DATI

CAPITALE: Gaberone
GOVERNO:
Repubblica parlamentare
POPOLAZIONE:
1.815.508
LINGUE: Inglese (ufficiale), Setswana
ETNIE: Batswana 79%, Kalanga 11%, Kgalagadi 6%, Basarwa 3%, bianchi 1%
AREA TOTALE:
600.370 kmq
CONTINENTE: Africa

1. Gli Tswana sono stati la prima popolazione Bantù africana che ha risposto positivamente al Vangelo, alcune tribù si sono convertite nel 19° secolo grazie alla missione inglese LMS a cui seguirono altre agenzie missionarie. Il nominalismo divenne rapidamente il problema più grande dal momento che ogni missione fondava la propria chiesa istituendo una sorta di religione di stato per quel gruppo che la riceveva. La maggioranza degli Tswana sono cristiani nominali che vivono nell’immoralità e nelle ubriachezze, tutto questo ha portato alla formazione di numerose famiglie disastrate. In alcuni posti il 90% dei bambini sono illegittimi. Preghiamo per un miglioramento di questo stato morale disastroso.
2. L’AIDS è diventato una piaga terribile. L’immoralità sessuale ha fatto sì che la malattia si propagasse al 30-35% della popolazione. Questo causò 60.000 orfani provocati dall’AIDS nel 1999; la causa di morte del 64% dei bambini sotto l’età di 5 anni nell’anno 2000 è dovuta all’AIDS; il 50% di studenti universitari sono HIV+, tutti questi fattori determinano una mortalità nazionale elevata. Di questo passo, la vita sociale ed economica del paese sarà devastata durante il prossimo decennio. Preghiamo per missioni quali la BOCAIP e per la risposta della chiesa al problema dell’AIDS, che possa insegnare e difendere la purezza morale e uno stile di vita cristiano in modo tale da prevenire l’espansione di questa terribile malattia e che sia anche in grado di occuparsi di chi ne è affetto. Uno dei mandati delle chiese è proprio quello di sopportare i numerosi decessi causati dall’AIDS dei loro membri. Preghiamo per un cambiamento radicale nella cultura di questa nazione.
3. Il numero dei fedeli nelle chiese protestanti sta diminuendo, infatti il nominalismo prevale. Alcune congregazioni contano pochi uomini, l’Unione delle Chiese Congregazionaliste ha pochi pastori anziani e scarsi candidati al ministero. Alcune denominazioni evangeliche e pentecostali sono comunque in crescita, preghiamo per un risveglio spirituale, una rinnovata consacrazione e per un recupero della visione evangelistica. Preghiamo inoltre per i cinque istituti protestanti di formazione teologica fra cui il College Biblico di Gaberone (Assemblee di Dio), il Seminario Evangelico Luterano e il College Kgolagano.
4. La conferenza GCOWE del 1997 ha stimolato un risveglio tra i cristiani. È sorta infatti, una fitta rete di collaborazione tra le missioni e le chiese, preghiamo per saggezza, guida spirituale per lo sviluppo di un progetto che possa avere un impatto positivo nel paese.
5. Le chiese degli africani si stanno moltiplicando. Attualmente si contano circa 150 denominazioni. La loro enfasi sulla sanità (specialmente per quanto riguarda la crisi AIDS) mescolata alla cultura locale, può talvolta svilupparsi in credenze sincretistiche. Molti credenti sono guidati da responsabili con poca istruzione teologica. Alcuni corsi di teologia elementare sono tenuti dalle chiese mennonite e dall’Istituto di Istruzione Biblica Botswana e sono specificamente ideati per aiutare questi leader. Preghiamo per queste chiese e affinché la Scrittura possa influire sul loro sviluppo e la loro opera d’evangelizzazione.
6. I popoli meno raggiunti:
a) I 50.000 Bakgalagadi sono mescolati con gli Tswana e i San, ma parlano lo Tswana. Questa popolazione è nomade e vive nella parte occidentale del deserto. Preghiamo per missioni quali La Parola per l’Africa e per gruppi di evangelizzazione provenienti dal Sudafrica.
b) I Kalanga subiscono la dominazione culturale dello Tswana, ci sono pochi cristiani attivi tra di loro, tuttavia durante gli anni ’90 molti si sono convertiti a Cristo. Il Nuovo Testamento è stato tradotto di recente, preghiamo per il suo impatto nella vita della gente.
c) Gli Yeyi della Palude Okavango hanno avuto contatto solamente con il cristianesimo nominale dello Tswana. Si comincia ad assistere a piccole risposte in seguito agli sforzi delle missioni quali Missione d’Amore per Botswana, la Parola per l’Africa e il Ministero Calvario.
d) I Mbukushu e i Subia nel nord del paese sono isolati dalla vita del paese e hanno poche opportunità di sentire il Vangelo.
e) Gli Herero sono prevalentemente luterani nominali o appartengono al culto della chiesa “Oruuano”.
f) I San hanno subito la completa distruzione del loro stile di vita nel deserto a causa dello sviluppo di ranch, di miniere e al turismo. Non ci sono più nomadi San, tutti sono ridotti in povertà o ai margini delle città e dei villaggi. La risposta è stata lenta, ma alcune migliaia di San hanno attualmente la possibilità di diventar credenti in circa 15 congregazioni grazie agli sforzi di 10 missioni (Missione Luterana, SIM, Chiesa Riformata Olandese, RTU, Parola per l’Africa, Missione Charles Haupt). Preghiamo che queste missioni possano aiutare i San ad adattarsi alla modernità mantenendo ancora la propria eredità culturale e che soprattutto possano trovare la loro vera identità in Cristo.
7. Negli ultimi vent’anni si è assistito ad un incremento dell’evangelizzazione, alla crescita del numero delle chiese e alla fondazione di nuovi istituti di istruzione biblica. Preghiamo per il gran lavoro svolto dalle missioni mennonite (37 missionari), dalla SIM (16 missionari), i Luterani Finlandesi (16 missionari), missioni coreane (12 missionari), le Chiese dei Fratelli (7 missionari) e varie altre missioni. Le condizioni fisiche e spirituali in cui lavorano questi missionari non sono semplici, preghiamo per la nascita di chiese in grado di testimoniare in maniera forte il cristianesimo, mostrando vera santità e amore per la Bibbia.
8. I giovani necessitano dell’aiuto spirituale. Le gravidanze in età adolescenziale sono molto frequenti e spesso i figli nascono da genitori poveri, non sposati e affetti dall’AIDS. L’insegnamento religioso è una materia obbligatoria nelle scuole, preghiamo per il ministero della missione SU nel provvedere materiale cristiano di insegnamento per le scuole e per l’addestramento dei gruppi SU che si incontrano in 30 delle 73 scuole superiori. Preghiamo per un maggior numero di lavoratori part-time e a tempo pieno impegnati in questo ministero. Ringraziamo il Signore per il gruppo IFES che è molto attivo nell’università di Botswana.
9. Media cristiani e ministeri d’appoggio che necessitano preghiera:
a) La Società Biblica gestisce il programma di traduzione della Bibbia. Preghiamo affinché Dio possa donare la saggezza per la scelta delle minoranze linguistiche in cui avviare progetti di traduzione. Le varie lingue San rappresentano la sfida più grande.
b) I programmi radio e la TV cristiana che trasmettono sulla rete nazionale sono supervisionati dal Consiglio Radiofonico Internazionale delle Chiese. La TWR Swaziland trasmette in Tswana 45 minuti di programmi ogni giorno. Radio LBOM è sorta in Maun, nella parte Nord occidentale del Botswana, il suo obiettivo è quello di trasmettere 24 ore su 24 in tre lingue del Botswana e dei territori confinanti.
c) La letteratura necessaria al sempre maggior numero di gente istruita è scarsa e spesso costosa. Alcuni prodotti sono disponibili in lingua Tswana mentre praticamente nulla esiste in lingue di minoranza. Preghiamo per il ministero delle librerie cristiane.
d) Il film Jesus è utilizzato in 5 lingue tra cui lo Tswana, l’Herero, il Kalanga e l’Afrikaans. È in corso la traduzione del film nelle lingue Kgalagadi, Yeyi e in una delle lingue San.
e) La Missione Aerea serve la causa del Vangelo con 6 aeroplani la cui base si trova a Maun e a Gaberone.
f) La missione GRN possiede registrazioni disponibili in 26 lingue tra cui 18 in lingue San.
g) La missione tra le carceri di Botswana (PFI) svolge un ministero in tutte le prigioni del paese.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                      Traduzione di Eliseo Manduzio

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 66,89
Etnie tradizionali 31,86
Bahaisti 0,77
Musulmani 0,20
Indù 0,14
Non religiosi/altri 0,14
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazioni Membri Affiliati
Guarigione spirituale 88 35.000 70.000
Cattolica 65 34.884 60.000
Cristiana Zion (ZCC) 14 25.000 50.000
Chiesa congregazionale unita di Sud Africa 61 20.000 41.000
Avventista del 7* giorno 71 20.000 28.000
Assemblee di Dio 46 9.500 17.000
Luterana evangelica 46 11.565 17.000
Riformata olandese 62 5.500 14.850
Missione apostolica di fede 22 5.500 11.000
Anglicana 93 3.153 10.500
Chiesa luterana evangelica di Sud Africa 19 2.797 8.000
Santità pentecostale 51 4.000 6.680
Protestante pentecostale 36 3.600 6.012
Chiesa luterana di Africa 12 2.400 6.000
Chiesa metodista in Africa meridionale 6 2.600 5.200
Unione di santità 6 600 3.000
Testimoni di Geova 40 1.000 2.780
Evangelica africana 16 700 1.600
Missione battista 17 575 960
Altre denominazioni [191] 2.640 237.000 515.000
Totale Cristiane [211] 3.415 429.000 882.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA