DATI

CAPITALE: Kuwait City
GOVERNO:
 Monarchia costituzionale
POPOLAZIONE:
3 767 415
LINGUE: Arabo (ufficiale), Inglese (largamente conosciuto)
ETNIE: Kuwaitiani 45%, altri Arabi 35%, Asiatici del sud 9%, Iraniani 4%, altri 7%
AREA TOTALE:
17 818 kmq
CONTINENTE: Asia

1. Sin dopo l’occupazione irachena il Kuwait è ritornato ad essere uno Stato stabile e prospero. Il materialismo fiorisce, la morale pubblica è in declino, ma le restrizioni sui cristiani rimangono. Pregate affinché i governanti ed il popolo del Kuwait si apra alla fede cristiana e non soltanto ai vuoti valori occidentali. Si stima che solo poche centinaia di Kuwaitiani siano credenti.
2. Le minoranze etniche immigranti. I Kuwaitiani accettano malvolentieri gli stranieri che lavorano sul loro territorio. Sono pochi gli immigrati che hanno una residenza permanente – la maggioranza ottiene contratti di lavoro a breve termine e molti devono lasciare in patria le proprie famiglie. Probabilmente più di un milione di persone vivono in Kuwait in queste condizioni, nonostante il diffuso sfruttamento della forza lavoro.
a) I Palestinesi, e in secondo luogo, gli Egiziani, hanno un passato esemplare di servizio nel Kuwait, eppure sono stati discriminati per il sospetto di essere collaboratori di Saddam Hussein durante la Guerra del Golfo. Tra di loro la maggioranza dei cristiani è nominale. Pregate che il loro misero livello spirituale e le “angherie” governative possano essere nullificate da un lavoro dello Spirito Santo e, che i veri credenti possano trovare molte opportunità per condividere la loro fede in modo significativo.
b) Gli Asiatici provenienti principalmente dall’Asia del Sud e dalle Filippine, sono per lo più lavoratori dipendenti o domestici. Cresce il numero di chi vive e lavora in condizioni difficili e si segnalano episodi di stupro perpetrati nei confronti delle donne. Pregate perché la Grazia di Dio possa essere sopra i credenti e i non credenti tra queste minoranze etniche.
c) I Medio Orientali. La maggioranza delle varie etnie rappresentate non sono state raggiunte dal Vangelo, in particolare gli Iraniani e i Bidoun, arabi senza stato alla deriva nel Medio Oriente. Chiedete al Signore di far risplendere la Sua Luce di salvezza su di loro.
3. I Cristiani immigranti sono stati apprezzati per le loro preghiere ed aiuti umanitari durante l’occupazione irachena. Ci sono otto luoghi in Kuwait dove alcune chiese hanno incontri pubblici, due dei quali sono cattolici. La Chiesa Evangelica Nazionale è diventata simbolicamente un ombrello per altre 35 comunità cristiane, le quali s’incontrano sull’area di un vecchio ospedale. La maggioranza di queste comunità sono indiane, con alcuni arabi. I culti principali sono tenuti in inglese, arabo, urdu e malayali. Pregate che a questi credenti possa essere concessa la piena libertà di culto e di testimonianza e, che le loro vite possano essere affidate al Signore Gesù come Salvatore.
4. Molti Kuwaitiani viaggiano in altri Paesi come turisti, uomini d’affari e studenti ed alcuni hanno conosciuto Cristo. La paura di rappresaglie spesso impedisce loro di far ritorno a casa. Pregate per saggezza e coraggio per i nuovi convertiti, e anche perché questi possano sentire il peso di raggiungere la loro stessa gente.
5. La letteratura cristiana è un ministero strategico nel Kuwait. La USB, una ditta privata importatrice di libri, ed il Centro di Risorse Bibliche Cattolico contribuiscono a rendere le Scritture disponibili in tutto il Kuwait. Principalmente servono le varie comunità cristiane sul territorio nazionale, ma le vendite risultano eccezionalmente alte considerato il modesto numero di gruppi di credenti!
6. I media cristiani sono un importante mezzo di comunicazione per la divulgazione del Vangelo nella restrittiva situazione del Kuwait. Pregate per:
a) Stazioni Radio – copertura radio da parte della FEBA – Seychelles (21 ore/settimana) e di TWR–Cyprus (10 ore/settimana). Pregate per un vasto pubblico e per un riscontro duraturo.
b) I video e le cassette cristiane – per una distribuzione e un seguito efficace. Il film “Gesù” è stato ampiamente e tranquillamente diffuso.
c) La stazione satellitare è un potente mezzo di divulgazione per programmi cristiani, ma in arabo ne vengono trasmessi ben pochi che siano rilevanti e significativi. La Sat-7 e il Canale della Bibbia sono quelli che stanno avendo un maggiore impatto.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                            Traduzione di Sara Cerrina

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Musulmani 87,43
Cristiani 8,17
Indù 2,50
Non religiosi/altri 1,10
Bahaisti 0,50
Buddisti 0,30
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 8 46.584 75.000
Ortodossa copta 6 31.579 60.000
Evangelica nazionale [15] 3 1.250 5.000
Indipendente [15] 28 2.778 5.000
Apostolica armena 1 2.564 4.000
Ortodossa greca 1 2.244 3.500
Ortodossa sira 2 1.366 2.200
Mar Thoma Syra 2 1.242 2.000
Cattolica greca Melkite 1 1.111 2.000
Pentecostale 6 974 1.500
Altre denominazioni [16] 11 689 1.231
Totale cristiane [54] 69 92.381 161.431
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA