DATI

CAPITALE: Quito
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
13.927.650
LINGUE: Spagnolo (ufficiale), lingue indigene (specialmente il Quechua)
ETNIE: Meticci (un miscuglio tra l’indio e lo spagnolo) 65%, Indio 25%, Spagnoli ed altri 7%, Neri 3%
AREA TOTALE:
283.560 kmq
CONTINENTE: America

1. Il Paese ha bisogno urgentemente di un governo onesto che da un lato possa dare stabilità e pace, e dall’altro abbia il coraggio di affrontare i seri problemi economici e sociali che hanno impedito il vero progresso, e affronti gli interessi personali dell’elite privilegiata e radicata. Pregate per coloro che rappresentano l’autorità.
2. La chiesa cattolica ha visto una diminuzione della propria posizione privilegiata con la crescita degli evangelici e di altri gruppi marginali. Ci sono stati degli episodi sporadici e locali di violenza, chiese incediate e varie intimidazioni contro gli evangelici. Pregate per la continua libertà di religione, l’armonia tra le denominazioni e una crescita nella vita spirituale tra i cattolici.
3, L’incertezza politica, la guerra e una serie di catastrofi naturali ed economiche nel giro degli ultimi 20 anni, hanno distrutto le vecchie dinamiche feudali esistenti tra lo stato e la chiesa e hanno reso gli ecuadoriani più aperti al Vangelo. Pregate che questa apertura possa portare a una grande raccolta spirituale in ogni parte della Nazione e su ogni livello della società.
4. Gli evangelici dell’Ecuador. L’Ecuador aveva la percentuale più bassa di evangelici dell’America Latina nel 1960, ma questa è aumentata dallo 0,43% (19.000) al 6,1% (776.000) nel 2000. Questa crescita è avvenuta per la maggior parte nelle città in fase di crescita tra i Quichua. Pregate per un’unità che scavalchi le classi sociali, le culture, le personalità, e le etichette denominazionali, così che il corpo di Cristo possa influenzare decisamente le vite della Nazione nel ventunesimo secolo. La Confraternita evangelica è un gruppo che unisce molti evangelici con la visione e con la battaglia contro i problemi sociali.
5. Le sfide specifiche per la chiesa:
a) Lo sviluppo di una visione e la crescita — alcune chiese hanno perso il loro zelo evangelistico.
b) La sensibilità culturale per i credenti di lingua spagnola che si trovano nel ministero tra la maggioranza di Amerindi evangelici cristiani.
c) L’integrazione del Quichua e delle pianure indiane nella vita politica, economica e spirituale del Paese, e allo stesso tempo il preservare la loro integrità culturale.
d) Un miglioramento della possibilità e della qualità dell’addestramento pastorale. Le credenze sincretiste, e le perdite a favore di sette e di nominalismo evangelico sono inevitabili. Le scuole bibliche e i seminari stanno aumentando in numero, ma sono insufficienti per rispondere al bisogno. Programmi TEE si sono dimostrati programmi efficaci nell’addestramento di insegnanti pastori e laici.
e) Un ministero più efficiente e appropriato per bambini e giovani. Senza di questo la chiesa perderà la prossima generazione.
f) Il maturare della visione missionaria che si sta sviluppando. Molte chiese non capiscono né il bisogno, né l’impegno richiesto.
6. Il lavoro pionieristico tra le piccole tribù della giungla ha attratto l’attenzione mondiale nel 1956 quando un missionario MAF, uno GMU e tre missionari dei fratelli sono stati ammazzati dagli indigeni Waorani (Auca). Quasi tutte queste tribù ora hanno chiese e parti della Bibbia, grazie al lavoro dei missionari delle chiese dei Fratelli e dei missionari SIL/WBT tra i Waorani e i Colorado, i GMU e l’HCJB tra i Shuar, la chiese di Quichua tra gli Zaparo, e altri. Pregate per:
a) La neutralizzazione dell’intensa propaganda anti missionaria da parte di antropologi umanitari, di agitatori di sinistra, di commercianti e sfruttatori della giungla. Alcune volte l’opposizione ha fermato i ministeri cristiani e il lavoro di traduzione della Bibbia.
b) Gli sforzi da parte dei credenti indiani di preservare le loro terre dalla ricerca irresponsabile di petrolio.
c) Un processo di maturazione delle chiese nella giungla che possa renderli pronti ad affrontare la vita moderna e la fine delle culture indigene spagnole e Quichua.
7. La traduzione della Bibbia e la sua distribuzione. L’Ecuador è una delle prime Nazioni penetrate dalla WBT (Wycliffe Bible Translation). Erano impegnati in 12 lavori di traduzione del NT prima che fossero obbligati a ritirarsi. Pregate per il completamento dei programmi di traduzione in corso e per le due o tre lingue che ancora hanno bisogno di traduzione. Pregate per un uso effettivo delle Bibbie e dei Nuovi Testamenti attualmente disponibili. La società della Bibbia gioca un ruolo fondamentale nella distribuzione delle Scritture in questo Paese.
8. Le missioni. I gruppi maggiori sono la radio HCJB (242 missionari), gli IMB-SBC (65), la CMA (89), le AdD (41), la GMU (69), la Norwegian Santal Mission (23), la OMS (33), i Fratelli (33). Ci sono molte opportunità tra queste agenzie, per nuovi missionari in vari ministeri di appoggio, nei ministeri di fondazione di chiese e in zone pionieristiche. Pregate per delle buone relazioni tra le chiese e le missioni. Esiste inoltre l’eterno pericolo del paternalismo amministrativo e finanziario che si insinua soffocando iniziative ecuadoriane e che rende il Cristianesimo la religione dei “gringo statunitensi”.
9. I meno evangelizzati:
a) gli abitanti delle baraccopoli di Quito e di Guayaquil. Più del 60% della popolazione di queste città vive nelle baraccopoli che sono costruite su paludi inquinate. Pochi lavoratori cristiani hanno una visione per queste povere persone.
b) Le medie ed alte classi sociali che finora non hanno reagito al messaggio del Vangelo (vi lavora la CMA, l’OMS ed altri).
c) Gli studenti universitari e di scuola. Ci sono otto agenzie impegnate in ministeri universitari tra i 220.000 studenti, che includono la CCCI, i GBU, la YFC, la LAM e quattro gruppi denominazionali. Il lavoro è piccolo, ma ci sono dei risultati per quanto riguarda le università. Nel 1996 fu aperta in Quito l’università cristiana latino-americana.
d) I Quichua Saraguro e i Salasaca Quichua, tra i quali lavora la OMS, non hanno reagito al messaggio del Vangelo.
e) Le 6.000 persone che vivono sulle lontane ed isolate isole Galapagos, che nel 1992 aveva solo una chiesa evangelica con due membri e sei interessati.
f) Le province del Carchi (130.000 persone con 8 chiese) e della Loja (361.000 persone con solo 9 chiese). La SIM sta servendo in Loja, che è tuttavia la provincia meno evangelizzata con meno di 20 chiese per 424.000 persone. L’Operacíon Esperanza è un’organizzazione che collega l’IMB-SBC, la SIM e la WMPL in un impegno congiunto di raggiungere i Lujo col Vangelo.
g) I Cinesi con una sola chiesa giovane nella loro comunità.
10. I media cristiani.
a) La radio. L’HCJB trasmette più di 900 ore settimanali in 12 lingue su onde corte, FM e col satellite (insieme alla TWR) in Ecuador, nell’America Latina e nel mondo. L’HCJB inoltre possiede un’estesa gamma di ministeri di sostegno quali il discepolato, l’istruzione, la formazione pastorale e la medicina (due ospedali e cliniche d’istruzione). Pregate inoltre per le due stazioni radio Quichua e quella cristiana a Shuar, che si trovano sotto la guida di credenti indigeni, ma che furono fondate dalla GMU, e che radiodiffondono per queste popolazioni indigene. Sia la Evangelical Covenant Church che la Lutheran Church possiedono una stazione radio.
b) Il Ritorno alla Bibbia in spagnolo è diventato uno dei programmi principali per i radiodiffusori evangelici che producono programmi locali.
c) Il film su Gesù in spagnolo è stato grandemente trasmesso in TV e proiettato come film. È disponibile inoltre in Chimborazo, in Shuar e in Calderon.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                        Traduzione di Deborah Jones

1. L’impatto del Vangelo su una parte del Quichua è un miracolo moderno. Nel 1967 c’erano solo 120 credenti tra 3 milioni di persone; ora ci sono delle aree con evangelici dal 45 al 50%. Il lavoro più impressionante è stato svolto in cent’anni di ministero dalla GMU con circa 200.000 credenti connessi con le chiese fondate attraverso di loro.
2. La radio HCJB, fondata nel 1931, fu la prima dei grandi radio trasmettitori missionari cristiani. Oggi questo ministero è conosciuto in tutto il mondo e in Ecuador, e come diretto risultato, il mondo è benedetto attraverso di esso.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 97,36
Non religiosi/altri 1,90
Etnie tradizionali 0,40
Cinesi/Buddisti 0,16
Bahaisti 0,15
Musulmani 0,02
Ebrei 0,01
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 960 5.714.000 10.400.00
Associazione di evangelici indiani [4] 500 75.000 180.000
Santi degli ultimi giorni (Mormoni) 200 111.801 180.000
Testimoni di Geova 526 40.037 150.000
Alleanza cristiana e missionaria 119 20.036 60.713
Evangelica quadrangolare 190 45.000 60.000
Avventista del 7* giorno 76 28.840 55.000
Convenzione battista 220 31.446 50.000
Chiesa di Dio (Cleveland) 140 23.000 45.000
Chiesa del Nazareno 240 19.000 35.000
Associazione degli evangelici inter-americani 40 4.000 10.000
Patto evangelico 60 7.500 10.000
Associazione di cristiani missionari 80 1.4000 5.000
Altre denominazioni [109] 1.506 108.000 235.000
Affiliati doppi -164.835 -300.000
Totale Cristiane [126] 5.037 6.079.000 11.220.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA