DATI

CAPITALE: Bangui
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
4.444.330
LINGUE: Francese (ufficiale), Sangho (lingua franca e lingua nazionale), lingue tribali
ETNIE: Baya 33%, Banda 27%, Mandjia 13%, Sara 10%, Mboum 7%, M’Baka 4%, Yakoma 4%, altri 2%
AREA TOTALE:
622.984 kmq
CONTINENTE: Africa

1. L’evangelizzazione fin dagli anni ’60 ha raccolto un responso enorme. La RAC ha la più alta percentuale di Evangelici di tutta l’Africa. La mancanza di un discepolato efficace sia per i Cristiani di prima generazione, sia per quelli di seconda e terza generazione, ha creato molteplici problemi:
a) Il nominalismo evangelico e la visione sincretistica del mondo sono abbastanza comuni, c’è un impegno superficiale, una conoscenza e un’applicazione poco mature delle verità della Scrittura.
b) Le divisioni della Chiesa hanno impedito sforzi collaborativi. Preghiamo contro le cause alla radice:
i) Le denominazioni basate sulle etnie aumentano il trialismo e creano barriere.
ii) La diffusa rottura tra i leader delle chiese e i missionari ha causato profonda angoscia, ha moltiplicato le divisioni e ha isolato i ministri gli uni dagli altri. Preghiamo per pentimento, guarigione delle ferite del passato e per un apprezzamento più profondo e una maggiore fede tra i servi di Dio, sia locali che stranieri.
iii) Orgoglio spirituale, avarizia, abuso di fondi monetari, mancanza di fiducia, egoismo, attitudini paternalistiche e rigide visioni dottrinali hanno fatto la loro parte.
2. L’unità della Chiesa è un bisogno fondamentale. C’è un po’ di collaborazione tra i principali gruppi Battisti, Pentecostali, Evangelici, ma bisogna che tutto questo si approfondisca e si estenda. Preghiamo per:
a) La AEC (Alleanza Evangelica Centro-africana) ed altri, affinché possano lavorare efficacemente per una testimonianza uniforme, che porti gloria a Dio nella nazione.
b) La ricerca collaborativa di forze che lavorino nella messe del Signore e di campi in cui operare nella RAC. Il Movimento AD2000, AMI/CMF ed altri hanno iniziato in questo senso. Preghiamo per il suo completamento e per l’applicazione dei suoi risultati, per la mobilitazione della Chiesa nel discepolato, nella fondazione di chiese e nella missione pionieristica. Al momento, nelle chiese locali c’è poca partecipazione ad un’evangelizzazione più ampia.
3. Un ministero di formazione per i responsabili di chiesa è un grande bisogno per la Chiesa nella RAC. Le distanza tra le città, la povertà tanto diffusa e l’analfabetismo limitano le possibilità di formazione. Preghiamo per:
a) Scuole Bibliche (sono una dozzina, o forse più) – i limiti di tutte sono rappresentati dalla mancanza di personale, studenti, fondi e risorse.
b) La Facoltà Evangelica di Teologia della città di Bangui (BEST) (che concede il dottorato) aperta nel 1977 come risultato dell’iniziativa della AEA (Associazione degli Evangelici dell’Africa). Questa è stata la prima scuola evangelica di teologia con corsi di laurea per l’Africa francofona. Preghiamo per questo istituto e per il suo impatto spirituale in tutta l’Africa. Preghiamo anche perché possa essere provvisto di risorse e del giusto personale permanente. C’erano 75 studenti al Master nel 2000 e oltre 36 donne nel programma speciale per donne. La mancanza di fondi è il maggior freno allo sviluppo. Anche i Fratelli Evangelici della Grazia hanno un seminario a Bata.
c) TEE è importante in questa grande nazione scarsamente popolata ma deve essere fatto molto lavoro per sviluppare e mantenere questo programma dappertutto nel Paese.
d) La visione per la missione deve crescere, sebbene alcuni stiano avendo una visione per i Pigmei e i Fulbe nella zona occidentale del Paese. AMI/CMF stanno gestendo una piccola scuola biblica ponendo l’enfasi sulle missioni interculturali. Preghiamo che questo possa elevare il profilo delle missioni e il coinvolgimento in esse. Preghiamo affinché i credenti possano essere toccati dal desiderio di Dio di vedere ogni popolo evangelizzato. Preghiamo che coloro che promuovono la visione per la missione possano vedere una crescita nell’entusiasmo e nel sostegno.
4. Giovani e bambini. Poche chiese hanno la visione, le strutture e operai per discepolare la nuova generazione che sta crescendo. Un’eccezione è rappresentata dalla Chiesa Evangelica Battista che ha 25.000 giovani attivamente coinvolti in strutture ben organizzate. Preghiamo per:
a) L’impatto di CEF e SU sul ministero per i bambini. CEF ha iniziato dei club biblici nelle scuole nel 1994. Alle Chiese è permesso organizzare insegnamenti biblici negli edifici scolastici dopo l’orario delle lezioni.
b) Studenti delle scuole superiori. La UJC (IFES) è attiva in 33 dei 47 istituti del Paese e oltre 1.000 studenti sono coinvolti nei gruppi. Il fermento politico ha, fin qui, disturbato gli studi dei 3.000 studenti universitari. C’è una diffusa mancanza di speranza per il futuro con limitate opportunità di lavoro.
5. Traduzione della Bibbia. L’intera Bibbia è stata tradotta solo in 4 lingue indigene (Sango, Gbaya, Mbai e Zande). Preghiamo perché il Nuovo Testamento in lingua Sango appena revisionato, che sta per essere distribuito, sia usato efficacemente e anche per la revisione dell’Antico Testamento in corso in questo momento. Si è intrapresa la traduzione della Bibbia in altre 6 lingue (La Società Biblica, SIL, BMM) ma c’è un preciso bisogno di traduzioni in altre 5 lingue. Altre 49 lingue devono essere studiate. Nel 1994 è stata fondata l’Associazione dell’Africa Centrale per la Traduzione della Bibbia e l’Alfabetizzazione (ACATBA). Preghiamo perché ci sia l’impegno risoluto di fornire la Parola di Dio per ogni lingua nella quale è necessaria.
6. I meno raggiunti. Sebbene la maggior parte dello Stato sia stata, almeno superficialmente, evangelizzata, ci sono aree e popoli particolari che devono ancora essere raggiunti.
a) Il lobo settentrionale è di difficile accesso e, in larga misura, Musulmano. In un’area di 180.000 kmq ci sono solo otto congregazioni. Preghiamo in particolar modo per i Runga (90% Musulmani, 23.000) — Chiesa Apostolica, AMI/CMF; i Kara (60% Musulmani, 5.000) — SIL, AMI/CMF; e i Luto (60% Musulmani, 17.000) — BMM, AMI/CMF.
b) Il numero dei Musulmani è aumentato attraverso l’immigrazione (Mbororo Fulbe, Arabi, Sudanesi, Ciadiani) e sempre più a causa delle conversioni. I Musulmani ora controllano molte delle reti di commercio e trasporto. L’evangelizzazione specificatamente diretta verso di loro è relativamente poca e pochi sono i cristiani che si sentono in grado, o sono equipaggiati per questo. Preghiamo in particolare per:
i) I cittadini Musulmani influenti (Arabi, Hausa).
ii) I Shuwa Arabi nomadi e i Fulbe Mbororo.
iii) Le crescenti minoranze Islamiche tra i popoli cristianizzati. L’influenza Sudanese e i soldi Libici e Sauditi, garantendo gli studi all’estero in Arabia Saudita, stanno portando molti all’Islam.
c) Le aree della foresta. C’è un grande bisogno di opportune ricerche ma ci sono gruppi non raggiunti tra:
i) I Pigmei – alcuni stimano il loro numero pari a 200.000. Parlano 5 lingue (Fratelli della Grazia).
ii) Bofi e Bakoto, sottogruppi dei Gbaya.
iii) I Langbassi, un sottogruppo dei Banda.
d) Il gruppo etnico dei Sara, lungo il confine con il Ciad, ha una percentuale molto bassa di cristiani.
7. Le agenzie missionarie hanno giocato un ruolo molto importante tanto nell’ambito dell’educazione e della salute che nella fondazione di chiese, nella traduzione delle Scritture e altro ancora, sebbene il numero del personale sia ora molto ridotto. Le agenzie missionarie più grandi sono la Baptist Mid-Missions (41), Grace Brethren (21), InterAct (12), Chiesa Evangelica Luterana dell’America (8). La grande sfida è quella di un’efficace associazione ugualitaria tra le chiese nazionali e le missioni. Preghiamo perché ci siano buone relazioni e collaborazione nell’evangelizzazione e nel sostegno dei ministeri.
8. Mezzi di comunicazione cristiani e ministeri di aiuto:
a) Radio cristiana – preghiamo affinché siano rimossi tutti gli ostacoli all’avviamento di una stazione radio evangelica efficace a Bangui.
b) Nel 1995 EHC ha avviato un distribuzione di letteratura in tutta la nazione – anche letteratura per analfabeti – andando in ogni casa. Preghiamo per la buona conclusione di questa opera.
c) Il film JESUS è stato largamente mostrato in Francese, Sango, Gbaya e Zande, ed è in produzione in altre lingue. Preghiamo che un buon seguito possa portare a più e più forti chiese.
d) La MAF ha due aerei che servono le chiese e le missioni in questo grande Paese.
e) GRN ha registrazioni disponibili in 17 lingue ma questo numero potrebbe essere aumentato.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                      Traduzione di Miriam di Francia e Dario Caracciolo

1. Un famoso leader evangelico nazionale è stato usato da Dio nel 1998 per fare da intermediario in un significativo incontro di riconciliazione dopo una generazione di instabilità, colpi di stato e violenza.
2. Molte chiese locali e alcune denominazioni hanno sperimentato una crescita considerevole negli anni ’90.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 70,38
Musulmani 15,60
Etnie tradizionali 12,80
Non religiosi/altri 0,89
Bahaisti 0,33
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Elim evangelica21080.000140.000

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Cattolica 2.751 393.355 676.570
Unione di fratelli evangelici 921 200.000 350.000
AEBEC (ex BMM) 350 65.000 120.000
Battista evangelica 845 60.000 110.000
UFEB (ex BMM) 200 50.000 95.830
Unione fraterna di battisti 350 50.000 95.000
Cooperativa evangelica di Africa centrale 338 45.000 90.000
Luterana evangelica 300 38.000 62.000
AEAC apostolica 530 35.000 50.000
Chiese di Cristo 140 14.000 23.000
Chiese evangeliche dell’est 500 15.000 19.500
Communità evangelica battista 72 12.000 17.000
Testimoni di Geova 68 2.700 11.259
Chiesa evangelica dell’ovest 48 6.000 11.200
Unione di chiese battisti 50 5.556 10.000
Altre denominazioni [43] 760 79.000 141.000
Totale Cristiane [59] 8.433 1.151.000 2.022.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA