DATI

CAPITALE: Vilnius
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
2 921 262
LINGUE: Lituano (ufficiale) 82%, Russo 8%, Polacco 5,6%, altre 4.4%
ETNIE: Lituani 83,4%, Polacchi 6,7%, Russi 6,3%, altri 3,6%
AREA TOTALE:
65 286 kmq
CONTINENTE: Europa

1. La chiesa cattolica gioca un ruolo chiave nella società lituana, ma non si è ancora ripresa dagli anni di isolamento e di persecuzione, ed è impreparata per le sfide del ventunesimo secolo. Le riforme del Concilio Vaticano II ed i nuovi movimenti sono spesso in opposizione. Solo il 14% dei cattolici frequenta la chiesa settimanalmente. Le guide più giovani stanno spingendo per un cambiamento. Ci sono dei validi sistemi francescani, carismatici ed evangelici che stanno sperimentando una crescita, specialmente tra i giovani.
2. Le chiese protestanti affrontano molte sfide. Tra le quali:
a) le denominazioni tradizionali (Luterani, Riformati ed Ortodossi) che si stanno associando in gran parte con le ristrette minoranze etniche, che stanno lottando proprio per mantenere il loro numero.
b) i battisti, i pentecostali e gli avventisti sono i maggiori gruppi evangelici ufficiali in Lituania, ma stanno lottando per uscire dal trambusto dell’era Sovietica. L’iperconservatorismo e l’atteggiamento difensivo che hanno permesso loro di sopravvivere a quei difficili anni rappresentano ora delle barriere per la loro crescita. Preghiamo che i responsabili di chiesa possano vedere il bisogno di crescere sotto la guida dello Spirito.
c) le chiese pentecostali e carismatiche più giovani hanno avuto una crescita significativa, in parte dovuta ad un evangelismo ambizioso e all’evangelizzazione. Comunque, in alcuni casi, molto di questa crescita è stata finanziata e diretta da chiese occidentali, che hanno portato i propri bagagli culturali con loro. Preghiamo che una genuina locale espressione della cristianità lituana possa evolversi in sodalizio con, e non sotto, il patrocinio dell’Occidente.
d) esiste un basso livello di discriminazione contro i gruppi evangelici. Le denominazioni tradizionali sono state favorite in termini di: acquisto di terreni, piani regolatori, di politiche fiscali, di contributi finanziari da parte dello Stato e di registrazioni ufficiali. Preghiamo che il governo possa essere giusto e trattare tutti i singoli gruppi cristiani con equità.
e) Come gli evangelici possono effettivamente lavorare insieme. Non esiste ancora un’alleanza evangelica.
3. C’è una mancanza di responsabili di chiesa formati dovuta alla rapida crescita delle chiese più giovani e alle difficoltà delle denominazioni ufficiali. La libertà di religione ha facilitato l’entrata di culti ed errori teologici. C’è bisogno di porre delle solide basi bibliche localmente. Quei leader che hanno studiato all’estero spesso non ritornano, e parecchi si trovano fuori contatto con le situazioni della loro patria. I cattolici hanno 3 seminari e 5 facoltà nell’università, i luterani ne hanno una. I pentecostali hanno fondato istituto di formazione con orientamento missionario, il Vilnius College. Word of Faith ed altri gruppi carismatici gestiscono centri di formazione. Un altro sviluppo incoraggiante è il Lithuania Christian College, un collegio cristiano interdenominazionale di materie umanistiche. Preghiamo che queste istituzioni possano essere usate per formare dei leader per la nazione devoti, beneducati e con una visione.
4. Le minoranze etniche con pochi evangelici; le comunità russe e polacche, la ristretta comunità ebrea e la comunità mussulmana Tatar hanno tutte bisogno di preghiere.
5. Le missioni all’estero. Ci sono circa 25 missionari con un ministero a lungo termine nel paese, più di 30-60 facoltà occidentali, e lo staff del Lithuania Christian College. YWAM ha un ministero per le famiglie attraverso studi biblici, luoghi di ritrovo e campeggi ed ha presentato il suo primo Discipleship Training School (DTS) nel 2000. Prega che siano chiamati più missionari a servire in questa terra, e a servire con impegno e sensibilità.
6. I ministeri specializzati hanno bisogno di preghiera. Questi includono:
a) Radio. TWR trasmette 30 min. al giorno. C’è bisogno di più programmi in lituano.
b) Letteratura cristiana. In crescita, ma è ancora un ministero molto piccolo. Due versioni moderne della Bibbia in lituano, ed altri dodici titoli biblici, sono state rese disponibili recentemente. Word of Faith ha pubblicato circa 60 libri in Lituano e prodotto un giornale bimestrale. Ora ci sono 7 organizzazioni di stampa cristiana.
c) Ministero degli studenti. LKSB (IFES) operativo in 4 università. CCCI ha corminciato il ministero nel 1993. Youth at the Crossroads ha un ministero chiave nelle scuole portando l’etica cristiana in relazione con l’educazione sessuale. SU sta organizzando campi dal 1997.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                            Traduzione di Lorenzo Piol

1. La libertà di religione nell’era post-sovietica ha stimolato la crescita della chiesa, in particolare dei gruppi più giovani di carismatici e di pentecostali. Le relazioni tra le denominazioni sono migliori rispetto alla maggior parte degli stati ex-Sovietici.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 76,19
Non religiosi/altri 23,55
Musulmani 0,14
Ebrei 0,12
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Cattolica 688 1.497.605 2.501.000
Ortodossa russa 31 116.883 180.000
Credenti antichi 27 12.500 50.000
Luterana 55 12.000 30.000
Riformata 11 2.200 11.000
Nuova apostolica 25 2.545 5.600
Parola di fede 56 2.800 4.000
Testimoni di Geova 18 2.200 3.000
Chiese pentecostali 38 1.800 2.500
Avventista del 7* giorno 21 997 2.000
Unione battista 8 500 750
Altre denominazioni [11] 38 4.740 7.142
Totale Cristiane [22] 1.016 1.657.000 2.797.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA