DATI

CAPITALE: Madrid
GOVERNO:
Monarchia costituzionale
POPOLAZIONE:
46 280 303
LINGUE: Spagnolo castigliano (ufficiali) 74%, Catalano 17%, Galiziano 7%, Basco 2%, sono ufficiali in qualche regione
ETNIE: Mescolanza di tipi mediterrani e nordici
AREA TOTALE:
505 936 kmq
CONTINENTE: Europa

1. L’inquisizione rimane un’ombra nera sulla Spagna. Nel nome di Cristo, la chiesa cattolica nel 16° secolo ha mise al rogo centinaia di migliaia di ebrei, mori e protestanti spagnoli innocenti. Quest’arma di repressione fu poi utilizzata dovunque nelle Americhe contro il popolo indigeno. La chiesa venne associata con la bigotteria e la tirannia, ed in seguito macchiata per il suo appoggio alla dittatura di Franco. Pregate che questa macchia sulla nazione spagnola sia confessata e abbandonata pienamente in modo che diminuisca la vergogna sul cristianesimo.
2. La chiesa cattolica è in grave crisi. Ha perso seguaci e poteri; la sfiducia largamente estesa come istituzione, ha prodotto un effetto demoralizzante. Le poche vocazioni al sacerdozio hanno fatto si che l’età media dei preti sia ora di 57 anni. C’erano 23.000 seminari nel 1960, ma meno di 2.000 nel 1999. Il movimento carismatico sta crescendo, ma è ancora piccolo con circa 30- 35.000 membri attivi in 650 gruppi. I secoli di controllo e di regole hanno vaccinato la maggioranza del popolo contro un cristianesimo più biblico. Pregate che il lascito di schiavitù e cecità spariscano.
3. C’è un vuoto spirituale che viene riempito da:
a) Secolarismo e materialismo.Nonostante l’aumento della libertà religiosa, non c’è stata la conversione desiderata ad una relazione personale con Cristo.
b) Culti stranieri. Ci sono più Testimoni di Geova che Evangelici, ed il numero dei Mormoni sta aumentando rapidamente – in contrasto con la crescita evangelica lenta e penosa.
c) L’occulto. I medium, la stregoneria, l’astrologia, il paranormale ed i culti satanici hanno una presenza spiccata.
d) Droghe. Ci sono circa 300.000 drogati di eroina e cocaina, una delle principali cause dell’epidemia dell’AIDS. Nel 2000, sono stati stimati 120.000 portatori del virus HIV (0,6% della popolazione) e le vittime dell’AIDS sono le più numerose tra tutti i paesi europei. RETO (Pentecostale) e Betel (associata alla WEC) hanno avuto successo nel recupero dei drogati in varie regioni del paese. RETO ha 50 centri di recupero e lavora in 10 nazioni, mentre REMAR ha delle comunità in 165 città spagnole ed opera in 57 nazioni. I convertiti provenienti da Betel hanno fondato 10 chiese ed hanno esteso il loro ministero in oltre 10 altre nazioni.
e) Gioco d’azzardo. È una delle principali ossessioni, con l’11% della spesa del settore privato derogato al gioco, che danneggiano gravemente i costi sociali delle famiglie.
Pregate per tutti quelli che cercano di aiutare queste persone schiavizzate dall’inganno del diavolo, che siano guidati e pieni di potenza, amore e saggezza spirituale.
4. L’aumento nel numero degli Evangelici rimane costante, ma non veloce come sperato. Nel 1932, i membri delle chiese protestanti erano 6.000; nel 1963, erano 20.000; sono aumentati fino a 36.000 nel 1980 e 96.000 nell’anno 2000, ma la loro distribuzione sul territorio non è regolare. La maggioranza delle chiese è concentrata in Catalogna (in particolare, a Barcellona), Andalusia e, un po’ meno, nelle zone circostanti a Madrid. Un terzo di queste sono dei Rom e sono isolate culturalmente. Pregate perché:
a) Ci sia un risveglio. La Spagna non ha mai sperimentato un rinnovamento nello Spirito Santo.
b) Ci sia una liberazione dal sentirsi una minoranza disprezzata e ripudiata, in modo di approfittare al massimo della libertà e uguaglianza attuale per un’estensione vigorosa.
c) Le chiese evangeliche spagnole non siano più viste come “straniere”. Molti missionari hanno involontariamente importato le loro intolleranze dottrinali nazionali e hanno cercato di controllare le chiese fondate, bloccando un’identità e una guida locale.
d) Ci sia più cooperazione nel culto e nell’evangelizzazione. Esiste un’autonomia individualistica e una sfiducia verso il prossimo che inibisce la cooperazione. FEREDE è diventato il centro di una rete chiave delle denominazioni evangeliche, dando il punto di riferimento per operare e per parlare al governo da parte degli evangelici.
5. La visione per il futuro è mancante a causa del frammentato mondo degli evangelici. Pregate che ci siano metodi culturalmente appropriati ed efficaci per l’evangelizzazione e che si sviluppino delle strategie evangeliche per tutta la nazione. L’uso efficace delle orchestre, degli spettacoli musicali dal vivo ed in televisione da parte degli evangelici è stato, fino dal 1995, uno dei principali mezzi usati. Donne Raggianti di Spagna è cresciuta costantemente dal 1975 – molte donne hanno conosciuto Cristo e frequentano le chiese evangeliche. Pregate per una più grande visione missionaria. Le conferenze di Llamada ogni tre anni e il lavoro di OM, WEC, WH e le missioni latino-americane, hanno ispirato i giovani ad andare in Medio-Oriente e in Africa, nonostante la mancanza di strutture missionarie e di chiese sostenitrici. Pregate che la visione maturi. Pregate anche per la crescita e lo sviluppo delle agenzie missionarie spagnole.
6. Preparazione alla guida spirituale. Dato che la comunità evangelica è piccola ed il livello di disoccupazione è alto, diventa difficile per le piccole congregazioni sostenere i volontari a tempo pieno o trovare cristiani che dedicheranno le loro vite come ministri nel lavoro del Signore. Nel 1990 c’erano circa 1.350 lavoratori pastorali – ma soltanto una minoranza di essi è composta da ministri che lavorano a tempo pieno. Molti giovani sono stati incoraggiati a partecipare al servizio cristiano attraverso le missioni di OM e YWAM. Ci sono 15 seminari e scuole bibliche – ognuna di essi fondata da GEM. TEAM, in collaborazione con with World Link Ministries, ha istituito un nuovo ramo del seminario, specificamente per preparare fondatori di chiese, il quale ha riscosso, sorprendentemente, molto successo. TEAM, OMS, AoG (ICI), l’Unione Battista e Open Bible Standard Mission(INSTE) dirigono programmi TEE. Pregate che queste iniziative forniscano un ampio gruppo di uomini e donne dedicati al Signore che porteranno il messaggio del Vangelo in Spagna e dovunque.
7. Dal 1975, c’è stato un aumento considerevole del numero di missionari e di organizzazioni, sebbene esistano vaste aree che ancora richiedono attenzione. Due terzi della forza missionaria è concentrata a Madrid o nei dintorni di Barcellona. La proliferazione delle organizzazioni insieme alla mancanza di coordinamento rappresentano problemi preoccupanti. Pregate perché:
a) I missionari vengano chiamati nelle aree meno evangelizzate, come la Leon Castiglia, varie zone dell’Andalusia, le province del nord della Galizia, Asturias, Cantabria e il Paese basco.
b) Buoni rapporti si stabiliscano tra gli emigrati e i lavoratori nazionali. I missionari e quelli del posto sono divisi in parti uguali, ma la maggioranza dei missionari possiede un’autonomia finanziaria che permette loro di lavorare a tempo pieno, al contrario dei missionari nazionali. È ovvio che questo sia causa di potenziale risentimento.
c) I missionari possano integrarsi pienamente nella cultura e nella vita spagnola. Molti nuovi missionari rimangono isolati e necessitano di cura spirituale e incoraggiamento per adattarsi e diventare efficaci come fondatori di congregazioni. C’è molta evangelizzazione pioneristica, ma pochi frutti dalle chiese fondate.
Alcune delle missioni più grandi sono: Assemblee di Dio (81), WEC (52), YWAM (50), IMB-SBC (45), I Fratelli Cristiani (42), ECM (41), OM (34), TEAM (33), Missione Libera Finlandese (30), GEM (27), OMS (24), GMU (23), CAMI (21), ABWE (18), WH (18), WT (16), SEND (14), UFM (13).
8. Il bisogno della Spagna è enorme:
a) Più di 13 milioni di persone vivono nei paesi, villaggi e distretti dove non c’è una chiesa evangelica.
b) Delle 17 regioni, 3 hanno meno di 20 chiese protestanti — Cantabria (14), Lo Rioja (8) and Navarra (10). La Galizia ha meno dello 0,2% di evangelici e l’Estremadura lo 0,1%.
c) Delle 52 province, 28 hanno meno di 1.000 credenti evangelici.
d) Il milione di studenti per la maggior parte non è evangelizzato. Nel 1967 c’erano 12 studenti evangelici identificati nelle università. Nel 2000 c’erano più di 500 coinvolti nei gruppi IFES aiutati da 9 operatori. Ci sono 15 centri universitari senza una testimonianza evangelica studentesca. Pregate per la consolidazione del lavoro attuale e l’espansione ad altri campus e scuole superiori.
9. Le minoranze meno evangelizzate:
a) I baschi – un popolo antico ed orgoglioso senza una sola chiesa protestante in lingua Euskera. ETA (il movimento basco) ha terrorizzato e polarizzato la società nella regione basca. Le 100 chiese evangeliche nelle quattro province dove vivono i baschi (Guipúzcoa, Vizcaya, Alava e Navarra) parlano spagnolo. Ci sono circa 50 credenti evangelici baschi sparsi che trovano difficoltà a lodare il Signore o a testimoniare nella propria lingua. Siamo solo all’inizio con i materiali e la letteratura per l’evangelizzazione. I dialetti differenti in questa lingua già difficile rendono il lavoro ancora più complicato. C’è una mancanza quasi totale di materiali didattici ed evangelici disponibili – mentre l’Euskera, attualmente, è largamente diffusa nel sistema scolastico. Pregate per quelli che si occupano in questo ministero – Assemblee di Dio, CAMI, i battisti, YWAM e WEC. Pregate che le diffidenze secolari, le paure e la riservatezza dei baschi si sciolgano.
b) I musulmani sono circa 450.000. I Mori dominavano gran parte della Spagna per 700 anni ed i musulmani sognano di riprendere quel che è stato perso da allora. L’Arabia Saudita ha finanziato la costruzione a Madrid della moschea più grande in tutta Europa. La Spagna Meridionale è l’area base per le 16 organizzazioni dedicate all’evangelizzazione del Nord Africa. Pregate per il Centro Media Malaga (GMU) e per l’Istituto Ibero-Americano per gli Studi Islamici (PMI). Pregate che si trovino dei partner efficaci nel ministero tra i musulmani.
c) C’è una grande ondata di nordafricani e di africani occidentali nella Spagna meridionale. Molti attraversano le acque pericolose della Stretto di Gibilterra e più di 3.000, durante gli anni ’90, sono affogati nel loro tentativo. Ci potrebbero essere 250.000 clandestini nella Spagna meridionale; sono spesso sfruttati e abusati.
d) I cinesi sono aumentati. COCM ha fondato una chiesa con 200 credenti a Barcellona.
10. Le Isole Canarie formano un arcipelago con sette isole tra le più grandi della costa nordovest dell’Africa. Tra il 1.630.000 di abitanti, ci sono 3.600 credenti divisi tra 75 piccole chiese e comunità – quasi tutti sulle due isole più grandi e più della metà sono nelle Assemblee di Dio. C’è bisogno di un’evangelizzazione più estesa nelle isole minori di Lanzarote, Fuerteventura, Gomera, La Palma e Hierro ed un’istruzione più profonda tra i credenti dei gruppi sparsi.
11. Ceuta (65.000) e Melilla (57.000) sono due città chiave sopra la costa nord del Marocco. Circa il 40% della popolazione è musulmana, metà parlano Cherja, una lingua berbera. Ci sono due piccole chiese evangeliche (una in lingua araba e l’altra in spagnolo) a Ceuta insieme a REMAR e un Centro Betel, e una chiesa a Melilla. Pregate che queste città siano fonti efficaci per portare il Vangelo nella regione nordafricana.
12. Le organizzazioni di sostegno cristiane. Pregate che siano efficaci le seguenti opere:
a) La letteratura cristiana è uno dei fattori principali per la crescita della Chiesa, ma gli Spagnoli non leggono molto, perciò il lavoro è costoso e le librerie rendono poco. Pregate per le 21 librerie; CLC ha 4 centri e una rete di distribuzione tra le librerie evangeliche in tutta la Spagna. I libri cristiani sono o importati o pubblicati in Spagna, ma pochi sono scritti dagli spagnoli stessi.
b) La Lega dei Testamenti Tascabili ha avuto un impatto in Spagna attraverso la letteratura, una ricerca ben pubblicizzata e la promozione di una visione missionaria.
c) Radio cristiana. Nel 1997, c’erano 25 stazioni radio locali dirette dagli Evangelici, 17 di esse di Radio Amistad (Chiesa di Dio). Per diversi anni, le autorità hanno cercato di oscurare le emittenti radiofoniche evangeliche e 10 sono state chiuse nel 1999. Pregate che questo processo discriminatorio si fermi. REMAR ha 3 stazioni radio. TWR trasmette in spagnolo da Montecarlo.
d) TV cristiana. Un programma cristiano è in onda a Madrid, e si sta organizzando per una programmazione nazionale. REMAR ha due canali televisivi locali.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                                Traduzione di Marie Buti

1. La trasformazione della Spagna dal 1974 è sorprendente – dalla dittatura alla democrazia, dalla povertà al benessere, dall’isolamento all’integrazione nell’Europa e dalla discriminazione religiosa ad un secolarismo rampante.
2. Dal 1966 il movimento popolare tra i disprezzati ed emarginati Rom (zingari) di Spagna. Il movimento Filadelfia è diventato il corpo evangelico più grande nel Paese.
3. Il numero degli evangelici è aumentato da un misero 3-4.000 credenti adulti nel 1900 a 20.000 nel 1970, fino ad una significativa stima per difetto di 96.000 nel 2000. C’erano 300 congregazioni evangeliche nel 1970, ma nel 2000 sono diventate 2.000, incluso le chiese Filadelfia Rom. Le chiese a Madrid sono aumentate da 18 a 189 nello stesso periodo.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 67,77
Non religiosi/altri 30,89
Musulmani 1,20
Ebrei 0,13
Buddisti 0,01
Dati Operation World, 2001

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 21.500 8.705.714 33.510.000
Testimoni di Geova 1.313 102.853 156.000
Evangelica Filadelfia 613 30.000 60.000
Santi dell’ultimo giorno (Mormoni) 180 24.476 35.000
Fratelli cristiani 140 11.000 18.000
Unione battista 73 8.365 14.000
Avventista del 7* giorno 68 6.945 13.000
Evangelica spagnola 40 2.700 10.000
Assemblee di Dio 140 6.000 8.500
Federazione di chiese pentecostali spagnole 65 2.800 4.060
Altre denominazioni [182] 884 48.000 110.000
Disaffiliati -3.500.000 -7.000.000
Affiliati doppi -182.000 -250.000
Totale cristiane [192] 25.016 5.266.000 26.696.000
Dati Operation World, 2001
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA