DATI

CAPITALE: Port Luis
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
1 262 970
LINGUE: Creole 80,5%, Bhojpuri 12,1%, Francese 3,4%, Inglese (ufficiale) meno dell’1%, altre 4,0%
ETNIE: Indo-Mauriziani 68%, Creole 27%, Sino-Mauriziani 3%, Franco-Mauriziani 2%
AREA TOTALE:
2 040 kmq
CONTINENTE: Africa

1. L’evangelizzazione è una sfida in questa società complessa, multi-etnica e multi-religiosa. Pregate per molta saggezza e discernimento. L’induizzazione del governo e della cultura, così come i forti legami etnici ed ancestrali, rendono difficile il processo di conversione per gli Indiani. Tuttavia, un gran numero di Indù vengono a Cristo per via della forte testimonianza delle chiese evangeliche Pentecostali.
2. Molte delle chiese più antiche sono in graduale declino, e sono tradizionali e nominali. Molti Cattolici sono influenzati dall’infiltrazione di pratiche e credi Indù nella Chiesa. Il movimento carismatico ha avuto un grande impatto sui Cattolici, e molti sono venuti alla fede in Cristo. Molti di essi hanno già formato dei loro gruppi indipendenti. In ogni modo, la Chiesa Cattolica sta sperimentando un ritorno alla lettura della Bibbia, ed ha molti ministeri attivi sull’isola.
3. Tra gli Evangelici, la crescita è stata più rapida tra i gruppi Pentecostali e carismatici. Gli altri gruppi evangelici e le cellule in casa indipendenti stanno sperimentando una crescita più modesta, ma non senza opposizione. La sottile discriminazione, quando si richiedono permessi ufficiali, così come l’aperta ostilità verso quelli che condividono il Vangelo, è comune. In quest’atmosfera iper-ecumenica, coloro che fanno proselitismo sono visti come imperialisti e intolleranti. La Chiesa ha spesso sofferto a causa di divisioni interne, ma la formazione nel 1995 dell’Unione delle Chiese Cristiane nelle Mauritius è stato un grande passo verso la promozione dell’unità Cristiana. Pregate che gli Evangelici siano uniti nella loro presentazione del Vangelo ai non credenti.
4. La preparazione dei leader è di primaria importanza. La Scuola delle Assemblee di Dio offre programmi che vanno dalla corrispondenza fino a corsi a livello di laurea. Il TEE viene utilizzato dalla maggior parte delle denominazioni e ci sono molte scuole per corrispondenza, una è il College Emmaus. Lo sviluppo più entusiasmante è la nascita del Mauritian Bible Training Institute, una Scuola Biblica evangelica. Essa è sponsorizzata dalla SIM ed ha circa 50-60 studenti con molte università via satellite. Ringraziamo il Signore per lo sviluppo della preparazione Biblica, ma preghiamo anche che le Mauritius possano ricevere più insegnanti della Parola che siano modelli di devozione ben preparati.
5. C’è una grande apertura tra i giovani. Essi sono meno legati dal punto di vista etnico, ma molti sono frenati dall’impegno per via della pressione della famiglia o dei leader della chiesa liberale. Le opportunità di ministero nelle scuole ed università sono limitate (l’università è non-residenziale), ma i Giovani per Cristo, i GBU, e i SU stanno cercando modi creativi per raggiungere gli studenti.
6. Il lavoro missionario nelle Mauritius è limitato per la difficoltà nell’ottenere permessi di soggiorno a lungo termine e per la mancanza di personale idoneamente preparato. Le missioni evangeliche con personale presente sono: i Presbiteriani, le Assemblee di Dio, la SBC, la SIM (2 per ognuno). I missionari mandati dalle Mauritius sono pochi per l’isolamento e la mancanza di visione missionaria. Pregate che i credenti Mauriziani possano diventare più attivi nel sostenere l’evangelizzazione mondiale. Cinque Mauriziani stanno servendo Dio all’estero, 4 con la WEC.
7. Minoranze specifiche non raggiunte:
a) Musulmani. Il numero dei convertiti è insignificante in confronto al numero della popolazione, e ci sono solo due credenti che lavorano attivamente tra loro.
b) i Rodrigues Islanders (35.000) sono poveri, isolati e il 97% sono Cattolici. Gli Anglicani e diverse denominazioni Pentecostali hanno cominciato a fondare chiese su quest’isola.
c) Gruppi che parlano lingue Indiane, Bhojpuri, Hindi e Urdu, che rappresentano tutti grandi gruppi non raggiunti dal Vangelo in India. Il film JESUS e la distribuzione di letteratura vengono usati per raggiungerli.
d) La comunità Cinese. La maggioranza dei Cinesi è diventata Cattolica. I credenti Evangelici si contano intorno ai 600 in quattro o cinque congregazioni. Pregate perché siano rimosse le barriere dei poteri demoniaci e la ricerca della ricchezza le quali tengono molti lontano dal prendere una decisione per Cristo.
e) I Chagos Islanders furono evacuati alle Mauritius dal Territorio Britannico dell’Oceano Indiano, 1.700 km. a nord-est, nel 1966-70, ma hanno riacquistato il diritto a ritornarvi. Quasi tutti sono Cattolici. Pregate per il ritorno, il ristabilimento e per delle continue opportunità per questi 5000 Chagossiani di ascoltare e rispondere al messaggio del Vangelo.
8. Ministeri di supporto:
a) La Società Biblica occupa un ruolo vitale nella distribuzione su tutti i territori delle isole dell’Oceano Indiano – Seychelles, Reunion, Comore e altre.
b) Le librerie Cristiane sono cresciute da due presenti nel 1990 a nove nel 2000. Nonostante ciò, la letteratura Cristiana non arriva nelle mani dei non credenti. Pregate per la fornitura e distribuzione di letteratura Cristiana appropriata.
c) L’Unione della Scrittura distribuisce materiale per la lettura quotidiana della Bibbia e anche coordina varie campagne evangelistiche a breve termine.
d) I programmi radio Cristiani dalla FEBA – le Seychelles sono sintonizzate sulle Mauritius – quasi 2 ore alla settimana in Francese. Ai Cattolici, Battisti e le SdA è stato concesso del tempo sulla stazione del governo. Un gruppo impegnato all’interno della chiesa è stato formato per produrre programmi in lingua creola.
e) Il film JESUS è disponibile in Bhojpuri, Creolo, Francese, Panjabi, Tamil e Urdu.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                            Traduzione di Sara Puzzuti

La cultura religiosa di Mauritius riflette sia i diversi trascorsi coloniali, sia la natura cosmopolita della sua società. In città come la capitale Port Louis si trovano, a poca distanza, moschee, chiese cristiane, pagode e un cimitero ebraico. Nel corso dell’anno si alternano feste religiose corrispondenti a diversi culti, le induiste Divali, o “festa delle luci, e la Cavedee, il Natale cristiano e l’ʿĪd al-fitri slamica.

Secondo il censimento del 2011 del locale ufficio nazionale di statistica, l’Induismo riguarda il 49% della popolazione, il Cristianesimo il 32%, l’Islam il 17% e il Buddismo lo 0.4%.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Indù 48,60
Cristiani 32,71
Musulmani 17,02
Non religiosi 0,42
Bahaisti 0,40
Cinesi 0,33
Buddisti 0,32
Sikh 0,20
Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 49 150.406 278.251
Assemblee di Dio 140 50.000 85.000
Chiesa di Dio (Cleveland) 43 9.667 14.500
Avventista del 7* giorno 38 3.779 5.500
Anglicana 17 3.247 5.000
Testimoni di Geova 29 1.850 4.120
Cristiana 7 1.500 2.700
Voce della salvezza 31 1.227 2.700
Presbiteriana 5 1.100 1.463
Evangelica 5 500 850
Altre denominazioni [28] 118 9.764 21.405
Totale Cristiane [38] 482 233.040 421.489

Dati aggiornati al 2010, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA