DATI

CAPITALE: Sofia
GOVERNO:
Democrazia parlamentare
POPOLAZIONE:
7.262.675
LINGUE: Bulgaro 84,5%, Turco 9,6%, Rom 4,1%, altre 1,8%
ETNIE: Bulgari 83,9%, Turchi 9,4%, Rom 4,7%, altri 2,0%
AREA TOTALE:
110.910 kmq
CONTINENTE: Europa

1. La libertà religiosa non è stata ancora pienamente raggiunta. Nel passato, la persecuzione era severa con molti Cristiani imprigionati o uccisi o con la manipolazione attraverso informatori, infiltrati e impostori nelle chiese. La sovversione della gerarchia Ortodossa era particolarmente diffusa. Alcuni leader hanno sofferto coraggiosamente, altri si sono compromessi – un fatto che ancora genera divisione, mancanza di fiducia e cooperazione nelle chiese Ortodosse, Protestanti e Pentecostali allo stesso modo. Prega per pentimento, riconciliazione, guarigione e unità spirituale.
2. Alcuni leader Ortodossi hanno orchestrato una virulenta campagna mediatica contro i non Ortodossi, e in particolare gli Evangelici. Accuse di cannibalismo, estremismo, collegamenti con il crimine e distruzione della cultura sono state lanciate con nessuna confutazione permessa. Questo ha portato alla violenza da parte dei gruppi neo-nazisti e a restrizioni e ostruzioni governative contro i gruppi religiosi non Ortodossi. Oltre 240 organizzazioni sono state così, in effetti, proibite. Questo ha rallentato un aperto evangelismo, ma ha anche portato gli evangelici insieme. Prega che i legami di fiducia siano costruiti tra le maggiori componenti Cristiane e per la fine delle continue discriminazioni.
3. La chiesa Ortodossa ha bisogno di un rinnovamento e una nuova vita. Si è spaccata in 3 denominazioni riguardo la leadership e il potere politico ed è intrappolata in un ciclo di scisma, corruzione e compromesso. Questo ha creato una crescente apertura a considerare una fede personale in Cristo. Ci sono stati pochissimi Bulgari istruiti, convertiti attraverso la testimonianza Cristiana evangelica. Prega per un profondo lavoro dello Spirito Santo tra i Bulgari.
4 La crescita e la maturazione delle denominazioni evangeliche è stata accelerata dalle pressioni degli anni ’90. Prega per:
a) l’Alleanza Evangelica, formata nel 1993 ma ufficialmente riconosciuta solo nel 1998, che potrebbe essere una voce unita e profetica per Dio in una nazione divisa e scoraggiata.
b) L’Alleanza per la Saturation Church Planting, che cerca di coordinare l’evangelismo e la moltiplicazione di congregazioni per tutto il paese.
c) Il corpo di Cristo. È tenuto a giocare un ruolo significante nella ricostruzione del paese dove il 50% vive sotto la soglia di povertà, gli aborti superano di gran lunga il numero delle nascite, e dove la speranza per il futuro è rara.
5. La maturità della Chiesa è la sfida più grande. Prega per:
a) L’addestramento di leader, era proibito fino al 1990. Corsi d’addestramento residenziale, TEE e informale si sono moltiplicati, e un crescente numero di leader è stato lanciato nel ministero. Prega specialmente per l’Istituto Evangelico Teologico (ufficialmente BBAL) che opera sia a Sofia che a Stara Zagora, anche per le varie scuole teologiche evangeliche e pentecostali, i loro staff e studenti, per il provvedimento di finanze, biblioteche e l’unzione dello Spirito Santo.
b) Le giuste strutture per incrementare la crescita. La tendenza è per una leadership centrale e autocratica. Prega per una più chiara visione per molteplici chiese e una pluralità di leadership, così da evitare scontri di personalità e divisioni denominazionali. La comunicazione tra leader è un grande bisogno.
c) Il discernimento di errori dottrinali. Ogni moderna eresia e culto sembra aver mirato al paese – Mormoni, Bambini di Dio,Testimoni di Geova, insegnamenti di “ricchezza” estremi, così come i culti orientali. I Cristiani si stanno facendo influenzare da ogni vento di dottrina.
d) Una completa libertà religiosa per gli Evangelici. Il loro ministero è intralciato da ostruzioni costanti nell’ottenimento di edifici, affitto di luoghi per incontrarsi, reportage giornalistici negativi e dispetti verso ogni ministero tra giovani o bambini.
e) La molteplicità di nuove agenzie indigene che sono sorte per raggiungere bambini, prigionieri, e minoranze etniche, e per provvedere letteratura, Bibbie, e provvedere insegnamenti Cristiani in scuole o campeggi. Ci sono anche agenzie internazionali che stanno fondando filiali locali — CEF, EHC, e i Gedeoni tra gli altri. Il bisogno di una saggia coordinazione e un adeguato meccanismo di finanziamento è urgente.
6. La visione di missioni cross-culturali sta crescendo lentamente. Ci sono ora sei coppie che servono in Turchia. Prega per una più grande consapevolezza tra i Cristiani per le minoranze etniche in Bulgaria e una sensibilizzazione alle loro culture. Le denominazioni Pentecostali hanno un efficace ministero di fondazione di chiese tra i Gipsi, Millet e Pomak.
7. Le minoranze etniche hanno sofferto duramente a volte a causa della maggioranza Bulgara. Continua ad esserci una considerevole discriminazione e sia i Turchi che i Gipsi hanno formato dei partiti politici per combattere per i loro diritti. Prega in modo particolare per:
a) I turchi rumeliani che hanno risentito profondamente dei tentativi del regime comunista di renderli, forzatamente, bulgari negli anni ’80. La loro lingua, religione e cultura sono ora pienamente riconosciute. I missionari musulmani stanno lavorando duramente per renderli Musulmani migliori. Minimo 150 credenti evangelici sono stati riconosciuti tra di loro, e solo nel 1999 è iniziato un ministero specifico di fondazione di chiese a lungo termine (WEC e altri). Prega per una breccia significativa.
b) I Millet — un oppresso mix di Turchi e Gipsi che, ancora tra loro, parlano turco; durante gli anni ’90 è avvenuto un sorprendente movimento di persone a Cristo di circa 10.000 in tutto il paese. Oltre l’80% di questi sono donne e bambini, molti venuti a Cristo attraverso sogni, visioni e guarigioni. Prega per la conversione di uomini – per la maggior parte disoccupati e ubriachi. Prega per la liberazione di molti dall’occultismo che costituisce la base della loro fede nominale musulmana. Prega anche per i Cristiani con la conoscenza del Turco affinché cerchino di discepolare i molti gruppi Cristiani (WEC, Ichthus Fellowship and Gruppo nazionale Bulgaro).
c) I Rom (Gipsi) che sono generalmente disprezzati al margine dell’ordine sociale con un diffuso analfabetismo. Circa il 60% è Ortodosso e il 40% Musulmano, ma molti sono ancora profondamente coinvolti nell’occulto, crimini e nel gioco clandestino. Tra i 10.000 e i 20.000 si sono affidati al Signore, principalmente attraverso il raggiungimento dei Pentecostali e Battisti nella lingua Bulgara. Altri sono legati a movimenti indigeni che parlano turco. Prega per il loro specifico raggiungimento. Un terzo dei Rom usa la lingua Rom come prima lingua. C’è ora un Nuovo Testamento in lingua Rom.
d) I Pomak (250.000), Musulmani che parlano Bulgaro. È necessario uno specifico ministero per raggiungerli. Hanno una crisi d’identità — rigettati sia dai Bulgari (come religione) che dai Turchi (come lingua). Diverse congregazioni giovanili sono state fondate nel sud.
e) Gli Ebrei. Non sono stati perseguitati durante la Seconda Guerra Mondiale, ma molti sono migrati in Israele. Ci sono solo 8 credenti riconosciuti tra di loro.
8. Missioni estere hanno trovato difficoltà nel mantenere lavoratori a lungo termine a causa di problemi di visto e altri problemi. C’è bisogno di missionari a lungo termine e di fabbricanti di tende che impareranno la cultura e il linguaggio, che stiano abbastanza a lungo per un ministero maturo e ottengano la fiducia delle persone attraverso un efficace ed esemplare comportamento. C’è meno bisogno di un evangelismo pionieristico e più bisogno di abilità di insegnamento e supporto per una chiesa dalla mentalità evangelistica. Prega per:
a) La chiamata di lavoratori per servire in questo periodo di opportunità. I visti sono difficili da ottenere.
b) Saggezza nell’uso di brevi visite e ministeri. Molte sono state fatte (e anche non fatte) da visitatori entusiasti, ma mal preparati, in ministeri esterni. Tutto deve essere integrato in una più larga e coordinata strategia che sia stata sviluppata all’interno del paese.
c) Un sensibile utilizzo dei fondi stranieri. La mancanza cronica di finanze e la povertà di queste nel lavoro cristiano conferiscono ad ogni infusione di fondi un’influenza potenzialmente danneggiante o distorta alla vita spirituale delle chiese o degli individui. L’impiego di agenzie straniere può facilmente portare via i lavoratori chiave dai ministeri più bisognosi della chiesa. Quanto è vitale un aiuto economico!
9. Il ministero tra i giovani è poco sviluppato. Poche chiese sanno come venir incontro ai bisogni che sono così differenti dall’era comunista dei genitori. Prega per la libertà di evangelizzare e discepolare i giovani nelle scuole. CCCI ha un campus attivo. IFES ha stabilito gruppi di studenti in 13 città ma ha un gran bisogno di uno staff bulgaro per coordinare e supportare il raggiungimento degli studenti.
10. Ministeri di supporto cristiani. Prega per gli ultimi risultati provenienti da:
a) Letteratura. Nuovo Uomo è diventato il primo editore bulgaro Cristiano con una visione per produrre solidi libri evangelici, materiali d’insegnamento/evangelistici e di aiuto alle Scritture. Ci sono quattro punti vendita cristiani (CLC, Bereani Publishers). Prega per viabilità tra la prevalente povertà. EHC ha dei piani per una campagna di distribuzione della letteratura a scala nazionale. È necessaria una cooperazione efficace tra agenzie di letteratura nazionali e straniere.
b) La traduzione e distribuzione della Bibbia. Loda Dio per la registrazione della Società Biblica Bulgara nel 1993. La Società Biblica ha alla fine ottenuto un accordo inter-confessionale per una nuova traduzione della Bibbia Bulgara arcaica. Il lavoro è iniziato; prega per il suo rapido completamento. Prega anche per il continuo impatto del NT Turco Cirillico e della Bibbia dei Bambini. L’analfabetismo tra i Turchi e i Gipsi è un ostacolo.
c) Radio Cristiane e TV. TWR ha uno studio di produzione di programmi in Bulgaro e lingua Rom (l’ultimo è stato il progetto World by 2000). Studio 865 prepara programmi TV per delle stazioni locali.
d) Il film JESUS è disponibile in Bulgaro, lingua Rom, Rumeno e Turco; coloro che l’hanno visto sono il 25% della popolazione.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                      Traduzione di Dario Caracciolo

1. La trasformazione della Bulgaria da un’aspra repressione negli anni ’80 ad un’attuale relativa libertà della religione e voglia di spiritualità.
2. La più grande breccia per il Vangelo nei tempi moderni nel popolo Turkic con possibilmente 10.000 turchi Millet che sono venuti a Cristo negli anni ’90.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 80,24
Musulmani 11,87
Non religiosi/altri 7,83
Ebrei 0,05
Bahaisti 0,01
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Ortodossa bulgara 3.769 4.296.296 5.800.000
Chiesa ortodossa della Bulgaria 325 370.370 500.000
Cattolica 32 66.667 90.000
Unione pentecostale 550 25.000 57.000
Chiesa di Dio 269 36.000 45.000
Chiesa di Dio Unione 180 23.000 31.000
Ortodossa armena 11 14.599 20.000
Avventista del 7* giorno 94 6.925 9.400
Unione battista 102 5.000 7.500
Congregazionale 64 3.000 5.000
Metodista 36 3.200 5.000
Altre denominazioni [36] 214 16.292 30.208
Totale Cristiane [47] 5.646 4.866.000 6.600.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA