DATI

CAPITALE: Antananarivo
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
22 434 363
LINGUE: Francese, Malgascio
ETNIE: Malayo-Indonesiana (Merina e legato con Betsileo), Cotiers (misto Africano, Malayo-Indonesiana, e discendenza Araba), Francesi, Indiani, Creolo, Comoriani
AREA TOTALE:
587.040 kmq
CONTINENTE: Africa

1. La chiesa protestante ha avuto una gloriosa storia di fede malgrado le persecuzioni da parte di governatori pagani e le molestie da parte delle autorità coloniali cattoliche francesi. Si è sviluppata da 5.000 nel 1861 – ad un milione nel 1900. Ci sono stati movimenti significativi di risveglio all’interno delle chiese più grandi nel 1895, 1941, 1948 e durante gli anni ’80. Il movimento laico indigeno degli “shepherds” è stato uno dei risultati di questo risveglio ed esso opera ora nelle principali chiese della federazione protestante, da 50 sedi centrali sparse su tutta l’isola. La loro enfasi sulle guarigioni e l’esorcismo ha prodotto molte conversioni e ha riempito le chiese di alcune aree geografiche. Possa questo movimento continuare a crescere ed essere radicato nelle scritture.
2. Molte congregazioni sono caratterizzate da inattività spirituale piuttosto che da risveglio. Compromessi fatti con le vecchie credenze, la venerazione degli spiriti degli antenati e la stregoneria sono molto diffusi e sono perfino in aumento tra coloro che sostengono di essere cristiani. Rimangono le forme di adorazione, ma molti hanno capito poco del messaggio biblico della salvezza. La comunità cristiana è “cristianizzata” all’80 per cento, ma non è in realtà evangelizzata. Preghiamo che la potenza di Gesù possa essere manifestata e che molti possano abbandonarsi a Lui completamente.
3. I credenti evangelici sono presenti prevalentemente nei movimenti di risveglio delle principali chiese – specialmente in alcune parti della chiesa luterana e nelle chiese pentecostali e battiste – la maggior parte delle quali sono di origine indigena. Preghiamo per unità tra i veri credenti e anche per un’evangelizzazione efficace attraverso di loro. Il bisogno di formazione pratica su come evangelizzare è grande.
4 La formazione teologica è la più grande fonte di debolezza della chiesa. Ci sono sette seminari e dieci scuole bibliche, però alcune sono teologicamente liberali e facilmente fanno compromessi con l’astrologia e le usanze pagane. Preghiamo che queste scuole possano tornare ad insegnare la teologia biblica per la quale i loro antenati hanno perso la loro vita. Le Assemblee di Dio, i Battisti, METM (con la partecipazione di AIM) e la chiesa Pentecostale “Gesù Salva” possiedono delle scuole evangeliche bibliche. Preghiamo per la presenza di guide ben istruite e guidate dallo Spirito Santo che siano in grado di applicare le verità bibliche alla visione del mondo malgascio.
5. I giovani sono la chiave per il futuro di questo popolo in rapida crescita. SU ha 15 dipendenti a tempo pieno in scuole e in ministeri per campeggi, e i GBU (IFES) hanno 5 collaboratori con 2.000 membri in 120 gruppi. Questi hanno avuto un impatto positivo nella capitale, ma poco è stato fatto in altre parti del Paese. I ministeri di YWAM e YFC sono in aumento. Preghiamo per loro e per la mobilizzazione di giovani per l’evangelizzazione. La CEF svolge un lavoro crescente tra i bambini.
6. Zone e gruppi di persone meno raggiunte con il Vangelo:
a) Oltre 5.000 villaggi e 5 milioni di persone vivono nelle zone meno evangelizzate del nord e del sud. Il maggior problema è l’inaccessibilità. Le chiese e i credenti sono pochi. Il ministero di MAF e di Helimission che consiste nel provvedere un ministero di comunicazione e rifornimento di vitale importanza, è fondamentale anche per il progresso del Vangelo. Gli evangelisti malgasci viaggiano per giorni per raggiungere questi villaggi – preghiamo per la loro salute, il loro bisogno di biciclette, di denaro e di fede.
b) I tradizionalisti malgasci sono la maggioranza tra gruppi come i Sakalava nell’ovest e i Betsimisaraka, i Mahafaly, i Bara, gli Antambahoaka e i Tankarana. Piú dell’80% della popolazione del sud è ancora non-cristiana. I Mahafaly sulla punta a sudovest dell’isola, stanno chiedendo aiuto spirituale. Guaritori sciamani e stregoneria abbondano. La demonizzazione è un enorme problema.
c) I musulmani stanno crescendo in numero tra i Sakalava sulla costa occidentale, gli Antemoro ad ovest e gli Antankarana nel nord. Si stanno intensificando gli sforzi musulmani internazionali e nazionali per rinforzare e diffondere l’Islam attraverso la costruzione di moschee e le offerte di formazione ed insegnamento. L’Islam popolare è la norma. Preghiamo che l’attuale vuoto spirituale possa essere riempito con il Vangelo. Le campagne evangelistiche dirette ai musulmani sono limitate. La chiesa luterana li evangelizza vigorosamente con il programma Shalom ed AIM ha iniziato un ministero tra i Sakalava e i Bara.
d) Le minoranze etniche. Preghiamo per i commercianti musulmani Comoriani e Gujarati tra i quali, per quanto ne sappiamo, esistono pochi credenti; AIM è alla ricerca di collaboratori che possano cominciare un ministero tra di loro.
7. Il gruppo di missionari protestanti è piccolo, e la difficoltà di ricevere un permesso di soggiorno è un grosso impedimento per l’aumento del loro numero. Per i nuovi pionieri la sfida più grossa è di andare in zone dove le condizioni di vita sono difficili anche per la salute. Sono necessari un impegno a lungo termine e un amore per le persone, la loro lingua e la loro cultura – molte evangelizzazioni a breve termine non sono state progettate con molta saggezza. Molti stranieri sono impegnati nel ministero con e per le esistenti denominazioni indigene – nell’insegnamento della Bibbia, con la letteratura e con servizi sociali. Le maggiori agenzie di missione sono: i Luterani norvegesi (46 lavoratori), YWAM (27), SdA (24), AIM (18), CCCI (17), MAF (14), i Luterani evangelici, degli Stati Uniti (14), AoG (8), CBI (4).
8. Ministeri di sostegno cristiani — preghiamo per un frutto eterno!
a) Le Bibbie. La Bibbia protestante malgascia è disponibile dal 1836. È molto apprezzata nella cultura dei Merina, ma per gli altri dialetti è difficile da capire. Preghiamo che il suo messaggio possa penetrare in tanti cuori. La società della Bibbia (UBS) possiede un ministero ampiamente riconosciuto e un programma di distribuzione efficace, ma la mancanza di risorse straniere limita l’importazione e la stampa delle Scritture. Attualmente si sta traducendo una nuova Bibbia malgascia, inter-confessionale e molto più leggibile di quella precedente. Esiste poca letteratura cristiana. Ci sono pochi libri spirituali buoni in malgascio. I Luterani ed i Cattolici possiedono delle grandi case tipografiche.
b) La radio cristiana. I programmi cristiani sono regolarmente in onda sulle stazioni nazionali e su molteplici stazioni locali FM nei centri urbani più grandi – ma tutti sono mancanti in qualità, organizzazione o direzione costanti. Avotra, un ministero locale, possiede una stazione radio in Nosy Be con alcuni ministeri tra i Musulmani. HCJB e la Islands Mission hanno aiutato ad installare un certo numero di stazioni FM. Sia lo TWR-Swaziland che il FEBA-Seychelles trasmettono settimanalmente via radio un totale di 9 ore in malgascio e 7 ore in francese. La povertà e la mancanza di batterie nelle zone rurali ne limita l’ascolto.
c) Il film di Gesù, sia in malgascio che in francese è ampiamente usato, ma dovrebbe essere disponibile in altri dialetti oltre il Merina.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                        Traduzione di Deborah Jones

1. La chiesa locale è cresciuta negli anni ’90 nonostante disastri politici e naturali. La chiesa luterana è aumentata di 300.000 nuovi convertiti nell’anno 1995. I Pentecostali e le assemblee carismatiche si sono moltiplicate. Parecchie chiese, comprese quelle CEIM e METM hanno mostrato uno sviluppo notevole a livello numerico e spirituale.
2. La completa libertà religiosa è stata raggiunta dopo anni di retorica marxista. La presenza di una profonda fame spirituale ha ora introdotto un periodo di raccolta.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 47,63
Etnie tradizionali 44,77
Mussulmani 7,00
Non religiosi/altri 0,41
Bahaisti 0,12
Cinesi/Buddisti 0,07
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 320 1.750.000 3.300.000
Chiesa di Gesù Cristo 4.500 1.200.000 2.500.000
Luterana 7.212 375.000 1.500.000
Episcopale 1.100 100.719 280.000
Missione evangelica indigena 350 52.500 105.000
FTMA 120 50.000 100.000
Avventista del 7* giorno 255 53.871 75.000
Chiesa pentecostale Gesù Salva 146 29.279 65.000
Unione pentecostale 400 27.000 40.000
Testimoni di Geova 225 10.441 35.000
Evangelica libera 186 14.865 33.000
Assemblee di Dio 115 10.000 21.000
Battista biblica 50 1.652 5.500
Altre denominazioni [38] 1.739 157.500 345.000
Affiliati doppi -400.000 -810.000
Totale Cristiane [51] 16.718 3.433.000 7.595.000

Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA