DATI

CAPITALE: Pyongyang
GOVERNO:
Dittatura Comunista
POPOLAZIONE:
24.039.193
LINGUE: Coreano (lingua ufficiale)
ETNIE: Koreani 99,3%, Cinesi 0,7%
AREA TOTALE:
122.370 kmq
CONTINENTE: Asia

1. Il defunto leader del Nord Corea proclamò suo padre, Kim II, dio della nazione attraverso una propaganda adulatoria, ergendo statue in suo onore e manipolando le forze dell’ordine. Pregate che lo Spirito Santo possa convincere questo stato di peccato affinché sia posta fine a quest’idolatria, e il nome di Dio sia esaltato.
2. Il luogo di nascita del famoso risveglio coreano fu proprio la Chiesa della Corea del Nord; la città di Pyongyang è infatti conosciuta come la “Gerusalemme dell’Est”. Durante la guerra di Corea, però, la maggior parte dei cristiani fu costretta a fuggire al sud, per sfuggire a ciò a cui molti altri credenti andarono incontro: il martirio. Non conosciamo molto della chiesa clandestina, ma sappiamo che è sopravvissuta nonostante le grandi sofferenze. Esistono alcuni video propagandistici che mostrano le “chiese” della capitale, ma la realtà è ben diversa: più di 100.000 cristiani sono confinati in campi di lavoro forzato. Pregate per la sicurezza fisica e spirituale dei credenti coreani; ma pregate soprattutto che possano affidarsi al loro Salvatore, Colui che può renderli capaci di conservare la fede anche nelle circostanze più avverse.
3. La maggior parte della popolazione non ha mai sentito parlare di Gesù. Le repressioni da parte del Governo e l’isolamento del Paese dal mondo esterno, hanno impedito la diffusione del Vangelo. Pregate affinché questo popolo sofferente possa conoscere la pace di Cristo.
4. Tre milioni di persone morirono di fame fra il 1994 ed il 2000. Il Governo riservò le razioni alimentari per il suo esercito, ma non si preoccupò di sfamare il resto della popolazione. Le inondazioni causate dalla deforestazione continuano ancora oggi a distruggere i raccolti, con risultati devastanti: alcune fonti affermano che si sono verificati perfino casi di cannibalismo fra la popolazione. Alcune missioni cristiane hanno offerto soccorso, ma è stato loro proibito di diffondere la Buona Novella. Pregate che gli aiuti siano idonei ai bisogni del popolo, e che i Governi stranieri e le ONG (Organizzazioni Non Governative) sappiano gestire questa tragica situazione con saggezza.
5. Attualmente i mezzi di evangelizzazione sono limitati:
a) Radio. Molte emittenti cristiane sudcoreane, fra cui la TWR-Guam e FEBC South Korea, trasmettono diversi programmi che raggiungono il Nord Corea; ma essendo molte stazioni-radio soggette a restrizioni governative, solo in pochi riescono ad ascoltare l’Evangelo della Grazia.
b) I cristiani coreani provenienti dalla Cina o da altri Stati, i quali hanno la possibilità di visitare la nazione, sfruttano l’occasione per testimoniare di Cristo. La Corea del Nord, per motivi economici, ha aperto i battenti anche agli uomini d’affari cinesi, ed il loro facile accesso al Paese potrebbe rappresentare un ulteriore mezzo per diffondere il messaggio della Salvezza. Preghiamo per questo.
c) I cristiani del Sud Corea sono pronti a compiere opera di evangelizzazione nel Nord Corea, non appena il Governo concederà reale libertà di religione. Pregate che ciò possa accadere molto presto.
d) Un gruppo di ONG straniere ha ottenuto il permesso di fondare una chiesa indipendente in un’area dove si svolgono corsi professionali per agricoltori.
6. Negli ultimi tre anni più di 100.000 nordcoreani si sono rifugiati in Cina, tanto che oggi i cristiani di origine coreana che vivono nelle province cinesi confinanti sono circa 200.000. Sono molti coloro che tentano di dar loro rifugio, allo scopo di poterli evangelizzare, ma i cinesi, se sorpresi a dar protezione ai fuggiaschi, vengono severamente puniti; mentre i coreani, costretti a ritornare nella loro patria, vanno incontro a morte certa. Ciò, tuttavia, non scoraggia molti coreani convertitisi in Cina, dal tornare indietro per evangelizzare i propri connazionali. Pregate affinché il Signore protegga i profughi e coloro che danno loro rifugio, affinché sia gli uni che gli altri possano essere uno strumento di salvezza per il disperato popolo nordcoreano.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                        Traduzione di Jonathan Prete

…il Paese della “Gerusalemme dell’Est”…

In Corea del Nord vige l’ateismo di stato e non vi è religione pubblica.[38] Il 64,3% dei cittadini nordcoreani si dichiara irreligioso, il 16% pratica lo sciamanesimo coreano, il 13,5% pratica il ceondosimo, il 4,5% è buddista, mentre l’1,7% è cristiano. La libertà di religione ed il diritto alle cerimonie religiose sono garantiti costituzionalmente, anche se con restrizioni da parte del governo. Il credo del ceondoismo è ufficialmente rappresentato politicamente dal Partito Chondoista Chongu. Amnesty International ha espresso preoccupazioni riguardo le persecuzioni religiose in Corea del Nord. L’associazione Porte Aperte afferma che nel paese avvengono le peggiori persecuzioni dei cristiani di tutto il mondo. In tutto il territorio nordcoreano sono presenti quattro chiese di religione cristiana, tutte sottoposte a controllo da parte del regime.

Secondo il ministro sudcoreano Lim Chang-ho in Corea del Nord i cittadini sarebbero organizzati in cinquantuno classi. Le prime tre sarebbero basate sulla lealtà alla famiglia Kim e al culto della personalità che imporrebbe il “presidente eterno” Kim il-sung, il “caro leader” Kim jong-il e suo figlio Kim jong-un come uniche forme di divinità ammesse nel paese. Chiunque professasse una religione o venisse trovato in possesso di materiale religioso sarebbe classificato come “ostile” e verrebbe di fatto bandito dalla vita pubblica del paese. Sempre secondo Chang-ho in Corea del Nord vivrebbero comunque ancora circa 40 000 cristiani.

FONTE WIKIPEDIA https://it.wikipedia.org/wiki/Corea_del_Nord

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Non religiosi 64,31
Tradizionali etniche 16,00
Chondogyo 13,50
Buddisti 4,50
Cristiani 1,69
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congreg. Membri Affiliati
Credenti clandestini 5.000 280.000 350.000
Associazione cattolica 1 27.972 40.000
Federazione cristiana coreana 2 12.000 15.000
Totale Cristiane 5.003 319.972 405.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA