DATI

CAPITALE: Berlino
GOVERNO:
Repubblica federale
POPOLAZIONE:
81 292 400
LINGUE: Tedesco (ufficiale)
ETNIE: Tedeschi 91,5%, Turchi 2,4%, altri 6,1% (percentuale formata per la maggior parte da Serbo-Croati, Italiani, Russi, Greci, Polacchi, Spagnoli)
AREA TOTALE:
357.021 kmq
CONTINENTE: Europa

1. La ricchezza, potenza e posizione strategica della Germania nell’UE e in Europa potrebbe essere di un valore inestimabile per il Regno di Dio. Per questo, è necessaria una leadership forte e coraggiosa basata su valori Cristiani. Tristemente alcuni scandali hanno eroso la credibilità dei politici e dell’intero processo politico. Pregate affinché sorgano dei leader che hanno la volontà di affrontare le questioni irrisolte – l’economia, la rimanente disparità tra Est ed Ovest da quando c’è stata la riunificazione, e la posizione della Germania nell’UE che si sta spandendo.
2. Ci sono numerosi segnali di cattiva salute spirituale nella nazione. L’umanesimo e il criticismo della Bibbia nel 19° secolo hanno indebolito le chiese, e hanno aperto la strada al compromesso e ad una tirannia pagano-nazista nel 20° secolo. L’affluenza del dopo guerra nella Repubblica Federale Tedesca (RFT) e l’impatto corrosivo e catastrofico dell’ideologia marxista nella Repubblica Democratica Tedesca (RDT) hanno accelerato la secolarizzazione e la de-cristianizzazione della società. La Chiesa è ampiamente percepita come istituzione irrilevante e marginale. Sebbene il 70% della popolazione si proclami Cristiana, solo il 45% crede in un Dio personale, e solo l’8% adora regolarmente. C’è una crescente ostilità verso qualsiasi Cristiano. L’occultismo, l’alcolismo, il satanismo e una visione New Age stanno crescendo. C’è anche un aumento dei movimenti neo-Nazisti estremi che promuovono la violenza contro gli Ebrei e gli stranieri nell’ex Repubblica Democratica Tedesca. Pregate che la cecità spirituale da parte di molti della nazione possa essere rimossa e questi trend cambiare.
3. L’esodo del dopo guerra della Cristianità organizzata è accelerato durante gli ultimi decenni del 20° secolo. Questo è peggiorato nella vecchia Repubblica Democratica Tedesca dove l’80% della popolazione non va in chiesa. Dal 2000 solo il 5% dei Protestanti EKD e il 18% dei Cattolici partecipano attivamente alla vita della chiesa. Complessivamente solo il 3% degli uomini tedeschi è attivamente coinvolto. Durante gli anni ’90 tra 300.000 e 600.000 persone hanno scelto di non pagare annualmente le tasse della chiesa con un serio impatto sull’entrata delle Chiese principali. La maggioranza delle chiese ha perso la propria identità, obbiettivi ed entrate. La Germania ha bisogno di un cambiamento così radicale come la Riforma di Lutero quasi 500 anni fa. Chiedete questo a Dio.
4 La EKD è una federazione di Chiese Luterane, Riformate e Luterane/Riformate insieme ma è profondamente divisa sulle posizioni politiche, morali e teologiche. Il crescente numero di chiese vuote e strutture in rovina è una tragedia. Pastori credenti biblici, gruppi evangelici/pietistici e congregazioni sono per lo più concentrati nella zona del Baden-Württemberg, nel Siegerland e nel sud della Sassonia. Sono pochi i vescovi evangelici conservatori nell’EKD ed è sempre più difficile per i pastori evangelici portare avanti il loro ministero nelle congregazioni. Pregate che ci possa essere un ritorno alla dipendenza dalla Bibbia ed un’applicazione delle sue verità nelle chiese.
5. Le Chiese Libere hanno una grande proporzione tra gli Evangelici ma rappresentano solo il 15% della popolazione nazionale. Altre denominazioni stanno stagnando o sono in declino, ma altre stanno crescendo. Tra il 1988 e il 1993 c’erano 800 nuove chiese Libere fondate, e tra il 1992 e il 1995 altre 228. Durante gli anni 90′ molte chiese libere dell’ovest fondarono delle congregazioni nell’est. Pregate per un incremento della visione, dell’innovazione nel raggiungere gli altri e un’effettiva fondazione di chiese che raggiunga ogni area e porzione della popolazione nella nazione.
6. Gli evangelici tedeschi tra tutte le denominazioni sono meno di 2,5 milioni, ma stanno crescendo lentamente in numero. Ci sono degli incoraggiamenti:
a) Il movimento Pietista continua ad essere una forza influente nell’EKD (specialmente a Württemberg nel sud e nelle aree rurali). Le molte comunità evangeliche della Unione Gnadau nell’EKD rappresentano 300.000 Cristiani e più di 63 agenzie ed istituzioni.
b) L’Alleanza Evangelica è diventata un punto di partenza per oltre un milione di Evangelici per progetti cooperativi, iniziative di preghiera nazionale, evangelizzazione, azioni sociali e coinvolgimento di missioni. Una lunga ostilità, principalmente, tra gli Evangelici e i Pentecostali e, secondariamente, i carismatici, sta iniziando ad essere risolta. Pregate per l’unità tra il popolo di Dio e che questa possa rilasciare fiumi di vita ai perduti.
c) Tra il 1980 e il 1995 più di 1.000 nuove congregazioni sono state avviate – molte di loro carismatiche, tutte fortemente bibliche. Questo incremento continua e ora rappresenta quasi 100.000 credenti.
d) L’influsso dei Tedeschi etnici dall’Europa centrale ed orientale in più di 20 anni ha portato un grande incremento di congregazioni Mennonite e Battiste per la loro salute spirituale. Ci sono oltre 370 congregazioni del genere con più di 300.000 credenti associate con loro. Stanno diventando sempre più attente alla missione, ma sono culturalmente isolate dal resto degli Evangelici.
7. L’educazione teologica è assodato che sia la più grande causa di caduta nella Chiesa Protestante con alti livelli di erudizione ma insegnamenti spiritualmente distruttivi. Le 13 università che assegnano titoli teologici necessari per l’approvazione nel ministero dell’EKD sono state monopolizzate dai liberali, neo-ortodossi e altri teologi non biblici per decenni e gli Evangelici sono stati messi da parte. Pregate per più docenti che proclamino apertamente la Verità affinché siano accolti per insegnare in queste istituzioni. Nella metà degli anni ’90 c’erano 12.000 Protestanti e 10.000 Cattolici in queste facoltà, ma questo numero è in rapido declino. Pregate per gli studenti evangelici in questi obitori spirituali. Pregate per coloro che cercano di aiutarli a rimanere fedeli alla Scrittura attraverso corsi pre-universitari e ostelli che gestiscono corsi paralleli nelle università cittadine.
8. La visione missionaria è stata limitata a lungo, proporzionalmente con una delle cifre più basse di invio di missionari di ogni paese rispetto alla così grande comunità protestante. Il numero totale dei missionari è rimasto costante per alcuni anni, ma la proporzione tra gli Evangelici è cresciuta acutamente dell’80% del totale. Pregate per un ulteriore incremento. Pregate per l’Associazione di Missioni Evangeliche (AEM) con 65 membri e 2.240 missionari che la rappresentano – un vitale e catalitico stimolante per addestramento, promozione ed invio di missionari. Nel 1998 l’Associazione dei Pentecostali e Missioni Carismatiche si è formata con 19 agenzie e 135 missionari. Diverse missioni sono la DMG (German Missionary Fellowship) con 278 missionari che operano in 47 missioni internazionali e la Vereinigte Deutsche Missionshilfe (VDM) con 111 missionari, ma con nessun loro campo straniero. Altre missioni tedesche significative sono: Christliche Fachkräfte Int. (160), Liebenzell (156), Wiedenest (153), Christoffel-Blindenmission (32). Altre grandi missioni: YWAM (204), OM (186), WBT (153), WEC (147), Alliance Mission (128), Marburger Mission (73), Frontiers (54). Pregate anche per i Cristiani nell’ex-Repubblica Democratica Tedesca affinché riacquistino un impeto missionario dopo gli anni di restrizione e soppressione della visione.
9. Il ministero tra i giovani è vitale per il futuro della Chiesa. Più del 55% dei Cristiani attivi supera i 50 anni di età. Eventi e programmi significativi per raggiungere le persone come Christival, ProChrist, March for Jesus, etc., hanno dato un senso di coesione e propositi a molti giovani credenti. Pregate per modi rilevanti ed effettivi di avere un impatto con la gioventù in maniera nuova. Pregate per i ministeri:
a) SMD (IFES) con circa 50 gruppi in 163 università, e 1.000 gruppi in 6.100 scuole secondarie. Hanno anche un forte programma di campeggi.
b) CCCI con 116 lavoratori in sei università e nelle chiese. CCCI dà un più largo contributo nelle chiese per mezzo di programmi per la crescita e campagne di preghiera.
c) Navigators con 33 persone nell’università.
d) Wort und Wissen, un ministero significativo che prepara gli studenti per la vita universitaria dando loro buoni fondamenti cristiani.
e) YWAM, un’associazione evangelica e la più grande organizzazione giovanile Cristiana della Germania con 260.000 membri.
f) CEF, che ha 40 lavoratori che operano tra i bambini. Loro gestiscono un ministero telefonico per bambini in molte città.
10. Sezioni specifiche della popolazione poco evangelizzate: a) Gli ‘Ossies’ (ex Germania Est) sono per l’80% ancora non raggiunti e ancora influenzati dalla propaganda e le bugie degli anni del Marxismo, sebbene c’è un solido nucleo di credenti che sta saldo in Cristo.
b) Aree intere della Germania, sebbene cristianizzate superficialmente negli oltre 1000 anni, non sono mai state realmente evangelizzate. Nonostante l’influenza della Riforma molte sono quasi mancanti di una testimonianza evangelica – le pianure del nord, la Bavaria, l’area dell’Eifel e i confini con il Belgio, etc.
c) Molte città sono diventate estremamente secolari e spiritualmente bisognose. Pregate specialmente per la città di Berlino – così a lungo un simbolo della Guerra Fredda ma ora meno del 50% è collegato ad una chiesa.
11. Stranieri. Il flusso di immigrati, lavoratori da fuori, studenti internazionali e rifugiati politici ed economici da quando il 1989 ha travolto l’amministrazione tedesca e le agenzie di volontariato. La disgrazia economica degli ex paesi comunisti ha peggiorato il problema. Ci sono molti immigrati illegali ed una rete di criminalità organizzata coinvolta nell’incentivare il loro ingresso da tutto il mondo. La maggior parte non ha mai ascoltato il Vangelo. C’è stata una forte reazione negativa contro queste immigrazioni – specialmente nell’ex-Repubblica Democratica Tedesca, e questi stranieri sono spesso diventati nemici e risentiti verso coloro che li maltrattano. Pregate che come risultato non possano essere perse le opportunità di mostrare amore ed interesse e avere in comune Cristo. Pregate anche per:
a) L’AFA (Arbeitsgemeinschaft für Ausländer), una compagnia di gruppi di missioni che cerca di evangelizzare attraverso una grande varietà di ministeri etnici. Un numero di congregazioni locali cerca anche di raggiungere questi gruppi.
b) Un più grande coinvolgimento nel raggiungimento delle persone da parte dei Cristiani Tedeschi. Alcune congregazioni tedesche sono famose eccezion fatta per questa, ma per lo più, molte missioni sono straniere (US, Svizzera e altre). Il responso a questa sfida per il ministero tra gli immigrati potrebbe determinare la salute futura e le proporzioni del Protestantesimo in Germania.
c) Gli studenti internazionali, il cui numero supera i 60.000. SMD, YMCA e un numero di congregazioni locali hanno un ministero tra loro.
d) I musulmani, i cui numeri sono cresciuti, largamente, attraverso l’immigrazione e un alto tasso di nascite, ad oltre 3 milioni da oltre 40 nazioni oggi. Ci sono anche circa 12.000 musulmani tedeschi etnici – principalmente Tedeschi che hanno sposato musulmani. Le organizzazioni islamiche hanno intensificato le loro attività e ora ci sono più di 2.000 moschee o case di preghiera.
e) Specifiche persone per cui pregare:
i) Turchi, con oltre 10 agenzie che cercano di raggiungerli (incluso Orientdienst, WEC, OM, CBI). Non ci sono più di 80 credenti tra loro in tutto l’ovest europeo.
ii) Curdi, con un consorzio di agenzie che cerca di raggiungerli e prepara le Scritture, programmi radio e letteratura Cristiana per loro.
iii) Iraniani, con diversi gruppi cristiani e tentativi di raggiungimento localizzati.
iv) Arabi nord africani e Berberi – piccolo raggiungimento di questi gruppi.
v) Albanesi e musulmani bosniaci dall’ex Jugoslavia – nessuno che li raggiunga.
vi) Europei del sud – così tante opportunità inadeguatamente usate tra i nominalmente cattolici italiani, spagnoli e portoghesi e i greci ortodossi. Grandi aree nelle loro terre sono prive di una testimonianza evangelica.
vii) Europei Centrali – molti nominalmente sono ortodossi romani, Bulgari, Ucraini e Cattolici dalla Polonia e gli stati baltici hanno bisogno di un ministero speciale. La Missione per l’Europa sud orientale ha distribuito, annualmente, milioni di trattati di letteratura Cristiana.
viii) I Rom (Gipsi) dall’Europa Centrale – molti hanno subito discriminazione e persecuzione in Romania, Bulgaria, Repubblica Ceca, Slovacchia, etc., e sono destituiti.
ix) Gli Ebrei hanno sofferto duramente nell’Olocausto – 564.000 nel 1925 divennero 27.000 nel 1945. Il loro numero è cresciuto rapidamente negli anni novanta con l’immigrazione da fSU. Ce ne sono ora 100.000 e circa 1.000 hanno creduto in Gesù il Messia.
12. Preghiere per i media cristiani:
a) La letteratura cristiana e le pubblicazioni sono cresciute enormemente negli ultimi 30 anni. Molti sono stati benedetti, e la letteratura ha giocato il maggior ruolo nel risorgimento evangelico. Pregate per scrittori, editori e distributori di libri. Pregate per l’impatto di più di 150 giornali evangelici con una giro totale di 50 milioni di riviste. Pregate per l’impatto dell’ edizione tedesca di Operation World, Gebet für die Welt.
b) Ogni Casa per Cristo ha una distribuzione di trattati enorme, continua e a carattere nazionale – più di 450 milioni distribuiti con 200.000 responsi.
c) Radio cristiane e televisione:
i) Il partner Tedesco di TWR, Evangeliums-Rundfunk, ha avuto un impatto impressionante nel mondo Tedesco, il doppio tra il 1996-98. Si dichiara un ascolto giornaliero di circa 200.000 persone (e 4 milioni meno frequentemente) sul satellite, onde via cavo e medie e un totale di 85 ore di diffusione settimanalmente.
ii) HCJB trasmette 14 ore alla settimana.
iii) C’è un stazione radio che va in onda 24 ore su 24 che è orientata verso i giovani.
iv) La tv Cristiana sta crescendo con il lancio di un Canale Biblico di 24 ore tra le chiese e le agenzie attraverso il satellite.
d) Evangelizzazione tramite Internet ha un grande potenziale, ma ha bisogno di essere sviluppata e fatta meglio e sia accessibile e rilevante nel contenuto (CINA-Wetzlar).


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                      Traduzione di Dario Caracciolo

1. La caduta del muro di Berlino nel 1989, la riunificazione della Germania nel 1991, e Berlino che ancora una volta diventa capitale, sono i simboli di una nuova Germania che ha iniziato a lasciarsi il passato alle spalle.
2. Un crescente entusiasmo tra i giovani per le cose spirituali e la crescita di chiese evangeliche/carismatiche ha dato speranze che il rapido declino spirituale della Germania potrebbe rallentare.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 69,47
Non religiosi/altri 26,59
Musulmani 3,70
Ebrei 0,12
Buddisti 0,05
Bahaisti 0,04
Indù 0,03
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Cattolica 13.300 21.094.000 27.000.000
EKD (Luterana/Riformata) 18.200 20.938.000 26.800.000
Nuova Apostolica 700 280.000 390.000
Ortodossa greca 60 265.734 380.000
Battista/Mennonita, ISU 340 150.000 312.000
Testimoni di Geova 2.114 167.497 270.000
Ortodossa serba 14 100.000 200.000
Comunione di chiese libere evangeliche 900 87.000 122.000
Metodista 650 39.000 80.000
Fratelli cristiani [2] 290 30.000 56.000
Avventista del 7o giorno 577 35.475 53.000
Ortodossa russa 82 32.895 50.000
Altre chiese carismatiche [20] 156 30.000 50.000
Evangelica libera 400 31.750 47.000
Santi dell’ultimo giorno (Mormoni) 185 17.568 39.000
Luterana indipendente 295 27.273 39.000
Apostolica armena 6 17.500 35.000
Fratelli moraviani 32 16.000 25.000
Altre denominazioni [240] 3.824 529.000 1.117.000
Affiliati doppi -937.500 -1.200.000
Totale Cristiane [284] 42.525 42.982.000 55.919.000

Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA