DATI

CAPITALE: Dublino
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
 4 757 976
LINGUE: L’inglese è la lingua generalmente usata; l’irlandese è parlato soprattutto nelle zone della costa occidentale
ETNIE: Celtici, inglesi
AREA TOTALE:
70 273 kmq
CONTINENTE: Europa

1. L’Irlanda è terra di antica evangelizzazione. Già 1500 anni fa queste zone venivano raggiunte dal messaggio di salvezza del Vangelo di Cristo Gesù, e l’Irlanda divenne ben presto nazione evangelizzatrice, oltre che evangelizzata: l’opera missionaria dell’antica Chiesa Celtica d’Irlanda ha portato la parola in molte altre nazioni europee con coraggio ed efficacia.
Ciò nonostante fecero seguito secoli di sofferenza, oppressione, violenza e spargimento di sangue da parte dei Vichinghi e degli Inglesi. I lunghi conflitti apparvero a torto, agli occhi del mondo, causati da motivi religiosi. Preghiamo che:
a) Le ferite e le divisioni all’interno della società irlandese possano essere risanate e che l’intera Irlanda possa godere della pace.
b) Tutti i cristiani lavorino per costruire una riconciliazione comune.
c) L’antica eredità spirituale irlandese sia ripristinata per la benedizione del mondo.
2. Per vari secoli la Chiesa Cattolica è stata “protettrice” degli Irlandesi, la sua ingerenza nella vita e negli affari dello stato è sempre stata molto forte, sebbene ora stia declinando in maniera rapida. La credibilità ed il potere della Chiesa Cattolica sono stati danneggiati da vari scandali avvenuti da parte dell’ordine sacerdotale nel corso degli anni ’90.
Da allora il numero dei preti si è dimezzato rispetto al 1970; le vocazioni sono diminuite drasticamente e i giovani generalmente si allontanano dalla Chiesa. Il rinnovamento carismatico e movimenti di risveglio hanno aiutato molti irlandesi ad avere un’esperienza personale di salvezza e un atteggiamento completamente rinnovato nei confronti delle Sacre Scritture.
Preghiamo che un numero crescente di cattolici possa abbandonare le opere morte della religione per ricercare la fede vivente in Cristo.
3. Il numero di frequentatori di Chiese non Cattoliche è diminuito dal 10% nel 1990 al 3.4% della popolazione nel 2000 a causa dell’emigrazione, del nominalismo e del metodo cattolico di gestire i matrimoni misti, inoltre il termine “Protestante” ha connotazioni politiche. La Chiesa d’Irlanda (Chiesa Anglicana), la Chiesa Presbiteriana, le Chiese Battiste e Metodiste hanno visto una crescita nei luoghi in cui si è goduto di una buona guida spirituale e molte nuove chiese sono state fondate. Preghiamo che questi cristiani possano lasciarsi guidare dallo Spirito Santo per essere efficaci e genuini, in una società del benessere in cui la mondanità regna sovrana.
4. Il numero degli evangelici è aumentato parecchio in entrambe le denominazioni pentecostali e in molte associazioni più informali del paese. Questi evangelici, sommati agli evangelici anglicani e protestanti, formano l’1.6% della popolazione, la percentuale più bassa tra tutte le nazioni del mondo anglofono. Preghiamo che questi gruppi possano essere incentrati sulla Bibbia ed essere preservati da divisioni e che siano in grado di promuovere l’unità all’interno del vasto popolo di Dio. Preghiamo anche che possano sorgere delle valide guide spirituali, basate sull’insegnamento biblico. In Irlanda ci sono due scuole bibliche, l’Istituto Biblico Irlandese (nato nel 2000 in seguito alla fusione di due scuole bibliche), e l’ICI (delle Assemblee di Dio).
5. L’Irlanda è una nazione giovane, circa la metà della popolazione infatti ha meno di 28 anni. Il bisogno spirituale giovanile è messo in evidenza dal drammatico aumento dei suicidi, dal numero delle madri non sposate e dal fallimento di parecchi matrimoni. Generalmente i giovani irlandesi sono recettivi nei confronti del Vangelo. Sono presenti alcuni campi cristiani gestiti da missioni quali: l’Unione delle Scritture (frequentati ogni anno da quasi 3000 ragazzi), la CEF, la BCM Internazionale, la Missione Fede e altre associazioni cristiane. La missione IFES-Irlanda svolge un ministero in tutta la nazione attraverso 25 college e università. A Dublino si assiste ad un aumento dell’apertura al Vangelo presentato attraverso rappresentazioni teatrali e con la tecnica dello sketchboard. Questa nuova apertura spirituale è causata anche dalla presenza di numerosi culti, preghiamo che molti giovani irlandesi possano conoscere Gesù, l’unica verità.
6. Ci sono sfide significative per il ministero:
a) La minoranza linguistica irlandese, che vive principalmente nell’area rurale occidentale ed è parecchio tradizionalista. Tra questi gruppi, i credenti nati di nuovo sono pochi.
b) I musulmani (principalmente di origine araba). Il movimento islamico ha pubblicato la maggior parte del Corano in irlandese e ora esistono sette moschee nel paese. Preghiamo che Dio possa portare i musulmani a conoscere Gesù.
c) Gli zingari stanno aumentando numericamente ed è stato fatto poco per raggiungerli.
d) Gli immigrati dall’Europa, dal Medio Oriente e dall’Africa necessitano di un ministero specifico. Ci sono congregazioni evangeliche di albanesi e africani a Dublino.
7. Missionari stranieri stanno lavorando in quasi tutte le 26 contee irlandesi. La GEM, con 33 missionari, è stata lo strumento di Dio per stabilire chiese bibliche nell’area di Dublino, avvalendosi della forte collaborazione dei credenti locali. Altre missioni significative sono: la YWAM (37 missionari), la Chiesa dei Fratelli (34 missionari), Global Outreach (24 missionari), la UFM (17 missionari), le Assemblee di Dio (10 missionari), e l’ECM (10 missionari). Preghiamo per la loro integrazione all’interno dello scenario irlandese e per un ministero fruttifero.
8. L’Irlanda è stata per parecchio tempo uno dei paesi che più di altri ha inviato missionari per il mondo, dalle origini della Chiesa Celtica in poi. Molti missionari cattolici e protestanti hanno raggiunto le estremità della Terra. Il numero di missionari cattolici è diminuito da 7085 nel 1965 a 3884 nel 1994. Preghiamo per l’invio, l’addestramento e il consolidamento di un maggior numero di missionari e guide irlandesi da parte di chiese e associazioni cristiane.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                      Traduzione di Eliseo Manduzio

1. Lo Spirito Santo ha iniziato ad operare con potenza e costanza da almeno trent’anni. Il risultato è la forte presenza cristiana in tutto il paese. Ci sono centinaia di gruppi evangelici, soprattutto pentecostali o carismatici, che si moltiplicano e crescono in tutta la Repubblica Irlandese. Pochissime città sono prive di un gruppo di riferimento.
2. Dalla fine degli anni ’90 è partita un’effettiva collaborazione con il governo tesa alla risoluzione democratica dei problemi dell’Irlanda del Nord, da allora la speranza di una pace duratura diviene prospettiva sempre più concreta.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 95,35
Non religiosi/altri 4,60
Ebrei 0,04
Musulmani 0,01
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 2.198 2.656.000 3.254.900
Chiesa di Irlanda 487 55.000 90.600
Chiesa presbiteriana di Irlanda 107 7.105 12.290
Testimoni di Geova 113 4.582 8.000
Metodista 62 1.568 4.360
Nuove chiese 110 1.600 3.400
Santi degli ultimi giorni (Mormoni) 10 1.631 2.300
Fratelli cristiani 28 1.250 1.800
Assemblee di Dio 12 700 1.325
Altre pentecostali [8] 13 530 1.200
Unione battista 16 470 1.034
Altre denominazioni [34] 173 7.000 10.500
Totale Cristiane [52] 3.329 2.737.000 3.392.000

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA