DATI

CAPITALE: Seul
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
49.044.790
LINGUE: Coreano; Inglese insegnato nelle scuole
ETNIE: Quasi tutti Coreani
AREA TOTALE:
98.480 kmq
CONTINENTE: Asia

1. Il recesso asiatico del 1997 con le relative ripercussioni nella politica, nell’industria, l’economia e le chiese hanno subito un duro colpo. Il materialismo e l’orgoglio sono stati distrutti e benché ci sia stato un certo miglioramento la riorganizzazione, l’equilibrio, ed i controlli democratici non si sono spinti abbastanza. Preghiamo che il paese, i capi politici, industriali e religiosi possano far fronte al bisogno ed affrontare coraggiosamente i cambiamenti necessari. Durante le crisi molte chiese si sono sottomesse a Dio con pentimento e risvegliando lo zelo.
2. L’incombente crisi del possibile disastro economico e politico nella Corea del nord avrà un enorme effetto nel sud. Preghiamo che i capi politici e cristiani, possano essere pronti per questo, e che possano prendere delle sagge decisioni che saranno la cosa migliore per la ripresa di tutta la Corea.
3. La chiesa coreana è cresciuta, grazie alle riunioni di preghiera nel primo mattino, ritiri di preghiera nelle montagne alla ricerca di Dio, studi biblici, programmi evangelistici, comunione fraterna nelle riunioni in casa e nelle agapi. Preghiamo che questa eredità non possa essere perduta, e che quella rinascita possa essere riaccesa.
4. La chiesa coreana ha maggiori sfide spirituali sia da riconoscere che da rivolgere ad altri, se la sua credibilità di fronte al mondo e l’efficacia nel ministero devono essere ristabiliti:
a) Orgoglio spirituale. Per lungo tempo c’è stata una convinzione abbastanza diffusa che il successo e la prosperità sono segni delle benedizioni di Dio. Si è spesso fieri della crescita statistica che colpisce l’organizzazione e le costruzioni. È una tentazione per i responsabili cercare affermazione, ricchezza e una buona condizione sociale, piuttosto che rivolgere lo sguardo verso la croce.
b) Divisione. Quasi ogni denominazione ha sofferto a causa dei gravi scismi, c’era una denominazione presbiteriana alla fine dell’occupazione giapponese, ma attualmente sono circa 100. Un forte denominazionalismo, esempi di comando autoritario e scontri di personalità sono stati alla radice di questo, mettendo in rilievo la dottrina, disaccordi ecumenici e regionali. Alcuni stanno lavorando attivamente per cercare di rimediare a tutto ciò. Preghiamo perché ci possa essere umiltà, riconciliazione e che uno spirito di collaborazione possa essere evidente in ogni parte della chiesa.
c) Modelli di direzione. La direzione è spesso molto autoritaria. L’elevata condizione dei pastori ostacola il servizio di una conduzione biblica e promuove divisioni, formalità, legalismo ed un soffocamento delle aspettative di guida personale da Dio per “i cristiani ordinari”.
d) Disciplina inadeguata. Un notevole numero di cristiani proviene da un ambiente immerso in un concetto buddista e strutturato dall’etica confucianiana. Lo Spirito Santo e la Parola dovrebbero condurli ad una piena libertà e grazia nel Vangelo.
e) Negligenza dell’insegnamento etico ha significato poca applicazione delle verità bibliche nelle questioni sociali. I cristiani hanno spesso giustificato ricatti e pratiche corrotte, ed hanno trascurato le ingiustizie sociali. I cattolici hanno adottato una forte posizione di fronte a questi e spesso ottengono più credibilità dei protestanti.
5. La formazione teologica in Corea è unica. In nessun altro paese nel mondo dove c’è una grande chiesa in continua crescita ed anche una tale sovrabbondanza di gente preparata per il lavoro pastorale. Ci sono almeno 280 istituzioni teologiche in Corea. Nei più importanti seminari presbiteriani ufficialmente riconosciuti si contano oltre 16.000 studenti. Da una parte i predicatori che parlano inglese sono moltissimi, dall’altra parte più coreani studiano per il ministero cristiano. Per coloro che si laureano ci sono scarse opportunità nelle congregazioni desiderate – tuttora di congregazioni povere ve ne sono molte! Preghiamo che questi uomini e donne possano impegnarsi nel modo migliore.
6. I giovani sono più consapevoli come mai prima d’ora. Pregate per:
a) Gli studenti universitari che ammontano ad oltre 2,5 milioni su 994 città universitarie. Molti sono coinvolti in 15 organizzazioni per studenti cristiani come CCCI (845 membri dello staff su 90 città universitarie), Navigatori (con oltre 120 membri dello staff) ed associazioni bibliche universitarie (UBF) con 10-20,000 studenti coinvolti. Altrettanto importanti sono IVCF (IFES) con 89 membri, Joy Mission, YWAM, ESF, SFC,- ognuna con 1-5.000 studenti coinvolti.
b) SU che gioca un ruolo importante nella produzione di materiale per studi biblici. Pregate che i giovani possano trovare gioia nello studio personale della Bibbia.
c) CEF che ha circa 120 collaboratori impegnati nel ministero con i bambini.
7. La visione missionaria della chiesa coreana è cresciuta rapidamente. Un crescente di missionari emigranti è stato mandato dappertutto da oltre 160 coreani e agenzie internazionali (qualche vota entrambi). Le maggiori agenzie coreane sono: UBF (751), Hap dong, presbiteriani (730), tonghap presbiteriani (492) , metodisti (447) Holiness (290), GMF (266), battisti (214), CCCI (193), Kosin presbiteriani (186), KaeHyuk presbiteriani (181), Full Gospel Mission Associtiation (177), Missione tyrannus (145), Korea Harbor Mission (122) e Paul mission (89). Ci sono inoltre grandi contingenti nelle agenzie internazionali come: YWAM (658), OM (212) OMF (74) WEC (67) WBT(52).
a) La mobilizzazione dei giovani per la missione ha guadagnato terreno. La missione Coreana è un grande movimento biennale missionario nazionale di varie agenzie (IVCF IFES), Joy Mission, YWAM, GMF, GP, OMF, ed altri). Moltissimi giovani sono stati ingaggiati per un breve periodo di coinvolgimento da UBF, CCC, OM, YWAM, JOY Mission ecc. Pregate che questi giovani possano essere in prima linea per le missioni nell’andare o nel sostegno di coloro che vanno.
b) La preparazione e l’orientamento per le missioni si sono sviluppati velocemente. Molte istituzioni sono state fondate. Per menzionarne alcune: Il Centro per la missione mondiale (Presbiteriana TongHap), Global Missionary Training Center, Kosin MTI, The Missionary training Institute (Presbyteryan HapDong), The global professials training institute. Prega per un’effettiva preparazione per gli allievi missionari.
c) L’adattamento culturale è difficile per i coreani provenienti da una mono-cultura e una monolingua nazionale. L’entusiasmo ed il vigoroso dinamismo dei coreani sono una risorsa preziosa che spingono fino in fondo per portare frutto.
d) I missionari coreani che servono all’estero hanno bisogno di sostegno nella preghiera – per il loro adattamento in altre missioni e con altri missionari per un’efficace collaborazione, per una cura pastorale e per un’adeguata educazione per i loro bambini.
8. Le parti meno evangelizzate della popolazione che hanno bisogno di un avvicinamento nel ministero:
a) Lo Sciamanismo è rinascente, benché pochi sostengono apertamente l’essere seguaci di questa antica religione coreana. Ci sono circa 600.000 professionisti sciamanisti, principalmente donne.
b) I buddisti rappresentano oltre un quarto della popolazione. Ci sono un numero di religioni indigene come ad esempio il Chondokyo (1 milione di seguaci) e sette pseudo-cristiane con idee buddiste/sciamaniste (1-2 milioni di seguaci).
c) Coreani musulmani. Quest’ultimi stanno crescendo in numero come conseguenza degli sforzi missionari islamici fra i coreani che lavorano in Arabia Saudita.
d) I cinesi. C’erano 7 congregazioni con 80 membri nel 2000. A quel tempo erano protestanti 1,4%.
e) I 250.000 immigrati illegali. Spesso lavorano in circostanze terribili e per lunghe ore.
9. La diaspora coreana: l’emigrazione ed il vasto interesse per gli affari hanno moltiplicato le comunità coreane intorno al mondo. In quasi tutte le chiese in crescita il numero dei coreani ha fatto un balzo (oltre 3.000 solo negli USA) e ciò sta anche diventando un fattore importante per il mandato di missionari.
10. La missione in Corea ha un ruolo importante di servizio nel dare nuove prospettive di insegnamento biblico e nella vita spirituale, e nel lavoro con studenti. Un certo numero di agenzie missionarie ha avuto un effetto importante nella fondazione della chiesa, incluso SBC (79 collaboratori), diverse agenzie presbiteriane (25), comunità biblica battista (19), Sda (19), OMS (8) e OMF operai nel ministero all’interno delle chiese stabilite. OMS ha fondato la più grande denominazione in Asia proveniente dalla missione di fede.
11. La letteratura cristiana gioca un ruolo vitale. La Bibbia in coreano è passata attraverso diverse traduzioni ed è diventata una parte apprezzata della cultura. L’attiva società biblica coreana ha un ministero nazionale globale di stampa della Bibbia che fanno della Corea uno dei principali centri di produzione al mondo di Bibbie che stampano 4,7 milioni di Bibbie/NT per 103 paesi così come 4 milioni di Bibbie/NT in coreano nel 1995. La gamma di libri di religione e di teologia sta aumentando velocemente e ci sono molte librerie cristiane incluse Tyrannus stampa e Parola di vita, Voce (CMA) e CLC (con 12 negozi) e diverse editorie: IVCF, MB, TORCIA, e CLC con 400 titoli pubblicati. Preghiamo che questo ministero possa aiutare a formare una forte chiesa biblica colta.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                          Traduzione di Fabiola d’Ugo

1. Ringraziamo il Signore per l’unica chiesa coreana. È stata fondata su solidi principi indigeni, benedetta grazie ad una serie di rinascite, perfezionata attraverso le persecuzioni, ed è oggi una delle principali nel mondo per la visione missionaria. La sua presenza è altamente visibile; ogni livello della società ne è stato influenzato e la crescita è stata notevole. La Corea potrebbe diventare il primo paese evangelico/protestante in Asia.
2. L’intensità delle preghiere e dell’impegno dei coreani hanno reso possibile questi superlativi.
a) La prima chiesa protestante è stata fondata nel 1884. Nel 1984 c’erano oltre 30.000 chiese e nel 2000 oltre 60.000.
b) Delle 11 più grandi mega-congregazioni nel mondo, 10 si trovano nella città di Seoul. Qui ci sono inoltre le principali congregazioni Pentecostali, Presbiteriane e Metodiste del mondo e la seconda più grande chiesa Battista.
c) Le più grandi università teologiche del mondo, servizi cristiani battesimali dalla pentecoste, ed alcune delle maggiori assemblee cristiane evangeliche nella storia.
3. Il numero dei missionari coreani è aumentato velocemente. L’obiettivo di 10.000 missionari che servono in altri paesi dal 2000 è stato pressoché realizzato. La Corea è adesso a 10.646 – il secondo più alto numero di missionari a servizio appena superiore agli Stati Uniti.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Non religiosi 35,02
Cristiani 31,67
Buddisti 23,89
Religioni indigeni 8,00
Altri 0,80
Cinesi 0,47
Bahaisti 0,08
Musulmani 0,07
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 980 2.125.665 3.804.940
Presbiteriana – HapDong 6.494 918.306 2.295.766
Presbiteriana – TongHap 6.270 1.103.983 2.207.966
Metodista coreana [4] 4.752 656.486 1.365.490
Assemblee di Dio coreane 1.178 513.953 1.130.696
Presbiteriana – HapDong BoSu [4] 3.172 630.000 1.097.000
Convenzione battista coreana 2.245 270.000 650.000
Presbiteriana – HapDong JeongTong 1.695 183.482 610.818
Santità coreana di Gesù 953 193.373 505.946
Evangelica coreana (I) 2.041 400.000 501.793
Presbiteriana – KoShin 1.416 176.832 442.080
Unificazione (Moonies) 407 132.132 440.000
Presbiteriana – YeJang 425 185.000 345.325
Presbiteriana – KiJang 1.448 141.750 321.773
Assemblee di Dio di Gesù 270 120.836 302.090
Avventista del 7* giorno 628 147.080 190.000
Presbiteriana – YeJang HapBo 293 109.700 187.500
Presbiteriana – HoHun [3] 976 145.000 182.000
Testimoni di Geova 1.502 87.179 130.000
Santi degli ultimi giorni (Mormoni) 150 47.170 75.000
Episcopale 88 15.000 75.000
Metodista coreana di Gesù 330 26.224 75.000
Convenzione battista del Vangelo 155 37.500 75.000
Riunione internazionale generale del pieno Vangelo 95 30.000 75.000
Chiesa del Nazareno 210 40.000 55.000
Chiesa di Dio (Cleveland) 117 20.601 36.000
Evangelica coreana (II) 35 4.505 10.000
Altre denominazioni [196] 17.496 2.896.000 5.429.000
Affiliati doppi -4.000.000 -8.291.000
Totale Cristiane [231] 55.822 7.359.000 14.839.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

 

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA