sviluppo della Nazione.
2. Il Malawi è uno scenario spiritualmente ricco, dove c’è una costante crescita evangelica. A ciò hanno contribuito anni di semina (AE, DM, Global Field Evangelism, CFAN evangelistic campaign), ministeri tra i giovani (SU, SCOM/FES), nuova vitalità per tutti i programmi delle chiese, incontri nelle case e movimenti di preghiera. La presenza evangelica è ampiamente distribuita tra conservatori e Chiese Africane Avviate (AIC). Il Vangelo ha penetrato ogni livello della società e alcuni luoghi hanno visto un risveglio locale, mentre la crescita carismatica è esplosa di meno rispetto ad altre parti dell’Africa. Si registra inoltre un aumento solido, anche se non spettacolare, della fede biblica attraverso le frontiere, questo è già in sé un motivo di ringraziamento.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 76,00
Musulmani 16,90
Etnie tradizionali 6,50
Bahaisti 0,20
Indù 0,20
Non religiosi 0,20
Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 165 1.884.375 3.618.000
Assemblee di Dio 2.500 553.191 780.000
Avventista del 7*giorno 1.212 272.642 445.000
Altre indipendenti africane 2.890 173.243 385.000
Anglicana 425 112.000 280.000
Battista 1.500 112.500 225.000
Evangelica Zambezi 630 100.455 221.000
Testimoni di Geova 1.210 81.000 162.000
Zion 1.212 72.727 160.000
Assemblea battista africana 811 60.800 152.000
Carismatiche 200 60.000 92.400
Chiese di Cristo 1.500 40.000 92.000
Luterana 260 44.667 67.000
Acque vive 193 29.000 58.000
Chiesa di Cristo 55 32.934 55.000
Chiesa del Nazareno 266 24.490 48.000
Pentecostale unita 430 20.000 45.000
Evangelica africana 135 12.941 44.000
Missione apostolica della fede 230 18.300 40.626
Evangelica unita 132 13.201 40.000
Altre denominazioni [59] 6.167 421.912 995.185
Totale cristiane [397] 22.590 4.841.358 9.757.211

Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA