DATI

CAPITALE: Riyadh
GOVERNO: 
Monarchia
POPOLAZIONE: 
27.601.038
LINGUE: Arabo
ETNIE: Arabi 90%, Afro-Asiatici 10%
AREA TOTALE: 
2.149.690 kmq
CONTINENTE: Asia

1. Un tempo l’Arabia Saudita era abitata da un gran numero di Cristiani. Questi furono espulsi quando l’Islam ne prese il controllo, 1300 anni fa. Oggi essa è una delle nazioni meno evangelizzate del mondo: non sono ammessi missionari cristiani ed ogni tentativo di diffondere il cristianesimo è proibito. L’Islam impedisce persino a qualunque cristiano di mettere piede nella sua città santa, La Mecca. Pregate affinché presto in questo Paese tanti cristiani possano vivere serenamente la loro fede e lodare l’Agnello di Dio immolato per l’umanità intera.
2. Gli 1,2 miliardi di musulmani presenti nel mondo hanno il dovere di pregare rivolti verso La Mecca cinque volte al giorno. Ogni anno, oltre 2 milioni di loro compiono l’Hajj, cioè il pellegrinaggio verso la città santa e per tante altre persone il culmine della loro vita ed esperienza religiosa si riduce solo a questo. Pregate che molti musulmani possano aprire i loro occhi ed accorgersi del vuoto e della schiavitù in cui vivono, e possano invece abbracciare la libertà che si trova in Cristo. Lodate il Signore perché un piccolo ma crescente numero di persone sta facendo proprio questo – persino in Arabia Saudita!
3. L’Arabia Saudita è probabilmente la peggiore nazione al mondo per quanto riguarda la libertà religiosa e i diritti umani. La colpa di questo record negativo è da attribuire alla corruzione del sistema giudiziario e all’arroganza della polizia religiosa (mutawwa), nonché al governo che approva e determina tutto ciò. Questa triste situazione viene costantemente denunciata dagli organismi internazionali, sia cristiani che secolari, che promuovono uguaglianza e libertà di pensiero. Pregate perché questa stretta sorveglianza possa diminuire, e perché possa esserci libertà di espressione religiosa.
4. La società saudita è tesa fino al limite. Gli anziani governatori sono ormai in crisi e trovano sempre più difficile mantenere un equilibrio fra i sauditi che desiderano un processo di liberalizzazione religiosa e coloro che pretendono una Islamizzazione ancora più rigida. L’economia è in declino e la differenza tra ricchi e poveri diventa sempre più abissale. Una donna saudita riesce ad avere in media sette figli, ma le possibilità che questa nuova generazione possa trovare un’occupazione sono alquanto scarse.
Il governo tenta di risolvere questa crisi con un progetto detto di “saudizzazione”; si vuole, in pratica, procedere all’espulsione di milioni di operai presenti nel Paese illegalmente e sostituirli quindi con maestranze locali, costretti dalla crisi a svolgere lavori che fino a poco tempo fa ritenevano indegni per le loro persone, preferendo appunto che venissero compiuti da stranieri.
Pregate che il Signore possa servirsi anche di queste tensioni per far sì che molti possano cercare la verità e la pace che si trovano solo in Cristo.
5. La Lega Musulmana Mondiale di Mecca sta coordinando una imponente opera missionaria islamica. Ogni anno vengono spesi miliardi di dollari allo scopo di diffondere l’Islam in tutto il mondo – aiutando i Paesi considerati “simpatizzanti” – costruendo moschee, inviando missionari, attraverso la letteratura, la radio, ecc. Il governo saudita nega ai Cristiani la libertà di condividere la loro fede, eppure rivendica questa stessa libertà per i Musulmani che vivono altrove. Alcune delle tipografie più grandi del mondo si trovano in Arabia Saudita e producono ogni anno 28 milioni di Corani da distribuire in tutto il mondo.
6. L’Arabia Saudita è tra i Paesi che hanno firmato lo Statuto delle Nazioni Unite, il quale garantisce libertà di religione; eppure, se un Saudita si converte a Cristo e viene scoperto, egli è condannato a morte. Ma nonostante ciò, un considerevole e crescente numero di sauditi Lo sta ancora adesso cercando e trovando in segreto. Tutti i convertiti scoperti nel passato sono stati giustiziati. Pregate che il Signore possa proteggere e moltiplicare i credenti, e che il Cristianesimo possa essere legalizzato. Pregate che i credenti sauditi possano riuscire ad incontrarsi al sicuro e possano avere accesso alla Parola di Dio.
7. La vita è difficile per gli immigrati. Spesso costretti a lasciare la propria patria per trovare lavoro qui, essi perdono la libertà, sia personale che religiosa. Molti di questi stranieri hanno un accesso limitato, a causa delle persecuzioni, al Vangelo; nonostante questo, però, tra loro ci siano dei gruppi di Cristiani piuttosto grandi. Pregate che proprio in questi momenti possa crescere tra questi gruppi il desiderio di evangelizzare, perché le autorità, in base al processo di “saudizzazione” accennato prima stanno cercando di sostituire gli immigrati cristiani con musulmani provenienti dallo stesso Paese.
8. Gli immigrati cristiani vivono sotto stretta sorveglianza. Le riunioni segrete vengono continuamente perseguitate e messe alle strette, e a volte i pastori vengono sottoposti ad umilianti maltrattamenti, sono messi in carcere, espulsi, o persino condannati a morte. Questo è vero soprattutto per i cristiani provenienti dall’Asia, proprio perché spesso la loro testimonianza è stata quella più efficace, e quindi, sono oggetto di maggior persecuzione anche perché i loro governi di provenienza hanno una minore influenza a livello internazionale. I credenti praticanti sono all’incirca 50,000 soltanto, ma ce ne sarebbero sicuramente molti di più se i rischi non fossero così alti. Pregate che il Signore possa dare forza e incoraggiamento alle comunità di credenti. Le possibilità di comunicare in modo comprensibile con i Sauditi sono scarse in quanto sono pochissimi gli immigrati che sanno parlare l’arabo. Pregate che altri Arabi possano sentire il peso di raggiungere i Sauditi con l’Evangelo.
9. Altri mezzi di evangelizzazione:
a) I Sauditi all’estero. Studenti, uomini d’affari e turisti fanno viaggi in Occidente, e qui possono essere raggiunti. Molti preferiscono viaggiare nei mesi estivi e nel mese del Ramadan!
b) Radio cristiane. Più di 146 ore a settimana di trasmissioni radio in lingua araba possono essere ascoltate attraverso gli emittenti FEBA, High Adventure, TWR, IBRA e HCJB (WRMF). Molti le ascoltano in segreto e in alcune regioni c’è qualche credente isolato che si è convertito proprio attraverso la radio.
c) Letteratura e videocassette cristiane. Nonostante siano proibite, ve n’è una grande richiesta. Molte copie delle Sacre Scritture e del film Jesus circolano clandestinamente.
d) TV via satellite. In quasi il 99,9% delle case c’è la televisione e più del 50% ha l’antenna satellitare – questo fa capire la bramosia che essi hanno per ciò che offre il mondo esterno. In un ambiente del genere, TV cristiane come SAT-7, The Bible Channel e CBN possono essere incredibilmente utili per condurre i Sauditi a Cristo.


(da Operation World, Patrick Johnstone e Jason Mandryk, 2001)                                                         Traduzione di Imma Merone

Dove ogni tentativo di diffondere il cristianesimo è proibito

Dati sulle Religioni

Religione % Popolazione
Mussulmani 92,83
Cristiani 4,54
Non religiosi/altri 1,40
Indù 0,60
Buddisti/cinesi 0,42
Sikh 0,19
Bahaisti 0,02
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World

(che si autodefiniscono cristiane)

Chiese Congregazione Membri Affiliati
Cattolica [3] 276.224 395.000
Protestante [20] 128 25.600 128.000
Ortodossa [4] 83.217 119.000
Indipendente [30] 73.125 117.000
Gruppi marginali [4] 18.750 30.000
Altre denominazioni [2] 8.200 18.000
Totale Cristiane [73] 485.116 807.000
Dati aggiornati al 2001, fonte Operation World
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA