DATI

CAPITALE: Harare
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
15 245 855
LINGUE: Inglese (ufficiale), Shona, Sindebele (le lingue dei Ndebele, a volte chiamate Ndebele), numerosi ma minori dialetti tribali
ETNIE: Africani 98% (Shona 82%, Ndebele 14%, altri 2%), misti e Asiatici 1%, bianchi meno dell’1%
AREA TOTALE:
390.757 kmq
CONTINENTE: Africa

1. Lo Zimbabwe ha bisogno di un governo che stia al servizio della nazione piuttosto che di chi lo amministra. Preghiamo affinché vi siano al più presto dei cambiamenti, e che questa terra possa essere tenuta lontana dall’orlo degli abissi economici e sociali. La malnutrizione e la disoccupazione sono rapidamente in crescita ed il paese sta diventando una bomba a orologeria.
2. Il problema dell’Aids è uno dei casi peggiori nel mondo: una combinazione di negligenza da parte del governo e la mancanza di risorse adatte per la cura della salute, promiscuità e riluttanza sociale fanno fronte alle drastiche misure richieste. Oltre il 25% degli adulti è portatore di virus dal 2000. Il numero degli orfani appena nati ammonta a circa 1 milione (9% della popolazione). I morti sono circa 700 alla settimana e le aspettative economiche e di vita sono precipitate. Pregate per:
a) un radicale cambiamento nei cuori e nelle attitudini verso il sesso e l’Aids.
b) un governo effettivo, NGO e l’azione delle chiese che possano fermare il propagarsi delle infezioni.
c) programmi specifici guidati dalle agenzie cristiane ed indirizzate alla stampa. Preghiamo che tutte le cose possano far fronte alle implicazioni morali, spirituali ed economiche dell’epidemia, per il loro ministero.
3. La questione riguardante i terreni ha bisogno di una soluzione. Sotto il governo dei bianchi molte delle migliori terre sono state coltivate per l’agricoltura dagli abitanti bianchi. Le 4.000 fattorie sono diventate la risorsa del 90% delle esportazioni agricole e la maggior parte dei prodotti sono lanciati sul mercato dello Zimbabwe e provvedono impieghi e case per 2 milioni di persone. Il bisogno di terreno per la popolazione africana in crescita è stata una questione scottante, ma non risolta dal governo. L’anarchia sponsorizzata dal governo dell’occupazione di 1.600 fattorie da ‘veterani della guerra’ potrebbe causare lo sfratto di centinaia di migliaia di operai. Pregate che la legge sia rispettata e una soluzione equa trovata.
4. Le chiese sono in crescita ma hanno comunque delle sfide. Pregate per:
a) l’aumento di leader maturi. Sia lodato il Signore per gli uomini e le donne che sono alla guida oggi, ma speriamo che il loro numero possa aumentare per far fronte alla rapida crescita.
b) le scuole bibliche e i seminari. Nel 1992 c’erano 22 istituti, c’è un numero crescente di chiese base e programmi TEE, pregate che ci possa esser un buon insegnamento ed un effettivo discepolato per coloro che servono il Signore.
c) unità spirituale. La Comunione Evangelica nello Zimbabwe unisce oltre 160 chiese ed organizzazioni, la Comunione Pentecostale dello Zimbabwe ha portato insieme 10 denominazioni e Fambidzano unisce altre Chiese Africane Indipendenti per la comunione e l’istruzione teologica. Target 2000 ha contribuito all’unità di molte denominazioni.
d) una voce profetica per le chiese. I cristiani sono costretti a far fronte alle crisi politiche, e spesso rimangono in silenzio quando viene richiesta una rappresentazione morale.
e) un chiaro arresto delle potenze demoniache e di stregoneria. Pregate che i cristiani non possano compromettersi, bensì conoscere il potere nel nome di Gesù, per proteggersi dalla paura e dalla schiavitù.
5. Visione per il 21° secolo. La visione del target 2000 è stata un grande incoraggiamento per la chiesa, ma le nuove iniziative e visioni sono ora necessarie per il prossimo decennio. Preghiamo che il Signore possa rivelare la sua volontà in tutto ciò. La visione missionaria è relativamente piccola, con soli circa 50 missionari mandati fuori da 3 milioni di evangelici. Pregate che il Signore possa dare visione alle chiese per coinvolgere, mandare e sostenere centinaia di operai. I missionari dello Zimbabwe hanno avuto un impatto significativo nel Mozambico.
6. I giovani sono cresciuti con visioni idealistiche d’indipendenza e sono stati disillusi dagli slogan politici, l’avidità dei potenti e la scarsità di posti di lavoro. Loro sono diventati la parte più ricettiva della popolazione, metà della quale è al di sotto dei 15 anni. Preghiamo per i ministeri di:
a) FOCUS, il quale è responsabile per le Unioni Cristiane di circa 40.000 mila studenti nelle università e nei college; in alcuni dei quali ci sono dei gruppi in crescita. Preghiamo che i cristiani laureati possano diventare i principali leader nella Nazione..
b) Scripture Union, il quale ha avuto un impatto decisivo sull’educazione attraverso il suo lavoro nelle scuole secondarie. Il loro numero è in crescita da 250 nel 1980 al 1.535 nel 1995, e fra loro vi sono molti gruppi cristiani attivi e pronti ad andare fuori. Il campo missionario ha avuto molti frutti. Un piccolo gruppo di collaboratori nelle scuole primarie si sta impegnando, preghiamo che possa crescere attraverso un programma estensivo pensato per alcuni campi. Pregate che ci possano essere più insegnanti cristiani che portino avanti questo lavoro durante il loro tempo libero.
c) Il programma altamente efficace di aiuti per l’Aids di Scripture Union che è stato attivato nello Zimbabwe, è stato diffuso in molti paesi africani, in questo programma i giovani sfidano altri giovani ad astenersi dai rapporti sessuali, e ad intraprendere un rapporto personale con Gesù come una via per fermare il diffondersi della malattia.
7. La parte meno evangelizzata. Lo Zimbabwe è stato ampiamente evangelizzato, ma restano comunque alcune aree di bisogno:
a) le zone rurali. In alcune chiese ci sono alcuni collaboratori a tempo pieno. Preghiamo affinché alcuni pastori ed evangelisti sentano la chiamata a servire in queste aree rurali. Preghiamo anche per una diffusione del Vangelo e per la distribuzione di letteratura cristiana in queste zone. Un effetto speciale si è avuto grazie alla visione del film Jesus e Operation Foxfire.
b) le città in crescita, gonfiate da centinaia di migliaia di immigranti rurali che cercano lavoro che non esiste. Le zone di occupazione abusiva si stanno moltiplicando e la criminalità sta crescendo. La testimonianza ai disoccupati è una grande sfida.
c) le persone meno raggiunte. Ci sono delle congregazioni fra questi popoli indigeni ma anche un minor numero fra le aree Tonga, Nambyam e Dombe nel nord ovest e nel Kunda, nel nord est, e il Ndau a est. I Valanga ed i Ndebeli sono stati esposti al Vangelo per 130 anni, ma hanno risposto in misura inferiore rispetto agli Shona.
d) la zona di campagna. Quasi 2 milioni di lavoratori e di dipendenti vivono in 4.200 fattorie, molte di proprietà dei bianchi. Più della metà di questi lavoratori proviene dal Malati e dal Mozambico. La CCAP (NGK), l’Esercito della Salvezza e altri mantengono un buon ministero in queste comunità, specialmente fra i Malawian Chewa, ma molte comunità e fattorie sono rimaste senza nessuna congregazione evangelica.
e) Musulmani. Essi rappresentano una piccola parte, tuttavia esercitano una sproporzionata influenza sul Paese attraverso l’aiuto straniero, costruzioni di moschee, e dottrine musulmane nelle università. Molti sono Yao dal Malati, altri sono Gurjati in molte città e altri sono indigeni Shona.
8. Il vigore della missione si è ridotto notevolmente a causa della riluttanza del governo a concedere i permessi per predicare il Vangelo. Anche le esigenze dei missionari sono state ridotte, vi è ancora una vasta gamma di ministeri che necessita aiuti. La chiesa matura dello Zimbabwe può coprire una buona parte dei ministeri. MAF ha 2 aerei per servire nella chiesa. Le maggiori agenzie missionarie sono Chiese Cristiane/Chiese di Cristo (91), YWAM (45), Chiese Avventiste del 7° Giorno (36), TEAM (29), IMB (23), SBC (20), Fratelli Cristiani (15), SIM (15) e Fratelli in Cristo (10).
9. La letteratura cristiana è diventata uno dei maggiori strumenti utilizzati nello Zimbabwe e oltre, specialmente nel Mozambico. Pregate per:
a) la distribuzione della Scrittura. La Società Biblica possiede un grande programma per la stampa e distribuzione delle Scritture. Il ruolo del governo per quanto riguarda l’insegnamento religioso nelle scuole ha consentito una distribuzione di massa di Bibbie, NT e porzioni delle Scritture. Nel giugno del 1985 ha avuto inizio una nuova revisione della Bibbia Shona. Gli opuscoli SGM sono stati utilizzati per confortare e sfidare coloro che sono affetti dall’Aids.
b) la letteratura cristiana per la vita che ha avuto un notevole successo ed ha seguito dei corsi di corrispondenza. La maggior parte della sua distribuzione va nel Mozambico.
c) le librerie cristiane si trovano in vari centri. La scarsità di valuta estera e la mancanza di varietà di bene e di materiali prodotti localmente limita le provviste.
d) CAVA che rappresenta, al momento, la più grande distribuzione della letteratura in Shona per contrastare la nuova sfida offerta dalla tradizionale religione animista. Viene altresì prodotto materiale audio visivo.
10. I mezzi elettronici cristiani:
a) radio e programmi TV sono trasmessi sui canali nazionali, le trasmissioni internazionali ricevono dal TWR SW Aziland in inglese (33hrs), Shona (17) e Tswana, c’e una grande audience.
b) il film Jesus è stato usato e visto in 10 lingue da alcune chiese e sono in preparazione ancora altre lingue dello Zimbabwe.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                          Traduzione di Fabiola d’Ugo

1. La grande libertà sin dall’indipendenza di poter predicare il Vangelo in pubblico attraverso i media, nelle scuole, e nelle prigioni, nonostante il clima politico sia peggiorato.
2. L’obiettivo 2000, la visione multi-denominazionale ha fissato la meta di raddoppiare il numero delle chiese da 10.000 nel 1992 a 20.000 nel 2000, l’obiettivo è stato raggiunto!
3. Forte crescita della chiesa negli anni ’80 ha accelerato negli anni ’90 il modo che il numero di evangelici crescesse da 1,3 milioni a 3 milioni. Questa crescita è passata attraverso la linea principale delle denominazioni evangeliche e protestanti, ma è stata particolarmente evidente nelle indigene Zimbabwe Assemblee di Dio in Africa (ZOAGA) e nel numero di ministeri più giovani come ad esempio Ministri di Fede, Associazione della Lieta Novella e Chiesa dell’Alleanza.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 71,71
Etnie tradizionali 26,00
Non religiosi/altri 1,20
Musulmani 1,00
Ebrei 0,09
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Assemblee di Dio di Zimbabwe 4.000 800.000 1.600.000
Cattolica 90 539.683 1.020.000
Apostolica africana 500 364.000 910.000
Zion Cristiana 1.389 166.667 500.000
Avventista del 7* giorno 552 288.380 481.600
Missione apostolica della fede 1.150 110.000 366.300
Anglicana 674 128.000 320.000
Metodista unita (USA) 750 73.000 125.000
Metodista (Regno unito) 857 60.000 120.000
Chiese cristiane/Chiese di Cristo 333 75.000 120.000
Convegno battista 590 49.590 110.675
Esercito della salvezza 778 70.000 110.000
Luterana evangelica 235 45.045 100.000
Assemble di Dio – Ritorno a Dio 550 50.000 95.000
Chiesa riformata in Zimbabwe 43 36.000 90.000
Chiese di Cristo 200 23.000 65.780
Testimoni di Geova 856 27.000 65.521
Fratelli in Cristo 283 24.820 34.000
Chiesa di Cristo (USA) 240 9.000 25.000
Altre denominazioni [331] 8.678 703.569 1.696.000
Affiliati doppi -500.000 -1.000.000
Totale cristiane [352] 22.748 3.142.700 6.954.900
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA