DATI

CAPITALE: Bujumbura
GOVERNO:
 Repubblica
POPOLAZIONE:
8.090.068
LINGUE: Kirundi (ufficiale), Francese (ufficiale), Swahili (lungo il lago Tanganyika e a Bujumbura)
ETNIE: Hutu (Bantu) 85%, Tutsi (Amitici) 14%, Twa (Pigmei) 1%, Europei 3.000, Sud asiatici 2.000
AREA TOTALE:
27.830 kmq
CONTINENTE: Africa

1. Pregate per la riconciliazione fra i Tutsi e gli Hutu e che la pace ritorni nel Paese. Secoli d’oppressione, rappresaglie e i continui omicidi hanno provocato dolore e generato odio. Ogni tentativo, nazionale o internazionale, volto alla negoziazione con la fazione ribelle degli Hutu è fallito.
2. Il risveglio del 1950 portò benedizioni e crescita nella chiesa, ma con la generazione successiva il Paese ha subito una decadenza fisica, morale e spirituale. La Chiesa è ora l’unica istituzione in grado di condurre la società alla riconciliazione; infatti, solo un miracolo di Dio nei cuori di molte persone può consentire l’avvento della pace. Pregate anche perché ogni inimicizia, schiavitù e peccato siano cancellati dal sangue di Cristo Gesù.
3. Le figure più note di tutte le chiese cristiane si sono opposte fermamente all’odio razziale; ciò nonostante molti ministri di culto delle tribù Hutu e Tutsi sono stati uccisi ed altri esiliati. Sono state molte le chiese distrutte durante i combattimenti. Pregate che l’unità, la saggezza, il coraggio e l’amore di Cristo risiedano in tutti coloro che ricercano il bene del Burundi e desiderano la crescita della Chiesa.
Pregate anche che le chiese possano partecipare alla ricostruzione del sistema scolastico, fortemente danneggiato: il Governo ha richiesto il loro sostegno, ma gli aiuti sono carenti.
4. La preparazione biblica dei conduttori di chiesa non è adeguata ai bisogni spirituali. La persecuzione e la chiusura delle scuole Bibliche impedisce, inoltre, che vi sia supporto da parte di nuovi ministri più preparati. Pregate per il completo ripristino degli istituti Biblici non più attivi e per nuovi credenti consacrati al servizio.
5. Anche nella sofferenza, i Cristiani Evangelici crescono nelle vie del Signore. Gli esempi più significativi sono le chiese Pentecostali, i Metodisti e l'”Eglise Vivante”. Pregate affinché i credenti diano testimonianza della loro fede, nonostante attorno a loro tutto stia crollando e così tante persone siano vittime di continue e crescenti stragi.
6. Le aeree bisognose di aiuto spirituale:
a) I Twa sono tra i meno evangelizzati: solo il 7% è cristiano.
b) I campi profughi in Tanzania e in Congo. La vita spirituale qui è molto dura, ed è difficile offrire una costante ed efficace testimonianza di fede. Pregate per le chiese presenti in questi campi.
c) Tutti i profughi in Burundi.
d) La comunità mussulmana, la quale, benché piccola, è in continua crescita anche a causa della cattiva testimonianza di alcuni “cristiani” coinvolti negli omicidi.
7. Giovani e bambini (richiesta speciale di preghiera):
a) I bambini soffrono, molti sono orfani, e solo pochi hanno la possibilità di ricevere un’istruzione scolastica e di trovare un impiego. Il lavoro svolto, specialmente tra i bambini, è stato finora molto poco efficace.
b) La missione SU (Unione per la Scrittura) ha avuto grande impatto nel passato. Pregate che quest’opera possa essere ripresa.
c) Un piccolo gruppo GBU-IFES (Gruppi Biblici Universitari-Compagnia Internazionale degli Studenti Evangelici) continua la sua opera nell’unica Università dello Stato, ma il numero degli studenti coinvolti è diminuito drasticamente.
8. La presenza missionaria è bassa. Il regime precedente ha espulso quasi tutti i missionari, e solo pochi sono poi ritornati a causa della crescente instabilità. Molti sono quelli di cui necessita il Governo per la grande opera di ricostruzione della chiesa e della vita sociale della nazione, ma anche per la ricostituzione dei programmi di alfabetizzazione e di educazione biblica. Pregate che più missionari siano chiamati nel Paese, ma anche che le relazioni con i credenti locali siano più sicure ed efficaci.
9. Mezzi di comunicazione cristiani (richieste di preghiera specifiche):
a) Programmi di alfabetizzazione: la stragrande maggioranza della popolazione è analfabeta, inclusi molti credenti.
b) Bibbie. Si calcola ci sia bisogno di quattro milioni di copie. La Società Biblica ha distribuito molte porzioni della Parola di Dio che hanno incoraggiato molti lettori a ricercare la pace nel Paese.
c) Radio. TWR (Servizio Radio Intercontinentale) e la missione SU hanno costituito un centro di comunicazione a Bujumbara, dove sono realizzati programmi radiofonici trasmessi a livello locale. Dal 2000 un’emittente cristiana, Radio Ivyizigiro Inconvertiti, diffonde programmi a livello nazionale, raggiungendo anche i Paesi confinanti. Pregate affinché la Salvezza possa essere concessa attraverso questi programmi radiofonici cristiani.
d) Il film JESUS è stato visto dalla maggior parte della popolazione. Pregate per un impatto duraturo.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                        Traduzione di Jonathan Prete

…una testimonianza in mezzo all’odio razziale…

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 90,06
Etnie tradizionali 6,72
Mussulmani 3,00
Bahaisti 0,08
Indù 0,08
Non religiosi/altri 0,06
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Cattolica 1.562 2.187.166 3.828.000
Chiesa della Pentecoste 2.773 208.000 520.000
Protestante episcopale 5.669 170.000 500.000
Avventista del 7* giorno 210 62.000 100.000
Unione delle Chiese Metodisti 160 29.000 60.000
Eglise Vivante 50 35.000 70.000
Evangelica Episcopale 168 21.000 42.000
Unione dei Battisti 167 20.000 35.000
Amici (Quaccheri) 84 8.000 16.000
Fratellanza di Cristo 20 2.000 4.000
Altre denominazioni [26] 820 69.676 135.000
Totale Cristiani [35] 11.633 2.810.000 5.305.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA