DATI

CAPITALE: Bissau
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
1 530 673
LINGUE: Portoghese, kriol, un creolo portoghese.
ETNIE: Fula (20%) e mandinka (13%), i balanta (30%) e i papel (7%),i manjaco (14%) e i mancanha.
AREA TOTALE:
36 125 kmq
CONTINENTE: Africa

1. La povertà, il fermento politico e i conflitti violenti si combinano per opprimere la popolazione di questa terra. C’è del potenziale  limitato a risorse naturali non sfruttate, ma sembrano distanti le opportunità di un genuino progresso e sviluppo. L’influenza del traffico di narcotici ha una grande capacità di corrompere la polizia, l’esercito e le figure governative e, inoltre, schiavizza la popolazione impoverita. La breve  storia politica segnata da conflitti evidenzia il bisogno di stabilità, di  perdono e di veri mediatori di pace. Pregate che Dio possa suscitare leader retti che guidino il loro popolo.
2. La leadership della chiesa è solida, matura e composta da persone autoctone, con sempre più programmi di training ben organizzati. L’Istituto Biblico della chiesa evangelica è la chiave di questo processo, con lezioni bibliche serali e la sponsorizzazione di pastori promettenti che vanno a studiare in Brasile. Le congregazioni più povere e più remote, però, sono meno attraenti per i servitori e perciò sono dimenticate. Coloro che hanno un ministero rurale devono spesso prendersi cura di diverse congregazioni contemporaneamente. Pregate che la visione della chiesa evangelica venga messa in atto e pregate per dei servitori locali preparati e appassionati che vadano nelle zone remote e non raggiunte della Guinea-Bissau e nell’intera regione.
3. C’è un crescente numero di missionari nel Paese, la maggior parte dei quali è latino-americana e asiatica, ma gli occidentali sono particolarmente pochi. Le più grandi agenzie missionarie sono WEC, YWAM e Kairos (Brazil). Molti nuovi gruppi stanno arrivando, inclusi alcuni corpi teologicamente marginali. Alcuni stabiliscono denominazioni vicino le chiese esistenti piuttosto che andare nelle aree bisognose e non raggiunte. La maggior parte non rimane a lungo termine e molti sono mandati dalle loro chiese senza una reale responsabilità o supporto. Pregate per i missionari che possano cooperare attraverso le diverse linee organizzative e con la chiesa nazionale; pregate anche che una maggiore enfasi possa essere data al lavoro tra i non raggiunti col Vangelo. 

4. I gruppi meno raggiunti col Vangelo per i quali pregare:

a) I musulmani Fula/Fulbe e Mandinka. Entrambi sono gruppi ampi e dominanti in molti paesi dell’Africa occidentale con una ricca storia e molta influenza. Sono largamente responsabili di portare l’Islam in Guinea-Bissau; che possano diventare invece responsabili della diffusione della Buona Notizia. I Fula sono sempre più ricettivi al Vangelo, e in alcune località, si stanno formando gruppi di credenti. I Mandinka sono più resistenti ma hanno alcuni singoli credenti nelle città.
b) Popolazioni meno numerose composte da musulmani e credenze animiste. I Biafada, Nalu, Masoanke, Jahanka, Jola-Fonyi, Soninke, Susu e i Badyara sono stati interessati da un lavoro molto esiguo, seppure esistente, concentrato su loro attraverso la loro lingua e cultura. Pregate per il ministero tra queste popolazioni e affinché i frutti possano essere prossimi.
c) Le persone con una religione tradizionale sono maggiormente evangelizzate rispetto ai musulmani. Lode a Dio perché ci sono cristiani appartenenti a quasi tutti questi gruppi. Essi includono i Balanta, Papel, Bijago, Manjaco, Mancanha, Jola-Felupe e Bayot. Pregate anche che il Vangelo raggiunga gli altri popoli più piccoli e spesso tralasciati.
5. La scrittura e la letteratura  sono aree di grande bisogno e con grande potenziale. La povertà e la bassa scolarizzazione le rende una sfida ma il bisogno spirituale e la pressione proveniente dalle altre fedi rendono questo ministero essenziale.
a) La traduzione della Bibbia. La Bibbia in creolo è un grande successo. Quasi tutte le chiese la utilizzano ed è già alla quarta ristampa. Il Nuovo Testamento è disponibile in Papel, Bijago, Fula e Mandinka e presto lo sarà in Balanta, sebbene non sia molto utilizzato. SIL/ALEM, la società Biblica, The Seed Company, KIMON e la chiesa nazionale lavorano tutti insieme per la traduzione, l’alfabetizzazione e la preparazione.
b) I libri cristiani hanno scarsa circolazione, pochi lettori e costi elevati e ci sono solo due librerie cristiane nel Paese. Pregate per lo sviluppo di materiale utile ad equipaggiare i santi. Pregate per la chiesa che possa fare propria una visione per la letteratura cristiana.
c) L’alfabetizzazione deve essere rafforzata al massimo per massimizzare i benefici del nuovo materiale che è in stampa. Pregate per le infrastrutture – incluse molte scuole primarie per la gente del posto create e gestite dalla chiesa nazionale e dalle agenzie missionarie- e per i corsi di alfabetizzazione per gli adulti che possano avere un grande effetto e possano generare appetito per la lettura che a sua volta possa condurre le persone alla Scrittura. È necessaria una maggiore coordinazione per l’educazione locale offerta dalle chiese protestanti, che spesso è frammentata, ed è necessaria una rappresentanza di molti gruppi al ministero dell’istruzione.

6. Ministero mediatico:
a) La radio cristiana. Ogni settimana è mandato in onda un programma sulla radio nazionale. Pregate che i produttori siano capaci di migliorare la sua qualità e che si continui ad avere il permesso di trasmettere. Pregate per la nuova stazione radio cristiana nell’area befata; è in onda in diverse lingue. Molte città hanno stazioni radio locali e molte concedono del tempo ai pastori locali per dei programmi settimanali.
b) Le risorse audio, incluse le cassette, hanno un grande potenziale in una vasta società orale. Il NT in creolo è disponibile in cassette e GRN ha registrazioni in 28 lingue e dialetti. Proclaimer e Megavoice sono due consolidate registrazioni audio con passi biblici e storie bibliche. Pregate che queste risorse siano ben utilizzate.
c) Il film JESUS, ora disponibile in 14 lingue, è ampiamente utilizzato nell’evangelizzazione. La disponibilità del film in lingue tribali è limitata; lode a Dio per lo sviluppo di un DVD che include le lingue tribali, creolo e portoghese. Pregate per una sua maggiore disponibilità e per frutti duraturi che producano una notevole crescita della chiesa.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2010)

1. Lode al Signore per la continua ricettività al Vangelo e per la libertà religiosa, in contrasto con molti altri paesi di quella regione. Gli evangelici hanno prestato assistenza durante la guerra civile e hanno lavorato con cattolici e musulmani negli sforzi di riconciliazione politica. La chiesa evangelica della Guinea-Bissau è perciò vista con molto rispetto dal governo e ha ottenuto come risultato la libertà di operare. Pregate che la chiesa possa continuare ad essere una guida nel dimostrare amore pratico e compassione e nell’incoraggiare la pace e la riconciliazione.

Dati sulle Religioni

(che si autodefiniscono cristiane)

 

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA