DATI

CAPITALE: Yerevan
GOVERNO: 
Repubblica
POPOLAZIONE: 
2.971.650
LINGUE: Armene 97,7%, Yezidi 1,0%, Russo 0,9%
ETNIE: Armenei 97,9%, Yezidi (Curdi) 1,3%, Russi 0,5% 
AREA TOTALE: 
29.800 kmq
CONTINENTE: Asia

1. L’Armenia ha bisogno di pace e buone relazioni con le nazioni circostanti per la sopravvivenza e la ricostruzione economica. Secoli di aspro conflitto, oppressione e massacri hanno lasciato un seguito di odio e diffidenza da parte di queste nazioni. Nel 1915 i Turchi hanno massacrato un milione e mezzo di Armeni perché erano Cristiani e li hanno considerati come una minaccia. Preghiamo per il perdono da parte di tutti e per una saggia ricostruzione di fiducia e anche per buoni rapporti con i leaders delle nazioni confinanti.
2. I 1700 anni dell’Armenia come nazione Cristiana, la prima del mondo, sono stati celebrati nel 2001. Preghiamo che i Cristiani Armeni possano divenire una risorsa di luce e benedizioni per le nazioni circostanti – poche hanno una chiesa nativa di rilievo. Negli ultimi 10 anni un numero di Armeni è andato a servire il Signore in Russia e nei territori Musulmani. Preghiamo che questo movimento possa crescere.
3. L’infelice impatto di 70 anni di Marxismo e un secolo di dure persecuzioni sugli Armeni ha lasciato profonde ferite morali e sociali. Il dolore, la rabbia, l’amarezza e lo spirito di vendetta devono essere purificati dal sangue di Gesù. L’intero sistema educativo richiede trasformazioni e il ritorno ai valori Cristiani. Preghiamo per un profondo pentimento e risveglio.
4. La Chiesa Apostolica Armena è stato a lungo un rifugio culturale durante i momenti di persecuzione ma le antiche liturgie non sono in lingua moderna così è meno appropriata per la gente comune. Il terremoto del 1988 è servito a determinare un potente risveglio con un pentimento nazionale dinanzi a Dio e una rinascita di interesse per le Scritture. Preghiamo per:
a) Un completo recupero dalle divisioni e dai compromessi — sono emerse due fazioni principali che hanno danneggiato la Chiesa.
b) Una profonda rigenerazione della Chiesa e per leaders devoti.
c) L’apprezzamento e la comunione con le più piccole denominazioni in Armenia. Alcuni Ortodossi erano autori di discriminazione e persecuzione contro gli Evangelici nella metà degli anni ’90.
5. La Chiesa Armena dei Fratelli è il ramo evangelico della Chiesa Apostolica che ha le sue radici nel 5° secolo. I Fratelli hanno sofferto molto nei secoli passati e sotto il Comunismo ma sono stati capaci di operare apertamente negli ultimi anni ’80 come un corpo autonomo nella Chiesa Apostolica. Pongono l’enfasi sulla predicazione biblica, testimonianza personale, opere caritatevoli e pubblicazione e distribuzione di letteratura evangelica e di Bibbie. Dal 1999 sono arrivati a 20.000 membri attivi e hanno 500 luoghi di predicazione in tutta l’Armenia. Preghiamo che questo movimento influenzi positivamente la nazione.
6. La maggiore crescita tra gli Evangelici che si è riscontrata da quando vi è stato il terremoto e il collasso del Comunismo tra i Fratelli e i Pentecostali che hanno avuto un forte impatto sulla nazione. Ci sono anche crescenti numeri di congregazioni di carismatici indipendenti. I Battisti sono cresciuti ma in minor numero. Preghiamo per una continua crescita e per la maturità di tutti questi gruppi.
7. L’insegnamento per i leaders è mancante. Un adeguato insegnamento locale non è ancora disponibile, non sono neppure usati largamente i corsi TEE. C’è una piccola Scuola Biblica Pentecostale in Yerevan. I lavoratori Cristiani Armeni sono situati strategicamente per benedire le nazioni circostanti come se l’Armenia fosse un’isola di Cristianità in un mare di Islam.
8. L’irrisolta perdita di controllo di Nagorno-Karabakh, nominalmente indipendente, è una ferita aperta. Preghiamo per i 150.000 Armeni (molti sono rifugiati dall’Azerbaijan) che vivono lì; alcuni sono venuti a Cristo. I rifugiati di entrambe le sponde del conflitto (500.000 Armeni dall’Azerbaijan e un milione di Azeris dall’Armenia e dall’ovest dell’Azerbaijan) ancora soffrono depravazione ed emarginazione. Le ramificazioni internazionali della disputa per le nazioni circostanti, NATO e Russia sono rilevanti. Preghiamo per una risoluzione del conflitto.
9. La Cristianità evangelica è fiorita tra i 3.5 milioni di Armeni della diaspora, con molte congregazioni nel Medio Oriente, Nord America e altrove. Molti Armeni hanno mantenuto stretti rapporti anche dopo molte generazioni. Dal 1998 alcune chiese Armene e alcuni ministeri hanno donato generosamente e investito nel raggiungere la loro patria, con risultati rimarchevoli. Preghiamo che il mondo possa essere benedetto attraverso questa gente.
10. I Curdi sono legati principalmente all’antica religione degli Yezidi; alcuni sono Musulmani Shi’a . La crescente chiesa Curda sta raggiungendo i Curdi in Armenia, i paesi del CIS e anche altrove. Preghiamo per le necessarie risorse affinché continuino questo ministero anche lontano, e che i 25 milioni Curdi possano essere raggiunti.
11. Ministeri Cristiani di supporto. Preghiamo per:
a) Lavoro di assistenza. Il lungo stato di crisi economica ha aumentato il valore di programmi sia locali che stranieri di aiuto e soccorso. C’è un reale bisogno di creare progetti di lavoro (TEAR Fund, ELAM, Love Armenia).
b) La testimonianza tra gli studenti è stata iniziata da IFES e altri. Preghiamo affinché le autorità universitarie e lo stato accettino questo ministero e per gli sviluppi di questo lavoro.
c) Distribuzione di Bibbie. Si sta distribuendo il Nuovo Testamento in Kermanji Curdo. La società della Bibbia ha un ministero forte con il Centro Biblico in Yerevan.
d) Il film JESUS è stato largamente utilizzato in quattro lingue.
e) Radio Cristiana. TWR trasmette in Albania e Cipro nella lingua Kurmanji e in Armeno. TWR trasmette anche dall’Armenia a nove paesi del Centro Asia e del Medio Oriente — 60 delle più piccole comunità etniche raggiunte dal Vangelo sono dentro il segnale di trasmissione della radio.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001).                                                     Traduzione di Dario Caracciolo

1. La sopravvivenza della Chiesa Armena attraverso i secoli, e la crescita del numero di credenti impegnati dal 1990.
2. La conversione più significativa dei Curdi a Cristo nel mondo si è verificata tra quelli dell’Armenia con circa 1.000 credenti dalla comunità Yezidi.

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Cristiani 85,04
Non religiosi/altri 13,71
Musulmani 1,20
Bahaisti 0,04
Ebrei 0,01
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Apostolica armena 150 1.505.495 2.740.000
Cattolica 19 95.808 160.000
Pentecostale [4] 500 20.000 50.000
Testimoni di Geova 39 5.254 15.000
Ortodossa russa 2 6.000 12.000
Battista 30 2.500 5.000
Gruppi carismatici [3] 13 2.300 4.000
Avventista del 7o giorno 10 865 1.800
Altre denominazioni [7] 34 3.375 5.320
Totale Cristiane [20] 797 1.642.000 2.993.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA